fbpx

Gualtieri sindaco a Roma e Lo Russo a Torino. Di Piazza confermato Trieste

Politica

 In ballo altri 7 comuni capoluogo: Varese, Savona, Latina, Benevento, Caserta, Isernia e Cosenza

© AGF – Roberto Gualtieri e Stefano Lo Russo

Il centrosinistra vince a Roma e a Torino, mentre il forzista Dipiazza viene confermato Trieste. 

Il candidato del centrosinistra nella Capitale, Roberto Guatieri, è al 60%, rispetto allo sfidante di centrodestra Enrico Michetti, al 39%. Stessa ‘distanza’ a Torino, dove il candidato del centrosinistra Stefano Lorusso ottiene il 59,23%, mentre il candidato del centrodestra Paolo Damilano si attesta al 40,77%.

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2021 – BALLOTTAGGIO

Sommando i risultati dei primi turni con quelli dei ballottaggi, il centrosinistra conquista la maggioranza delle grandi città in cui si è votato: Milano, Bologna e Napoli al primo turno, Torino e Roma al secondo. A Trieste, confermato Roberto Dipiazza 51,29% contro il 48,71% del dem Francesco Russo, in attesa di capire come si concluderà la sfida a Trieste.

Rispetto alle scorse elezioni amministrative nel 2016, infatti, il centrosinistra ha confermato la guida di Milano, con Beppe Sala che ha vinto al primo turno, e a Bologna con Matteo Lepore che ha vinto al primo turno.

A Napoli, dove alle scorse elezioni aveva vinto Luigi De Magistris, al primo turno si è aggiudicata la vittoria il candidato del centrosinistra assieme al Movimento 5 stelle Gaetano Manfredi. Il centrosinistra conquisterebbe in più la Capitale, dove nel 2016 aveva ampiamente vinto la sindaca M5s Virgiania Raggi, e la città di Torino, anch’essa a guida M5s dopo la vittoria di Chiara Appendino nel 2016.

Se il testa a testa che si profila a Trieste, con il sindaco uscente del centrodestra Roberto Dipiazza in svantaggio rispetto allo sfidante Francesco Russo, dovesse risolversi a favore del secondo, il centrosinistra governerebbe in sei grandi città in cui si è votato. Infine, da registrare un ulteriore calo dell’affluenza, già in discesa ai primi turni.

 

ordina 
  •  19:30

    Lo Russo arrivato al Palazzo civico di Torino

     “Essere qui è un onore”. Lo ha affermato Stefano Lo Russo, vincitore del ballottaggio a Torino, arrivando a Palazzo civico. “Sono contento del risultato, del fatto si essere riusciti a ribaltare un pronostico che ci dava in svantaggio – ha detto – ci siamo riusciti perche’ abbiamo messo al centro le questioni della città. Il notevole incremento di voti al ballottaggio ci responsabilizza molto: la nostra amministrazione avrà a cuore la ripartenza della città, il futuro di Torino, e il contrasto alle diseguaglianze”. 

  •  19:20

    Serracchiani: “Confermata sintonia Pd con il Paese”

    “Lo straordinario risultato di questo turno amministrativo premia la scelta di puntare su persone competenti, esperte, che conoscono la propria comunita’, che hanno le qualita’ per guidare al meglio le citta’ e che sapranno anche ricucire il rapporto tra societa’ e politica per battere disaffezione e astensione. Ed e’ anche il riconoscimento della capacita’ del Pd di essere in sintonia con il Paese dove la pandemia ha cambiato il clima e le priorita’. Abbiamo dato prova di essere un partito serio, che guarda all’interesse generale, che sostiene con forza e convinzione l’azione del governo per portare l’Italia fuori dalla crisi seguendo la strada della gradualita’ e del rigore” afferma Debora Serracchiani, capogruppo Pd alla Camera.

  •  19:00

    Meloni: “Non si può gioire con 24% votanti”

    “Penso che nessuno in cuor suo possa gioire quando il sindaco di Roma viene eletto con il voto del 24 per cento dei cittadini aventi diritto” sottolinea Giorgia Meloni.

  •  18:40

    Berlusconi sente Di Piazza, auguri e buon lavoro

    Il presidente di FI Silvio Berlusconi ha sentito Roberto DiPiazza, eletto sindaco di Trieste, per complimentarsi e augurargli buon lavoro. Lo si apprende da fonti di FI. 

  •  18:39

    A Francavilla al Mare il primo sindaco donna

    Francavilla al Mare, in Abruzzo, ha eletto il primo sindaco donna della città. Luisa Russo, candidata del centrosinistra, è infatti il nuovo primo cittadino. Con il 65,75 dei voti ha sconfitto Roberto Angelucci, coalizione di centrodestra, che si è fermato al 34,25%.

  •  18:38

    Meloni, ringrazio tutti i candidati

    “Voglio fare un ringraziamento sentito a tutti i candidati del centrodestra. Già chiamato il sindaco Roberto Dipiazza. Voglio anche ringraziare Paolo Damilano ed Enrico Michetti”. Così Giorgia Meloni in conferenza stampa. 

  •  18:37

    Meloni, da sinistra campagna come lotta nel fango

    “La sinistra ha trasformato questa campagna elettorale in una specie di lotta nel fango. Tentare di spaventare cittadini con argomenti falsi. Questo ha allontanato tantissimo cittadini. E portato alla mobilitazione di un elettorato ideologico”. Così Giorgia Meloni in conferenza stampa. 

  •  18:35

    Nardella, vince centrosinistra largo e inclusivo

    “Cappotto. Quella di oggi è una giornata memorabile: dopo Milano, Bologna e Napoli, anche Roma e Torino. Un 5 a 0 netto nelle grandi città”. A dirlo con un post social è il sindaco di Firenze, Dario Nardella, che sottolinea: “Vince il Pd vero, quello del Paese reale e un’idea di centrosinistra largo e inclusivo, ricco di civismo e pragmatismo”. Nardella rivendica l’importanza dell’appuntamento elettorale “non è solo un fatto ‘amministrativo’” perché i sindaci “hanno un ruolo sempre più rilevante anche dal punto di vista politico” e poi “non vanno confuse con quelle politiche nazionali, ma quando sono chiamati a votare 12 milioni di cittadini in 1.200 Comuni valgono molto e sono una stella polare per affrontare le prossime elezioni”. Il primo cittadino di Firenze lancia un appello a sfruttare la vittoria elettorale: “Ora i partiti e i movimenti democratici ed europeisti raccolgano questo vento che viene dai territori e dalle città e lo trasformino in una strategia e in una visione per il cambiamento del Paese”.

  •  18:34

    A Latina sorpresa Coletta, centrodestra battuto

    Latina in linea con l’andamento nazionale conferma il sindaco uscente Damiano Coletta che, eletto cinque anni fa con una coalizione civica, ha allargato in questa tornata elettorale anche al Partito Democratico. Coletta ha battuto un esponente storico della destra di Latina, l’ex sindaco, ex parlamentare ed ex consigliere regionale Vincenzo Zaccheo. Un risultato straordinario perché stavolta – a differenza di cinque anni fa quando Coletta vinse contro un centrodestra diviso e piegato dalle inchieste giudiziarie – Zaccheo poteva contare sul sostegno di Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia al completo che lo hanno appoggiato in corsa, dopo che già dalla scorsa estate aveva lanciato una coalizione civica di area. A nulla è servita la presenza, in più occasioni, dei leader nazionali di centrodestra a Latina: Zaccheo ha perso con 45 punti percentuali contro i 55 raccolti da Coletta che ha ribaltato completamente il risultato del primo turno che vedeva il suo competitor in netto vantaggio.

  •  18:32

    Meloni, debacle M5s e verso ritorno bipolare

    “Parlare di debacle del centrodestra è eccessivo. E’ debacle del Movimento 5 stelle. Lo considero positivo, nel senso che lentamente stiamo tornando verso un sistema bipolare”. Così Giorgia Meloni in conferenza stampa. 

  •  18:30

    Meloni, centrodestra sconfitto. Tutti consapevoli

    “Credo che si debba riconoscere che il centrodestra esca sconfitto da queste elezioni amministrative. Ne siamo tutti consapevoli” afferma Giorgia Meloni in conferenza stampa.

  •  18:23

    Centrosinistra conferma sindaco Caserta

    Il centrosinistra conferma il sindaco di Caserta. Carlo Marino ha ottenuto al ballottaggio il 53,65% dei voti.

  •  18:22

    Michetti chiama Gualtieri: “Auguri per incarico prestigioso”

    Il candidato sindaco di Roma del centrodestra Enrico Michetti ha chiamato il neo sindaco Roberto Gualtieri al quale ha fatto i complimenti per la vittoria e ha augurato i migliori auguri di buon lavoro “per un incarico prestigioso e che si preannuncia comunque molto difficile”. Lo comunica lo staff di Michetti.

  •  18:21

    Boschi (IV), hanno vinto riformisti, bene così

    A gennaio dicevano: se cade Conte, Salvini e Meloni vinceranno tutte le elezioni. Mi pare che Conte sia caduto. E che almeno a questo giro i riformisti abbiano vinto, i populisti abbiano perso. Bene così”. Così in un tweet Maria Elena Boschi, presidente dei deputati di Italia Viva. 

  •  18:15

    Salvini: problema eletti da minoranze di minoranze

    “Gli elettori hanno sempre ragione, se a Roma ha vinto Gualtieri, buon lavoro a Gualtieri, se a Trieste ha vinto Di Piazza, buon lavoro a Di Piazza. A Cosenza c’erano due Caruso, quindi buon lavoro a Caruso, a prescindere. Però se uno viene eletto sindaco da una minoranza della minoranza, evidentemente è un problema, non per un partito ma per la democrazia” sottolinea Matteo Salvini. “Io penso – ha aggiunto – al ruolo dei politici ma anche dei giornalisti, eclusi i presenti, se penso all’ultimo mese di campagna elettorale tra primo e secondo turno quando si parla di vicende private di qualcuno, di abitudini sessuali, di assalti fascisti”.

  •  18:13

    Di Maio, remare compatti nella stessa direzione

    “Occorre remare, compatti, nella stessa direzione. Rimaniamo concentrati sul rilancio del Paese, c’è tanta voglia di tornare a vivere normalmente, a lavorare e a progettare il futuro”. Lo dice il ministro Luigi Di Maio dopo le prime proiezioni di voto per le elezioni amministrative. 

  •  18:10

    Michetti, ringrazio elettori e partiti centrodestra

    “Ringrazio tutti coloro che mi hanno votato e la grande lealtà dei partiti che mi hanno sostenuto, Ringrazio tutti per questa opportunità che mi è stata offerta”. Lo ha detto il candidato sindaco di Roma del centrodestra, Enrico Michetti, commentando nella sede del comitato elettorale il risultato del ballottaggio.

  •  18:08

    Di Maio, Raggi-Appendino tesoro da custodire

    “Un ringraziamento speciale va alle nostre due sindache uscenti, Virginia e Chiara, per il lavoro che hanno svolto con coraggio, competenza, determinazione. Sono stati cinque anni lunghi, intensi. Sicuramente non facili, ma questo bagaglio di qualità e risultati ottenuti per noi è un tesoro da custodire e mettere a disposizione degli amministratori che verranno, e di tutto il Movimento 5 stelle”. Lo scrive Luigi Di Maio su Facebook. 

  •  18:07

    Michetti, in queste condizioni fatto quello che si poteva

    “Abbiamo dato il massimo e in queste condizioni abbiamo fatto quello che si poteva”. Lo ha detto il candidato sindaco di Roma del centrodestra, Enrico Michetti, commentando nella sede del comitato elettorale il risultato del ballottaggio.

  •  18:04

    Letta, quadro politico reggerà

    “Sulla destra mi sono sempre detto che ognuno deve pensare ai suoi problemi e a fare bene il proprio lavoro. II partito democratico cresce e vince sostenendo il governo Draghi. Il Pd è a suo agio in questa situazione politica, altri sono in difficoltà”. Lo ha detto il segretario del Pd Enrico Letta commentando i risultati dei ballottaggi nella sede del Nazareno.
         “Per il Paese questo quadro politico è positivo, continueremo in questa direzione con la massima attenzione. Credo che il quadro politico regga e che rafforzi il governo “, ha aggiunto. “La gestione da parte del governo di venerdì scorso, che doveva essere la giornata dell’apocalisse, lo dimostra”.

  •  17:56

    Torino: Damilano “faremo opposizione costruttiva”

    “Sono molto orgoglioso del risultato di Torino. Siamo partiti con un gruppo di torinesi coraggiosi che volevano cambiare la loro città e ci siamo ritrovati come seconda forza politica. Abbiamo avuto straordinari compagni di viaggio, gli amici di Progresso Torino. Dopo questo voto le due liste diventeranno un solo progetto che lavorerà per il bene della città”. Lo ha affermato il candidato sindaco del centrodestra a Torino, Paolo Damilano, commentando l’esito del ballottaggio. “Lo faremo con una opposizione costruttiva – ha spiegato – che non dirà mai di no ai progetti che miglioreranno la città. Saremo costantemente attenti perché neanche un euro del Pnrr venga sprecato o usato per fare un debito cattivo. Vigileremo perché le periferie abbiano finalmente il posto che meritano nelle strategie della città e perché nessuno venga lasciato indietro”.

  •  17:35

    Torino: Damilano “la vera sconfitta è la politica”

    “Il 60% dei torinesi non si è recato alle urne, la vera sconfitta è la politica. La vera sconfitta è il fatto che ci sia una città che non ha più voluto lottare”. Lo ha affermato il candidato sindaco del centrodestra a Torino Paolo Damilano, parlando con i giornalisti a Palazzo civico. “Purtroppo Torino non ha avuto voglia di lottare – ha aggiunto – non ha avuto voglia del cambiamento e noi dovremo invece essere bravi tutti, nel cercare di portare questo partito di maggioranza, cioè chi non ha votato, all’interno del Consiglio comunale e renderlo partecipe”. 

  •  17:29

    Torino: Lo Russo “ringrazio Damilano per la lealtà della competizione”

    Tra i ringraziamenti fatti nella prima conferenza stampa da sindaco Stefano Lo Russo, uno lo rivolge a Paolo Damilano, candidato del centrodestra. “Ringrazio Paolo Damilano per la lealtà della competizione – ha detto – Torino ha dato prova di stile e di come si può lavorare anche in termini competitivi e collaborativi. È stata una campagna elettorale contraddistinta da lealtà ed educazione”.

  •  17:27

    Secondo Enrico Letta questo voto rafforza il governo Draghi

    “Ha pagato aver scelto i migliori candidati, l’unità del centrosinistra ma anche il lavoro fatto al governo, con la coerenza è la chiarezza sulle vaccinazioni e sul Green Pass”. Lo ha detto il segretario del Pd Enrico Letta commentando i risultati dei ballottaggi nella sede del Nazareno. “Dopo una vittoria cosi superiore a qualsiasi aspettativa, che va oltre il voto per le città, noi potremmo avere interesse ad andare subito al voto nazionale per cogliere l’onda. Ma la nostra forza è il fatto di non andare dietro ad interessi di parte. Quindi dico qui che questo voto rafforza il governo Draghi”, ha aggiunto.

  •  17:26

    Torino: Appendino “interrogarsi sull’astensionismo”

    “Oggi non è la giornata di fare analisi elettorali, c’è il tema dell’astensionismo che credo dovrà interrogare tutte le forze politiche, pure la mia anche se a questa tornata non abbiamo partecipato. Dobbiamo analizzare il voto con attenzione e non mi sottraggo, lo faremo sicuramente nei prossimi giorni”. Lo ha affermato la sindaca di Torino, Chiara Appendino, commentando i dati delle elezioni. “Credo che l’astensionismo e le due circoscrizioni di Torino Nord – ha aggiunto Appendino – pongano un tema politico e di rappresentanza, che interessa tutte le forze politiche”.

  •  17:25

    Damilano: “astenuti sono il primo partito a Torino”

    “In questa strana elezione, tre torinesi su cinque hanno scelto di non votare per il sindaco. Rappresentano il primo partito partito che non ha voce in Consiglio comunale. Noi non ci rassegnano e lavoreremo per coinvolgere uno a uno tutti i torinesi che si sentono abbandonati dalla politica”. Lo ha affermato il candidato sindaco del centrodestra a Torino, Paolo Damilano, arrivando a Palazzo civico, dopo la vittoria di Stefano Lo Russo.

  •  17:21

    Letta: “Il Pd è rilanciato, vince ovunque”

    “Oggi possiamo dire che il Pd oggi è rilanciato, in linea con le scelte di Nicola Zingaretti, vince queste elezioni e le vince ovunque, non solo a Roma e Torino”. Lo ha detto il segretario del Pd Enrico Letta commentando i risultati dei ballottaggi nella sede del Nazareno.

    “Oggi abbiamo ascoltato gli elettori e gli elettori sono più avanti di noi. Gli elettorati si soni fusi, saldati e hanno consentito la vittoria del campo largo”.

     

  •  17:12

    Torino: Damilano “Lo Russo si prenda cura della città”

    “Oggi voglio fare i complimenti a Stefano Lo Russo per una campagna elettorale corretta e sempre all’insegna del dialogo”. Lo ha affermato il candidato sindaco di centrodestra a Torino, Paolo Damilano, commentando l’esito elettorale che ha visto la vittoria di Stefano Lo Russo. “Oltre ad augurargli buon lavoro – ha aggiunto – gli chiedo di prendersi cura di Torino nel momento più complicato della sua storia”.

  •  17:10

    Renzi: “Finisce ovunque il tempo dei 5 stelle”

    “Finisce il tempo dei Cinque Stelle ovunque, a cominciare da Torino, dove Stefano Lo Russo prende il posto di Chiara Appendino”. Lo scrive nella enews Matteo Renzi. “Il sovranismo non paga, il populismo grillino e destrorso si può sconfiggere”. 

  •  17:04

    A Torino Lo Russo ha ringraziato gli ex sindaci di centrosinistra

    Nella conferenza stampa, a spoglio quasi ultimato, Stefano Lo Russo ha voluto ringraziare Valentino Castellani, Sergio Chiamparino e Piero Fassino, suoi predecessori alla guida della città, che lo hanno accompagnato nella campagna elettorale. “Voglio ringraziare – ha detto- tre persone che mi hanno accompagnato e sono state per me una presenza costante. Vi prenderò a modello pur nella vostra specificità per la vostra capacità di essere persone perbene, per il bene che avete fatto alla città. Spero – ha concluso- di essere all’altezza del vostro mandato”. 

  •  16:56

    Lo Russo: “il mio vice sarà una donna”

    Stefano o Russo annuncerà la sua giunta il prossimo 25 ottobre. Lo ha detto il neo eletto primo cittadino del capoluogo piemontese spiegando: “Il mio vice sarà una donna come la maggior parte degli assessori”. “La prima cosa che faro’ sara’ invitare tutte le energie della città a dare una mano al progetto di ricostruzione di Torino. Vorrei vicino al Comune un sistema economico e sociale capace di fare ripartire la città”. Sui prossimi assessori, Lo Russo ha spiegato: “caratteristica che dovranno avere è la competenza specifica della materia di cui dovranno occuparsi. Mi assumo sin da ora la piena responsabilità delle persone che individuerò”.

  •  16:55

    Lo Russo: “il Pd ha rispettato la nostra autonomia”

    “Ringrazio il Pd nazionale di avere rispettato l’ autonomia del territorio”. È quanto ha detto il neo sindaco di Torino Stefano Lo Russo nel corso della conferenza stampa nella sede del suo Comitato. “I rapporti col Pd – ha aggiunto- sono da sempre straordinariamente positivi. In una dialettica democratica ci sta che alcuni dirigenti abbiano un’opinione e altri un’altra. Le polemiche del passato – ha concluso – sono definitivamente messe da parte e il voto di oggi lo dimostra”.

  •  16:41

    Torino: affluenza definitiva al 42,14%

    È del 42,14% l’affluenza definitiva al ballottaggio per l’elezione del sindaco di Torino. Al primo turno aveva votato il 48,08% degli aventi diritto. I dati sono forniti online dal ministero dell’Interno. 

  •  16:40

    Lo Russo: “Ho sentito Damilano e Appendino”

    “Ho già avuto modo di sentire telefonicamente sia Paolo Damilano che Chiara Appendino “. Lo ha detto Stefano Lo Russo aggiungendo “con loro ci vedremo nei prossimi giorni”. 

  •  16:39

    Torino: per la quarta proiezione Rai Lo Russo è al 59,2%

  •  16:36

    Centrosinistra strappa Torino al M5s

    Il centrosinistra con Stefano Lo Russo strappa il sindaco di Toruino al Movimento 5 Stelle. Quando restano da scrutinare 60 sezioni torinesi su 919, il vantaggio di Lo Russo al 59,3% è incolmabile.

  •  16:34

    Lo Russo: “Risultato oltre le nostre aspettative”

    “Un Risultato oltre le nostre aspettative”. Stefano Lo Russo commenta così i dati che lo indicano nuovo sindaco di Torino. “È un esito importante che ci responsabilizza molto. Era tantissimi anni che non c’era mobilitazione così importante e tanti anni che non c’era un centrosinistra così unito”. Per Lo Russo ” la responsabilità è doppia e riguarda sia il progetto, sia chi sa di avere il compito complesso di fare ripartire Torino”.

  •  16:33

    Raggi annuncia sostegno a Gualtieri nelle “battaglie che avranno a cuore Roma”

    “Congratulazioni a Roberto Gualtieri. Roma ha di fronte a sé tante sfide fondamentali: il Pnrr, il Giubileo 2025, Expo 2030. Sono occasioni importanti da non perdere, che porteranno investimenti nella Capitale per oltre dieci anni. Il nuovo sindaco saprà lavorare nell’interesse della nostra comunità. Da parte mia ci sarà leale e costruttivo sostegno nelle battaglie che avranno a cuore Roma”. Lo afferma la sindaca uscente di Roma Virginia Raggi.

    “Per me è stato un onore – prosegue – essere alla guida di questa meravigliosa città. La lotta alla criminalità, il lavoro, l’attenzione per le periferie e i trasporti sono state da sempre le mie priorità. Mi auguro che il nuovo sindaco porti avanti l’importante lavoro avviato in questi cinque anni di amministrazione”.

  •  16:29

    Gualtieri: “Sarò il sindaco di tutti, ora rilanciamo Roma”

    “Sarò il sindaco di tutti, di chi mi ha votato, di chi ha votato per altri, di chi non ha votato. Ora inizia un lavoro di straordinaria intensità per rilanciare Roma e farla funzionare meglio, farla crescere, creare nuova occupazione. Una città più inclusiva, campione della transizione ecologica, motore di innovazione e sviluppo”. Lo ha detto Roberto Gualtieri, parlando nel suo comitato elettorale.

  •  16:24

    A Roma affluenza definitiva al 40,68%, è record negativo

    Al ballottaggio per l’elezione del sindaco di Roma ha votato il 40,68% degli aventi diritto, a fronte del 48,54% del primo turno. È quanto emerge dai dati resi noti dal Viminale. SI tratta del record negativo di affluenza nelle elezioni comunali della capitale dal 1993, primo anno con votazione diretta del sindaco. Il dato più basso sinora era il 45,65% del 2013. 

  •  16:16

    Torino: Carretta (Pd), avevamo candidato migliore

    “Anno dopo anno, giorno dopo giorno è cresciuta in noi la consapevolezza di potercela fare: eravamo convinti di avere il candidato migliore”. Il segretario del Pd torinese Mimmo Carretta commenta con soddisfazione i risultati che delineano la netta vittoria di Stefano Lo Russo. “Abbiamo risposto con le idee, scendendo in piazza contro chi è venuto qui a diffondere odio e alimentare paure. Noi – dice – abbiamo fatto delle proposte: la città ci ha premiato”.

