fbpx

Il Lecce non si ferma più. Vittoria 1-3 a Siracusa

Sport & Motori

Impeccabile la prestazione dei giallorossi. Tsonev e Di Piazza migliori in campo

 

Prova di forza del Lecce in trasferta contro il Siracusa. Alla stadio “De Simone” i giallorossi s’impongono 3-1 con i gol di Armellino, Di Piazza e Tsonev. Partita sontuosa dei ragazzi di Liverani, che hanno dominato la gara dal primo all’ultimo minuto, nonostante le assenze per infortunio.

Tre punti pesanti per i salentini contro una delle dirette inseguitrici in classifica. Il Siracusa conferma tutte le difficoltà a giocare davanti al pubblico amico. Soltanto 7 i punti raccolti finora in casa; siciliani decisamente meglio in trasferta. Il Lecce consolida il primato in classifica, allungando anche sul Trapani, fermato sul pari a Matera, e portandosi temporaneamente a +8 dal Catania, che giocherà lunedì contro il Catanzaro.

L’allenatore dei siciliani Bianco ripropone il 3-5-2 vittorioso nello scorso turno a Reggio Calabria, rilanciando in attacco Scardina al posto di Bernardo. Novità in formazione per Liverani. Il tecnico del Lecce, costretto a rinunciare all’ultimo minuto a Mancosu per infortunio, schiera Tsonev dietro le punte Di Piazza e Torromino, quest’ultimo inserito al posto di Caturano. A centrocampo torna titolare Armellino.

Dopo solo 11° minuti il Lecce perde per infortunio anche Di Matteo, sostituito da Ciancio. Nonostante le defezioni, però, la squadra di Liverani gioca in maniera autoritaria imponendo il proprio gioco ed alla prima azione utile passa in vantaggio. Al 15° Armellino sblocca la gara con destro potente che batte il portiere Tomei.  Passano solo 8 minuti ed arriva il raddoppio: assist di Tsonev per Di Piazza, progressione, finta a far sedere il portiere e gol dell’ex Foggia.

Ancora un infortunio per i salentini al 30°. Questa volta è Costa Ferreira a lasciare il campo; al suo posto Pacilli, che va a fare il tre quartista, con Tsonev che arretra a centrocampo. Il Lecce è padrone del campo e quando avanza con tre tocchi va in porta. Al 37° Torromino sfiora il 3 a 0 su assist di Di Piazza. Miracolo del portiere Tomei. Siracusa in grande difficoltà a livello tattico, con la difesa lenta ad accorciare sui portatori di palla e con i due esterni di centrocampo costretti ad arretrare.

Nel secondo tempo, i siciliano provano a cambiare ritmo ed alzare il baricentro con l’ingresso in campo dell’attaccante Bernando per il deludente Scardina. Tuttavia, i padroni di casa non riescono ad impensierire davvero il portiere leccese Perucchini. Anzi, lasciano spazi per i contropiedi avversari propiziati da un Di Piazza in grande condizione. Al 63° arriva il terzo gol del Lecce. Tsonev, appena dentro l’area, trova un gol spettacolare con un tiro al volo sotto l’incrocio dei pali; parabola imprendibile per Tomei. Il bulgaro suggella una prestazione personale di grande qualità e sostanza.

Al 72° la difesa del Lecce si distrae ed il Siracusa accorcia le distanze con il colpo di testa di Catania su cross di Mancino. La partita si ravviva. Al 75° espulso l’allenatore dei siciliani Bianco. Liverani ridisegna la squadra inserendo Drudi e Caturano al posto di Di Piazza e Torromino, rafforzando il centrocampo. Cambi efficaci perché, nonostante i tentativi dei padroni di casa, non succede più nulla, con il Lecce che controlla senza problemi la gara fino al fischio finale.

Prossimo impegno per i giallorossi sabato 18 novembre al Via del Mare contro la Reggina, ore 20.30.

Giuseppe Nuzzo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE