fbpx

Forza vitale dalla scrittura

Arte, Cultura & Società

Pubblicato da:

alle ore: 22:17

 di Silvia Passerini

Vorreste sapere se un potenziale partner ha slancio partecipativo, naturalezza e spontaneità, oppure se i vostri figli adolescenti hanno la forza per affrontare la vita con coinvolgimento, entusiasmo e capacità di rinnovamento?

Attraverso la scrittura si può. Lo ha detto Ludwig Klages (1872-1956), fondatore della grafologia tedesca, laureato in chimica e studioso anche di filosofia, psicologia e grafologia. Il pensiero di Klages è stato influenzato dalla dottrina di Nietzsche e in particolare dal concetto di antagonismo fra anima e spirito.

Klages era attratto dal calore, dalla spontaneità, dall’alleanza tra l’uomo e la natura, dal desiderio di bellezza, dalla gioia, dal godimento e dalla pienezza della vita senza però eccessi, e metteva ciò in antagonismo al senso della misura, all’etica, alla schematizzazione logica, alla negazione della vita come istinto.

Così ha creato il concetto di Livello Vitale, o Formniveau, ossia l’intensità vitale che emerge dalla scrittura. L’intensità della forza vitale può essere ricercata nelle scritture dotate di ritmo, in contrapposizione alle scritture statiche, monotone, con forme povere. Klages ha individuato nelle scritture le caratteristiche grafiche che esprimono un buon Formniveau, ma anche quelle che ci segnalano una scarsa forza vitale o una esagerazione della stessa.

Per avere un buon Livello Vitale la scrittura deve avere il tratto intenso e nutrito che esprime calore, le forme originali che si discostano dal modello appreso a scuola senza però eccessivi stravolgimenti, la fluidità nella conduzione del tracciato; e ancora ritmo sciolto ed elastico, piccole disuguaglianze che vivacizzano il grafismo, ma non disturbano il contesto grafico, padronanza nell’impostazione spaziale, buona ripartizione dello spazio grafico tra il bianco del foglio e il nero dell’inchiostro e buon dialogo tra i gesti liberi e quelli controllati. Tutto ciò esprime ricchezza nell’individuo, intensità delle sue energie istintive, capacità di rinnovamento, pienezza dell’essere in termini di slancio, di partecipazione, di naturalezza e di spontaneità.

Un buon Formniveau è tanto più importante quanto più lo scrivente ha un livello culturale modesto, in quanto indica una buona capacità di evoluzione personale non dipendente dagli studi o dall’ambiente sociale in cui è inserito lo scrivente.

Nel gesto grafico dei bambini non è possibile accertare il Livello Vitale, in quanto nella fase di apprendimento la scrittura appare statica; il ritmo interviene successivamente, quando la grafia viene personalizzata e la forza ben canalizzata.

Se invece la scrittura del vostro partner presentasse delle esagerazioni nelle caratteristiche grafiche tipiche del Livello Vitale, come: tratto molto intenso e eccessivamente calcato, molta tensione nella progressione del tracciato, tracciato troppo teso e rigido, movimento esagitato e poco controllato, ecc…, sicuramente ha un carattere non facile, ma per saperne di più è possibile sempre consultare un grafologo che, con un’analisi dettagliata della grafia, può mettere in chiaro la personalità, i punti di forza e quelli di debolezza, per poter dialogare con lo scrivente o anche per capire se davvero sia la persona giusta con cui intraprendere una relazione.

Al contrario le scritture monotone, statiche, con tracciato debole e molle, senza originalità né calore e senza slancio hanno un basso Livello Vitale. Non dovete preoccuparvi, coloro i quali presentano una simile scrittura avranno senz’altro altre qualità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

Facebook
Twitter
Instagram
YouTube