  •  16:13

    Torino: applausi e cori per Lo Russo

    Un forte applauso al grido di “Stefano, Stefano”. Così il candidato sindaco del centrosinistra è stato accolto al suo arrivo al Comitato dove lo attendevano militanti, esponenti di partito e gli ex sindaci Valentino Castellani, Sergio Chiamparino e Piero Fassino. Lo Russo non ha, al momento rilasciato dichiarazioni. Nel suo ufficio sta seguendo l’evolversi dello spoglio, che sta procedendo rapidamente e delinea al momento uno stacco di quasi 19 punti dal candidato del centrodestra Paolo Damilano.

  •  16:09

    Torino: seconda proiezione Rai, Lo Russo 59,2%

  •  16:09

    Torino: Fassino, verso grande vittoria Lo Russo

    “Si profila una grande vittoria”. È il commento dell’ex sindaco di Torino Piero Fassino, che sta seguendo lo spoglio delle amministrative torinesi al Comitato di Stefano Lo Russo. “I cittadini hanno apprezzato la sua capacità di ascoltare il territorio e costruire con loro il programma. C’è stata grande unità della coalizione. I cittadini – ha concluso Fassino – hanno constatato che l’illusione di cambiare per cambiare come 5 anni fa non ha funzionato e lo dimostra il risultato ottenuto dal M5s al primo turno”.

  •  15:51

    Torino: festa al comitato di Lo Russo

    Si festeggia al Comitato di Stefano Lo Russo. Quando sono stati scrutinati poco meno di 300 seggi su 919, il candidato del centrosinistra mantiene uno stacco di oltre 10 punti. Dal megafono qualcuno ha gridato “È fatta” ed è scoppiato l’applauso di militanti e simpatizzanti che stanno attendendo l’arrivo di Lo Russo al Comitato.

  •  15:46

    Torino: Chiamparino, grande vittoria del centrosinistra

    “Non ci sono più margini di variazione significativa “. Così l’ex sindaco di Torino Sergio Chiamparino commenta i dati che delineano sempre più una netta Vittoria di Stefano Lo Russo su Paolo Damilano. “Una grande vittoria di Stefano, una grandissima campagna elettorale del centrosinistra unito. Gli elettori hanno saputo scegliere tra l’effimero e l’esperienza e la concretezza”. 

  •  15:38

    Roma: la prima proiezione Rai dà Gualtieri al 59,1%

  •  15:38

    Torino, per la prima proiezione Rai Lo Russo è al 59,2%

  •  15:20

    Rai, copertura 80%, Gualtieri nettamente avanti

    Con una copertura campione al’80%, è netto il vantaggio di Roberto Gualtieri nell’exit poll del Consorzio Opinio Italia per la Rai sul suo sfidante Enrico Michetti per la conquista della poltrona di sindaco di Roma. Il candidato del centrosinistra è infatti accreditato con una ‘forchetta’ tra il 59 e il 63%, contro il 37-41% del candidato del centrodestra.

  •  15:18

    Roma: Gualtieri prepara un comizio a piazza SS.Apostoli

    Se i dati degli exit poll, che lo vedono in vantaggio su Enrico Michetti, verranno confermati, il candidato sindaco del centrosinistra Roberto Gualtieri dovrebbe tenere un comizio a piazza Santi Apostoli. Prima il deputato Pd potrebbe effettuare una visita anche nella sede del partito al Nazareno.

  •  15:08

    Exit Poll Rai, a Trieste Dipiazza e Russo pari 48-52%

  •  15:08

    A Roma lungo applauso nel comitato Gualtieri

    Lungo applauso nella sede del comitato di Roberto Gualtieri, in via di Portonaccio, al momento della proiezione dei primi exit poll Rai. Il candidato del centrosinistra sta attendendo l’esito dello spoglio al secondo piano di uno stabile post industriale, un tempo allestito a sala da ballo e per eventi. agi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE