fbpx

Il successo della Macchina di Turing

Scienza&Tecnologia

Ci sono due novità interessanti nei programmi per i giovani che coinvolgono anche la Fast. Il riferimento è alla 24a gara nazionale e alla 1° competizione internazionale della Macchina di Turing, promosse d’intesa con il Dipartimento di informatica dell’Università di Pisa e con l’Istituto Giua di Cagliari, grazie al cofinanziamento del Ministero dell’Istruzione.

Una idea sviluppata da Alan Turing durante la seconda guerra mondiale per svelare Enigma e favorire il successo degli alleati contro il nazifascismo diventa una opportunità per coinvolgere ragazze e ragazzi tra i 14 e i 19 anni che vogliono comprendere come si possano trasferire i problemi intuitivi al mondo dei computer e ottenere le istruzioni con cui una macchina può risolverli.

Sono 21 le coppie di studenti per la fase nazionale e gareggiano per premi in denaro, passaggio al concorso internazionale, iscrizione gratuita all’Università di Pisa.

“La manifestazione online” ricorda la dirigente dell’Istituto sardo Maria Romina Lai, “prevede per il 13 e 14 settembre la fase italiana e dal 15 al 17 quella internazionale; per questa ci sono riconoscimenti di 4 mila € alla prima coppia, 2 mila alla seconda e mille alla terza”.

Partecipano all’edizione internazionale una quarantina di coppie di studenti scelti grazie ai collegamenti della Fast. Vengono dal Messico per l’America, da Cina, India, Turchia, Mongolia, Iran, Giordania per l’Asia. L’Europa è presente con finalisti da Portogallo, Spagna, Grecia, Georgia, Federazione Russa, Ucraina, Albania; e naturalmente l’Italia. Per saperne di più

I premi della Gara nazionale

I tre gruppi dell’edizione italiana saliti sul podio e che si aggiudicano rispettivamente premi per € 500, 300 e 100, sono:

Primo premio: Valerio Stancanelli e Daria Pasqualetti dell’Istituto scientifico “Ulisse Dini” di Pisa

Secondo premio: Jacopo Del Granchio e Matilde Petrucci dell’ITS Tullio Buzzi di Prato  

Terzo premio: Lorenzo Di Legge e Eleonora Tomassini del Liceo Vito Volterra di Ciampino

Oltre ai primi tre, il 4° e il 5° classificato possono immatricolarsi gratuitamente all’Università di Pisa e partecipare alla gara internazionale:

Quarto classificato: Andrea Lussana e Gabriel Mazzoleni dell’Itis Pietro Paleocapa di Bergamo

Quinto classificato: Matthew Bernardi e Giacomo Cesaretti del Polo Fermi Giorgi di Lucca.

I premi del Contest internazionale

E alla fine arrivano anche i riconoscimenti della competizione internazionale: ai primi due posti, e si aggiudicano ben 4mila euro il primo e 2mila il secondo, due team italiani già vincitori della gara nazionale:

Primo classificato: Valerio Stancanelli e Daria Pasqualetti dell’Istituto scientifico “Ulisse Dini” di Pisa

Secondo classificato: Jacopo Del Granchio e Matilde Petrucci dell’ITS Tullio Buzzi di Prato.

I mille euro del terzo vincitore vanno al team russo: Vyacheslav Ivanon e Ruslan Voyt  della Lomosonov Moscow State High School di Mosca. 

Complimenti a tutti i partecipanti; congratulazioni ai vincitori!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE