fbpx

Fascisti assalgono la CGL, ma il vero pericolo è il PD

Politica

di Roby Guerra

 

https://www.ilgiornale.it/news/politica/fascisti-non-conosco-matrice-scontro-letta-meloni-1981087.html

 Attenzione per il futuro immediato italiano: l’assalto alla Cgl a Roma di minoranze assolute nel paese (estrema destra neofascista) , ecc., durante una manifestazione No Green Pass autorizzata come normale in Democrazia, (Non NO VAX) ha smascherato una volta di più il vero pericolo italiano, quello di un Partito, il PD, quello che tollera sulla pelle e i soldi degli italiani, lo sconcertante libero sbarco e circolazione (quando spesso fuggono, anche infetti) dei soliti sedicenti migranti, il più grande bluff pseudodemocratico del Primo Duemila: non perché il problema non esista, ma mai affrontato in modi realistici e non tipo il Papa… dall’Unione Europea e dall’ Italia in primis quando governa la sinistra, per mero business. Una sinistra assolutamente nulla, il cui unico argomento che la eccita e la tiene in “vita” è il solito ritornello del fascismo.

E che giustamente chiede quindi di estendere la Legge Scelba ma non ai Centri Sociali Rossi, a partiti dell’estrema sinistra (LIberi e Uguali il partito di Speranza, ministro della Salute in emergenza covid!) fregandosene persino dell’Europa che ha decretato comunismo uguale a fascismo e quindi fuorilegge.

E tale totalitarismo neppure strisciante accomuna il PD a tutti i Dem internazionale con le follie del Politicamente corretto e del genderismo estremo, oltre che una svolta di classi abbienti  e ricche contro i Lavoratori, certificato da tempo dagli elettori che provengono da quegli ambienti!

Nello specifico dei fatti in questione di questo weekend, mai nessuna riflessione critica di un sindacato che da decenni non  fa più gli interessi dei lavoratori (magari lottando per la pensione a 60 anni, fondamentale per creare nuovi posti di lavoro per i giovani,,, ecc ecc la vera rivoluzione elettronica e robotica, vero smart working e telelavoro, su questo lo stesso Brunetta ridicolo e passatista, ecc. ecc.

E in ogni caso sul Green Pass nessuna riflessione critica dello stesso Draghi e del governo: un conto i Vaccini obbligatori che neppure hanno logicamente “imposto”, un conto una legge inutile con i vaccini obbligatori che è un passpartout – i Green Pass – per prossime leggi orwelliane, perchè già la matrice è quella (il silenziato ormai quasi Cacciari, un filosofo vero, non troppi altrove cortigiani intellettuali, non un comunque limitato o mediocre Politico di Governo, di destra o sinistra speculare, troppo spesso).

In ogni caso, il fascismo non è una minaccia, lo è invece il PD e la nostra cultura intellettuale ancora egemonizzata dalle pseudeosinistree lo è gran parte del governo, con lo stesso Draghi, eccezione tra poche eccezioni (idem piaccia o meno Salvini che sui migranti da anni ha quasi unico le idee chiare..)…

Draghi presidente della Repubblica nel 2022, e finalmente al voto in Italia, con magari poi vincitrice la Meloni, per una Italia, non più solo storicamente come giusto antifascista ma finalmente anticomunista, probabile unica oasi futuribile in Italia per salvare la Democrazia, la fine del politicamente corretto, nella cultura, nell’informazione e sulla questione migranti (e per la ridefinizione  di un’altra Europa…)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE