fbpx

Il missile nucleare russo Yars può colpire a dieci mila chilometri di distanza

Mondo

Pubblicato da:

alle ore: 07:39

Sono iniziate le esercitazioni delle forze armate russe nelle quali viene testato il nuovo e potente missile balistico: Lungo 22,5 metri e con diametro di 2 metri, pesa 49 mila chili e possiede più testate nucleari che possono essere guidate per colpire indipendentemente più bersagli.

di Roberto Brunelli

© LEXANDER NEMENOV / AFP – Il missile balistico russo Yars mostrato alla parata di Mosca del 5 maggio 2022

 

AGI – Gli occhi del mondo sono rivolti in queste ore a Ivanovo, a nord-est di Mosca: qui, come riferisce Interfax, sono iniziate esercitazioni delle forze armate russe nelle quali viene testato un nuovo e potente missile balistico intercontinentale del modello Yars, capace di coprire una distanza di 10 mila chilometri. Ebbene, l’RS-24 Yars in servizio attivo nelle forze aerospaziali russe, noto anche come Topol-MR, è al centro dell’attenzione internazionale in quanto equipaggiato con testate termonucleari.

Testato per la prima volta nel 2007 e in servizio attivo dal 2010 per sostituire gli oramai obsoleti R-36 e UR-100N, è armato con almeno quattro testate indipendenti. Al marzo 2020, sarebbero in servizio 126 missili RS-24 in versione mobile e 14 da silo. Una nuova versione di quest’arma, denominata Yars-S, è stata introdotta a partire dal 2018.

Il nome Yars è un acronimo della frase “Ya dernaya Raketa Sderzhivaniya”, che in russo significa per l’appunto “razzo di deterrenza nucleare”. Si tratta, come detto, di un missile con testate nucleari a combustibile solido a tre stadi, sviluppati dal Mitt (Moscow Institute of Thermal Technology), che rispetto alla gittata di 10 mila chilometri è dato ad una possibilità massima di errore di 150-200 metri.

missile nucleare russo yars
© LEXANDER NEMENOV / AFP

Il missile balistico russo Yars mostrato alla parata di Mosca del 5 maggio 2022

Conosciuto anche con il nome in codice Nato SS-27 Mod2, può essere lanciato sia da veicoli su ruote specializzati (come l’MZKT-79221, sviluppato dall’azienda bielorussa Mzkt) che da silos, il che ne renderebbe più complicata l’intercettazione.

Lungo 22,5 metri e con diametro di 2 metri, stimato 49 mila chilogrammi a peso totale al lancio, lo Yars possiede più testate nucleari che possono essere guidate per colpire indipendentemente più bersagli. 

Inoltre, il missile sarebbe in grado di compiere manovre in volo e di dispiegare diverse ‘esche’ sia attive che passive: una caratteristica, questa, che permetterebbero allo Yars di mettere a dura prova i moderni sistemi di difesa missilistica, secondo qualcuno finanche lo scudo missilistico degli Usa.

Peraltro, l’RS-24 è sfilato anche alla grande parata militare delle forze armate russe del 9 maggio: a detta degli osservatori, con questa scelta il presidente Vladimir Putin ha inteso dispiegare agli occhi del mondo le potenzialità belliche della Russia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

Facebook
Twitter
Instagram
YouTube