fbpx

Ema approva i monoclonali Ronapreve e Regkirona,  Giulio Tarro : “deve essere chiaro il concetto che il Covid si cura”

Ambiente & Salute

L’ Ema ha dato il via libera a  Ronapreve e Regkirona, anticorpi monoclonali per la cura del Covid-19; il Professor Giulio Tarro afferma che deve essere chiaro il concetto che il Covid si cura riferendosi all’agenzia del farmaco britannica che per prima in Europa  ha approvato il Molnupiravir.

 
di Silvia Pedrazzini
 

Il comitato per i medicinali umani dell’European Medicines Agency (EMA),  ha espresso il proprio parere favorevole, raccomandandone l’autorizzazione, su due trattamenti anti-Covid; trattasi di Ronapreve (casirivimab/imdevimab) e Regkirona (regdanvimab) individuati dagli esperti come farmaci promettenti nell’ambito della strategia dell’Ue contro la diffusione del coronavirus.

Il Dottor Giulio Tarro, virologo di fama internazionale, ha da sempre affermato che il Covid-19 si cura.
Il Dott. Tarro afferma” l’agenzia regolatoria del farmaco britannica (mhra) ha approvato in anticipo su chiunque altro in Europa il Molnupiravir, prima pillola indicata per il trattamento del Covid ad essere registrata. Essa potrà essere prescritta a chiunque sia testato positivo al Covid ed abbia almeno un fattore di rischio legato ad un possibile contagio grave (obesità, diabete, etrà superiore a 60 anni). Per la Mhra il Molnupiravir è sicuro ed efficace”.
La compressa  di Molnupiravir sarà somministrata due volte al giorno ai pazienti.

Negli studi clinici la pillola , originariamente sviluppata per curare l’influenza, ha ridotto di circa la metà il rischio di ospedalizzazione o morte per Covid.

Il segretario alla salute Sajid Javid ha affermato ” il trattamento è stato un punto di svolta per i più fragili e immunodepressi. Il Regno Unito è ora il primo Paese al mondo ad approvare un antivirale che può essere assunto a casa per il Covid”. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE