fbpx

Harry e Meghan hanno piantato una grana con Spotify 

Mondo

Pubblicato da:

alle ore: 07:40

La coppia ex regale esprime la propria preoccupazione per i contenuti controversi pubblicati sulla piattaforma, ma in un anno ha consegnato uno solo dei podcast previsti dall’accordo da 24 milioni di dollari.

© Angela Weiss / AFP
– Harry e Meghan

 

AGI – Harry e Meghan sono riusciti a piantare una grana anche con Spotify. La coppia ex regale ha un contratto di esclusiva con la piattaforma di streaming audio per una serie di podcast, ma dopo averne realizzato appena uno hanno cominciato a lamentarsi per i controversi contenuti pubblicati da Joe Rogan.

Harry e Maghan hanno espresso la loro preoccupazione a Spotify per i contenuti che possono rappresentare una fonte di disinformazione sul Covid-19, ma – sottolinea un portavoce della loro fondazione, Archewell – sono disposti a continuare a lavorare con la società.

La dichiarazione del Duca e della Duchessa di Sussex arriva dopo che i cantanti Neil Young e Joni Mitchell hanno annunciato che ritireranno la loro musica da Spotify in segno di protesta nei confronti del podcast “The Joe Rogan Experience”, considerato il più popolare negli Stati Uniti.

Secondo il loro portavoce, Harry e Meghan hanno parlato con Spotify già in aprile e hanno affrontato “le reali conseguenze” della disinformazione sulkla pandemia. “Abbiamo continuato a esprimere le nostre preoccupazioni  a chiedere che vengano apportate modifiche  al fine di aiutare ad affrontare questa crisi”, hanno fatto sapere. 

Il punto però è un altro. Nel 2020 iu due hanno sottoscritto un accordo esclusivo con Spotify per 24 milioni di dollari per la prima di una serie di podcast da pubblicare nel 2021, ma finora ne hanno realizzato uno solo, un podcast di 34 minuti, uno speciale di Natale in cui hanno ospitato lo chef José Andrés, il comico James Corden, il musicista Elton John e la tennista Naomi Osaka, che hanno discusso su come affrontare la pandemia e condiviso diversi aneddoti personali. 

Nonostante il podcast si concluda con la promessa di altri episodi in uscita nelle prossime settimane, non c’è mai stato un seguito. “Stiamo formando una squadra che creerà e lancerà un nuovo programma originale con Archewell (produttore di Harry e Meghan) e presenterà le voci di donne di alto profilo” si legge in una offerta di lavoro di lavoro pubblicata da Gimlet, uno studio radiofonico che Spotify ha acquistato nel 2019 e che dovrebbe realizzare proprio i contenuti della coppia ex regale, annunciati un anno fa in pompa magna durate un evento aziendale lo scorso febbraio nella loro casa in California.

Non è solo Spotify ad attendere con ansia i nuovi ‘parti creativi di Harry e Maghan. Secondo The Mercury News, un quotidiano di San José, anche Netflix sarebbe in attesa di contenuti dalla coppia in base all’accordo sottoscvritto in apriole del 2021  per una serie di documentari “Heart of Invictus”, progetto per Netflix realizzato della loro società audiovisiva, Archewell Productions, 

In contratto che Spotify ha con Joe Rogan nel 2020 vale cento milioni di dollari ed è stato più volte criticato per aver promosso teorie complottiste sul coronavirus e incoraggiato a non vaccinarsi. Una lettera firmata da 270 medici e scienziati americani alcune settimane fa ha criticato Spotify per aver consentito la diffusione di messaggi che danneggiano la fiducia del pubblico nella ricerca scientifica e dopo averla letta Neil Young ha deciso che non poteva continuare a sostenere la piattaforma di streaming e ha deciso di rimuovere le proprie canzoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

Facebook
Twitter
Instagram
YouTube