fbpx

Estate in arena – sostegno alla realizzazione di rassegne cinematografiche all’aperto

Lazio

Pubblicato da:

alle ore: 09:03

 Prossima Apertura
OBIETTIVI

L’avviso sostiene la realizzazione di eventi estivi incentrati su rassegne cinematografiche all’aperto, volti a rilanciare l’interazione sociale in presenza in una dimensione che unisca intrattenimento e cultura.

PROGETTI AGEVOLABILI

I progetti agevolabili devono:

a.   prevedere una rassegna cinematografica all’aperto, gratuita o a pagamento, con una programmazione pari almeno a 30 giorni nel Lazio, non necessariamente continuativi o in una unica località, durante i mesi di giugno, luglio, agosto e settembre 2022;

b.  prevedere che la rassegna avvenga in una o più arene, ciascuna con almeno 150 posti a sedere e con impianti di proiezione 2K DCP o tecnologia superiore;

c.  avere spese ammissibili non inferiori a 50.000 euro;

d.  possedere almeno una delle seguenti caratteristiche:

  • essere prosecuzione di rassegne cinematografiche all’aperto che nel quinquennio 2017 – 2021 hanno realizzato almeno 60 spettacoli cinematografici, come attestato da documentazione SIAE;
  • essere presentati e gestiti da organizzazioni che nel quinquennio 2017 – 2021 hanno gestito rassegne cinematografiche all’aperto che abbiano realizzato almeno 100 spettacoli cinematografici nel triennio, come attestato da documentazione SIAE.

BENEFICIARI

Possono beneficiare del contributo:

  1. le società, anche cooperative, iscritte al registro delle imprese;
  2. le associazioni dotate di proprio codice fiscale, il cui statuto o atto assimilabile sia depositato all’Agenzia delle Entrate, e le altre persone giuridiche iscritte al Registro nazionale o regionale delle persone giuridiche di cui al D.P.R. n. 361 del 10 febbraio 2000 o al Registro Unico del Terzo Settore di cui al D. Lgs. n. 117/2017.

Sono escluse le persone fisiche anche se Liberi Professionisti o titolari di Ditte Individuali.

Ad ogni beneficiario può essere finanziato una unica rassegna cinematografica.

CONTRIBUTO

Il contributo è un aiuto al funzionamento di cui all’art. 53 del Reg. (UE) 651/2014 ed è concesso e poi erogato nella misura necessaria a coprire la differenza tra le spese ammissibili e poi effettivamente sostenute e le entrate riconducibile alla rassegna cinematografica e alle attività culturali ad essa strettamente connesse (interventi degli autori o attori o critici, comunicazione, altro).

Qualora la rassegna cinematografica sia parte di un evento più articolato, eventuali spese relative all’intero evento possono essere riconosciute ammissibili in parte in base a riconosciuti criteri di imputazione contabile.

Non sono ammissibili i costi dell’evento che siano direttamente riconducibili – o imputabili – ad attività diverse dalla rassegna cinematografica e in particolare ad attività commerciali (somministrazione di alimenti e bevande, vendita al dettaglio, altro), i cui proventi netti possono contribuire a ridurre la differenza tra spese e entrate della rassegna cinematografica e il contributo concesso (con relativo punteggio premiante).

Ciascun contributo non può superare l’importo di 50.000 euro per Progetto e per Beneficiario e non può superare l’80% delle spese riconducibili alla rassegna cinematografica. E’ quindi richiesto un cofinanziamento minimo del 20%.

Sono ammesse le spese sostenute anche prima della pubblicazione dell’Avviso.

PROCEDURE DI SELEZIONE

Saranno finanziate, seguendo l’ordine di graduatoria, le iniziative formalmente ammissibili che raggiungono i punteggi soglia previsti per ognuno dei criteri di valutazione e che totalizzano un punteggio complessivo pari almeno a 60.

criteri di valutazione sono:

  1. valenza culturale della rassegna cinematografica oggetto del Progetto, sia con riferimento alla qualità della programmazione proposta che alla qualità, attrattività, innovatività e intensità delle attività culturali ad essa strettamente connesse (punti 0-15, soglia 9);
  2. capacità tecniche, organizzative e amministrative dell’organizzazione proponente. In particolare, si terrà conto dell’esperienza nell’aver già realizzato manifestazioni culturali in collaborazione con uno o più enti pubblici, dell’entità dei contributi pubblici ricevuti e amministrati, e della capacità di attivare reti di collaborazione con sponsor, attori locali e altri partner (punti 0-15, soglia 9).

I criteri di premialità (senza punteggio soglia) sono:

  • maggior durata della rassegna cinematografica rispetto al minimo di 30 giorni (punti 0-15);
  • maggior numero di posti a sedere durata della rassegna cinematografica rispetto il minimo di 150 posti (punti 0-15);
  • avviamento della rassegna o esperienza specifica dell’organizzazione (punti 0-15).
  • rapporto tra il contributo richiesto e le spese ammissibili della rassegna cinematografica o entità del cofinanziamento (punti 0-15);
  • valenza sociale dell’evento previsto con particolare riguardo alla carenza di offerta cinematografica e di eventi culturali estivi nel bacino di utenza di riferimento, ad eventi che prevedono forme di partecipazione delle comunità locali, di cinefili o di giovani, tese a creare un capitale sociale a sostegno dell’evento e della sua riproducibilità nel tempo, alla presenza di azioni tese a favorire l’inclusione sociale e alla appropriatezza di forme di gratuità generali o selettive previste dal Progetto quando funzionali a tale valenza sociale (punti 0-10).

OBBLIGHI

I Beneficiari assumono l’obbligo di  dare visibilità  alla Regione Lazio apponendo il logo  della regione Lazio nell’arena e su tutti i materiali promozionali e i comunicati stampa e proiettando uno spot appositamente fornito dalla Regione Lazio prima di ogni spettacolo cinematografico.

In caso di rassegne cinematografiche a pagamento, i Beneficiari assumono inoltre l’obbligo di praticare condizioni di miglior favore ai ragazzi tra i 14 e i 30 anni, aderendo al progetto Lazio Youth Card, l’app della Regione Lazio dedicata a tale scopo.

EROGAZIONI

Il contributo è erogato al massimo in due tranche, con l’applicazione della ritenuta d’acconto del 4% di cui all’art. 28, comma 2 del DPR 600/73.

  • Una prima tranche, facoltativa, alternativamente in forma di:
    • anticipo, in misura non superiore al 50%, garantito da fideiussione bancaria o assicurativa,
    • SAL, in proporzione ai costi sostenuti e rendicontati in misura almeno pari al 30% di quelli ammessi.  L’erogazione a SAL non può superare l’80% del contributo concesso.
  • Una seconda tranche, in misura pari al restante ammontare dovuto in base alle spese effettivamente sostenute, non coperte da entrate, previa presentazione dei conti di consuntivo della rassegna cinematografica, o dell’intero evento nel caso in cui le altre attività contribuiscano a ridurre le perdite di esercizio.

La rendicontazione di saldo deve essere resa sotto la responsabilità di un revisore legale dei conti, il quale deve essere incaricato dal Beneficiario al momento della sottoscrizione dell’Atto di Impegno in conformità con quanto ivi previsto. Il costo del revisore legale è un costo ammissibile.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Tramite GeCoWEB Plus dalle ore 12:00 del 15 giugno 2022 e fino alle ore 18:00 del 21 giugno 2022. Il Formulario di GeCoWEB Plus dedicato all’Avviso è disponibile dalle ore 12:00 dell’8 giugno 2022.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

Facebook
Twitter
Instagram
YouTube