fbpx

Forum dell’acqua 2024. Ora c’è anche Venezia

Ambiente & Salute

“Venezia sarà parte del Decimo Forum Mondiale dell’Acqua 2024, qualora l’Italia dovesse essere sede dell’evento che porterà più di 100.000 visitatori, capi di Stato, rappresentanti delle Religioni di tutto il Mondo nel nostro Paese”.  Lo ha annunciato Endro Martini, geologo e Presidente di Italy Water Forum 2024.

 “La candidatura presentata a Marsiglia dove si assegna la sede prevede che durante il periodo del Forum e nei giorni pre e post forum un team di agenzie di viaggio organizzerà una serie di visite tecniche, ben 15, in luoghi caratterizzati dalla presenza di “acqua” sia naturale che artificiale – ha continuato Martini – con scenari che testimoniano la storia e la grande bellezza dei paesaggi acquatici italiani. I partecipanti saranno accompagnati da uno o più tecnici. Venezia si trova nel nord-est dell’Italia, nel mezzo della laguna veneziana alla fine del mare Adriatico. E’ una città interamente circondata da acqua salata e attraversata da canali. Con le sue gondole, i canali, i ristoranti fantastici e l’atmosfera romantica indimenticabile, Venezia sarà sicuramente una città da non perdere.

Il Forum Mondiale dell’Acqua del 2024 sarà un Forum diverso anche perché non avrà solo work – shop ma anche educational su tutto il territorio nazionale. A Venezia sarà possibile visitare, accompagnati dai tecnici che hanno realizzata la grande opera, il MO.S.E. o Mose (modulo sperimentale elettromeccanico) un’opera di ingegneria civile, ambientale e idraulica finalizzata alla difesa della città. Fino ad oggi, nel Mondo, hanno visto il MO.SE. in tv, dall’esterno ma durante il Decimo Forum Mondiale dell’Acqua del 2024, in sostanza quello prossimo dopo Dakar che sarà nel 2022, il MO.SE lo si vedrà da vicino. Noi porteremo gli esperti delle altre Nazioni direttamente sul posto con un Tour che sarà anche PRESS TOUR in grado di mettere insieme l’innovazione tecnologica con la sostenibilità ambientale e la tutela del patrimonio culturale”. (9Colonne)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE