STALLO SUL CLIMA. FOTO DI GRUPPO CON MEDICI E INFERMIERI IMPEGNATI NELLA LOTTA AL COVID

Si alla minimum tax per i big dell’economia mondiale e confermato l’obiettivo di vaccinare contro il Covid il 70% del mondo entro il 2022, ma rimane lo stallo sulla lotta al riscaldamento climatico. Cancellata la deadline del 2050 per un mondo a emissioni zero. “E’ tempo di agire”, e’ stato l’appello di Mattarella ai leader. Corteo dei giovani a Roma: “Voi la malattia, noi la cura”. 

Medici e infermieri impegnati nella lotta al Covid insieme ai leader del mondo nella foto di famiglia, tra applausi e sorrisio. Il presidente americano Joe Biden si presta ai selfie, la cancelliera Angela Merkel e la presidente della Commissione Ue Ursula Von der Leyen si intrattengono con i medici dell’ospedale Spallanzani e dell’hub vaccinale di Fiumicino. Una foto simbolo che rappresenta certamente il momento più bello del G20 di Roma.

Rimangono i problemi sulla lotta al riscaldamento climatico. India e Cina chiedono ‘tempi supplementari’ per centrare l’obiettivo delle emissioni zero. La data del 2050 rischia di non figurare nel documento, anche sulle azioni concrete da adottare per fermare il surriscaldamento del pianeta sotto 1,5 gradi ci sarebbe stallo. “Le bozze finora trapelate sono versioni preliminari”, fanno sapere da palazzo Chigi. E ancora: “Il lavoro degli sherpa proseguirà a lungo, come è normale che avvenga. Il drafting è un esercizio molto complesso e le bozze circolate sono preliminari”. Tutto questo a poche ore dal vertice di Glasgow, dove lunedì si aprono i lavori del Cop26.

Piu’ crescita, meno diseguaglianze, piu’ sostenibilita’: e’ il “nuovo modello economico” che i piani di ripresa lanciati dopo la crisi Covid stanno costruendo e di cui “tutto il mondo beneficera’”. Draghi lo dice ai leader riuniti a ROma per il G20. E aggiunge: si puo’ guardare al futuro “con piu’ ottimismo”. Non bisogna pero’ “fare errori”, e lasciarsi alle spalle la pandemia ma anche “protezionismo, unilateralismo, nazionalismo”, sottolinea.

 Il Presidente del Consiglio esprime “grande soddisfazione per l’accordo raggiunto da Unione Europea e Stati Uniti sui dazi su acciaio e alluminio. La decisione, che coincide con il Summit G20 di Roma, conferma l’ulteriore rafforzamento in atto delle gia’ strette relazioni transatlantiche e il progressivo superamento del protezionismo degli scorsi anni”. Lo afferma Palazzo Chigi in una nota. Il Presidente auspica “che questo accordo sia un primo passo verso un’ulteriore apertura degli scambi tra UE e Stati Uniti, per favorire la crescita di entrambe le economie”.

Il G20 dei partner a Roma resterà nella storia per la sua sobrieta’, tra arte, Musei Vaticani e fili di perle. La giornata delle first lady e dei due first gentlemen tedeschi, il marito di Angela Merkel, Joachim Sauer, e quello della presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, Heiko, e’ iniziata al Colosseo, dove sono stati accolti dalla signora Serena Draghi. Boris Johnson in serata si e’ concesso con la moglie Carrie una cena a base di pajata e coratella in un ristorantino vicino piazza Navona.  “Accolti con un calice di Franciacorta, hanno ordinato entrambi un antipasto di funghi alla piastra con burratina; a seguire la signora ha chiesto una carbonara e mister Johnson un piatto di pajata con contorno di coratella con carciofi. Per dessert un tiramisu’ per la signora, formaggi con miele per mister Johnson”, si legge sul sito del ristorante che li ha ospitati. Mogli e mariti dei leader del G20 hanno pranzato a Villa Pamphilj. C’era anche la first lady americana Jill Biden. Poi la visita ai Musei Vaticani e alla Cappella Sistina. In serata cena offerta dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. C’erano tutti tranne Carrie Johnson, che ha accompagnato il marito alle Terme di Diocleziano, e Jill Biden, che con il marito ha fatto una sosta nella chiesta di San Patrizio, vicino via Veneto.

Prima del vertice del G20 il premier britannico Boris Johnson – grazie all’autorizzazione concessa dal ministero della Cultura e dalla presidenza del Consiglio italiano- ha ammirato la bellezza del Colosseo in totale solitudine. Poi è stata la volta di mogli e consorti dei leader, accolti da Serena Capello Draghi per la visita all’Anfiteatro Flavio. Occhi puntati su Carrie Johnson, incinta di sette mesi, che per l’occasione ha scelto un blazer rosso fuoco di Zara.  Domenica mattina una passeggiata per il centro di Roma di presidenti e consorti per una foto opportunity a Fontana di Trevi.

“Dov’è Boris? Boris?”. Mario Draghi cerca con insistenza Boris Johnson, in ritardo per la foto ufficiale del G20. Nel video della ‘photo opportunity’, con tutti i leader già in posa, il premier richiama il collega inglese che sale sul podio per ultimo insieme al primo ministro canadese Justine Trudeau, mentre Emmanuel Macron e Ursula von der Lyen sorridono divertiti.