fbpx

IL turismo in Puglia. Ciak,  si riparte tra timori e paure

Puglia

Ciak si riparte. Finalmente!. Forse sarebbe più giusto dire ciak si gira, infatti la Puglia del cinema e del turismo riparte ospitando il noto regista e attore statunitense Abel Ferrara che nei giorni scorsi ha fatto un sopralluogo nella città di Monte Sant’Angelo, doppio sito dell’Unesco, avendola scelta come location nella quale ambientare il suo prossimo film.  Intanto stanno per iniziare, sempre in quel di Monte Sant’Angelo, le riprese della fiction di Rai 1° “La sposa” che sarà interpretato dall’attrice Serena Rossi.

Ambientata negli anni ’60 la fiction sarà prodotta da Endemol per la regia di Giacomo Campiotti, mentre Giorgio Marchesi sarà il protagonista maschile. Monte Sant’Angelo sembra essere diventato set cinematografico sempre più gettonato sulla scena nazionale ed internazionale. 

La location è apprezzata soprattutto per il suo appeal ambientale nella quale sono stati già  girati altri film; nel 2014, infatti,  c’è stato l’esordio con Pio e Amedeo “Amici come noi” per la regia di Enrico Lando e per la Produzione Medusa Film -Taodue in collaborazione con Mediaset premium; nel 2016 “Non c’è più religione” diretto da Luca Maniero con Claudio Bisio; Alessandro Gassman e Angela Finocchiaro, prodotto da Cattleya e Rai Cinema e distribuito da 01 Distribution; a marzo del 2021 è uscito “ Il mio corpo vi seppellirà”, diretto dal regista Giovanni La Parola e a luglio su Netflix uscirà “The classic horror story” diretto da Roberto De Feo e Paolo Strippoli.

La nuove produzioni cinematografiche si aggiungono alle numerose opere cinematografiche girate in Puglia  tra il 2019/2021 (di cui ne citiamo solo alcune)  da registi del calibro di Carlo Verdone “Si vive una volta sola; “Odio l’estate” per la regia di Massimo Venier e la partecipazione di Aldo, Giovanni e Giacomo; “Tolo Tolo” diretto ed interpretato  da Luca Medici, in arte  Checco Zalone, per la terza volta di seguito campione di incassi al botteghino; e  l’ultimo film della serie James Bond – 007 “No time to die”  del regista  Billie Elish, interpretato  da  Daniel Graig; anche in questo caso  si tratta di  una produzione  girata in Puglia tra Gravina di Puglia,  Matera e dintorni ed in numerose altre location internazionali.

Ma la ciliegina sulla torta l’ha messa Sofia Loren, come sempre bella, e brava, che con il suo fascino e carisma intramontabili   è venuta in Puglia, a Bari e dintorni, per girare il film “La vita davanti a se”, una storia di grande umanità che si preannuncia di già campione d’incassi. Le scelte di tanti registi  prestigiosi,  supportate dalle rispettive società di produzione e dagli sceneggiatori, rappresentano una ulteriore conferma di come la Puglia sia ormai a livello mondiale  riconosciuta come territorio  dalla incomparabile bellezza  per il  suo mare limpido e cristallino tra sabbie e scogliere,  per le sue  grotte misteriose  ed inaccessibili, per le  diverse sfumature dei colori  delle sue albe e dei suoi tramonti infuocatati;  per la morfologia  del suo cangiante  territorio che offre ai registi ed agli sceneggiatori più esigenti  una molteplicità  di scelte paesaggistiche in cui ambientare le produzioni più complesse ed esigenti.

Se a questo si aggiunge la tradizionale vocazione all’accoglienza ed alla ospitalità della gente di Puglia, la collaborazione dei Comuni e degli enti che si occupano di Cinema, come l’Apulia Film Commission che ha istituito un apposito Film Fund proprio per sostenere economicamente le produzioni cinematografiche più interessanti che si propongono di far conoscere e  valorizzare il nostro territorio;  allora il gioco è fatto. 

Ma non è solo il mondo del Cinema a puntare lo sguardo sulla nostra regione per favorire attraverso le realizzazione di opere cinematografiche l’organizzazione di  flussi turistici abbastanza significativi; negli ultimi anni vi è stato un riconoscimento planetario che ha fatto aumentare notevolmente le prenotazioni verso la Puglia. Per “Forbes”, rinomata rivista statunitense viaggio e vacanze in Puglia sono assolutamente imperdibili e da programmare nel corso del 2021..Il bello è che viviamo in un momento storico piuttosto delicato in cui fare previsioni per il futuro è particolarmente difficile; nonostante ciò “Forbesha creato una classifica di posti in cui andare in vacanza nel 2021 ,e tra questi c’è la Puglia, celebrata  come una  tra le più belle regioni italiane.

Nei fatti il pezzo della testata giornalistica individua ben 20 diverse destinazioni turistiche nel mondo, una più bella, affascinante  ed incredibile dell’altra. Ma al di là dell’aspetto estetico, il Forbes ha deciso di prendere in considerazione anche il punto di vista dei lettori: le recensioni, le interviste, il gradimento e chi più ne ha più ne metta.

Sì, la testata giornalistica statunitense ha valutato le diverse (e nuove) esigenze dei viaggiatori mescolate all’attuale situazione pandemica basandosi anche sul giudizio degli esperti che prevedono che il viaggio post Covid si trasformerà in un’esperienza più attenta e responsabile. Tra le mete viene indicata anche l’Italia, ma non di tutto lo Stivale: Forbes” parla solo della Puglia.

E ne parla perché è la meta top delle tendenze di ricerca degli stranieri. Nei fatti l’Italia lo è, ma essendo il Belpaese una terra cosi incredibile e ricca, gli stranieri si sono ritrovati a fare una scelta che è ricaduta sulla Puglia.

Come riportato nell’articolo:”In Italia c’è sempre una nuova area da visitare e una di queste è la Puglia, il cui territorio coincide con la punta dello Stivale ed è nota per le sue città imbiancate a calce e per chilometri di accattivante costa mediterranea.”. Insomma, il mondo riconosce la nostra bellezza, a noi non resta che confermarla e preservarla.  Non solo Forbes fa il tifo per la Puglia e la propone ai vacanzieri di tutto il mondo; per la seconda volta la Puglia è stata nominata la regione più bella del mondo aggiudicandosi  il premio “Best value travel destination in the world”.

Non hanno avuto dubbi in tal senso  National Geographic, Lonely Planet e New York Times nel confermare il  loro precedente  giudizio per due abbi di seguito. 

Nel territorio pugliese si trovano i migliori esempi di architettura barocca, città affascinanti con storia millenaria, monumenti storici, castelli e cattedrali sul mare, siti archeologici greci e neolitici, le spiagge tra le più belle d’Italia, scogliere a picco sul mare, le grotte di Castellana, la splendida Polignano a Mare, la città che ha dato i natali di Domenico Modugno, borghi stupendi e suggestivi come Ostuni e Locorotondo.

E come non citare i tre siti patrimonio dell’Unesco: Castel del Monte, i Trulli di Alberobello e il Santuario di San Michele Arcangelo a Monte Sant’Angelo. La Puglia è tra i primi posti al mondo anche per la sua arte culinaria. L’ampia gamma di prodotti, i piatti tipici della sua tavola e le tradizioni culinarie pugliesi rappresentano un’esplosione di sapori invidiata non solo all’estero ma anche in altre regioni italiane.

Si riparte dunque, riaprono i cinema, i teatri, i musei, i luoghi di cultura, le piazze in cui ospitare concerti ed eventi culturali. L’Apulia Film Commission e Puglia-promozione  hanno messo a punto un ambizioso programma di manifestazioni che integrate da quelle che organizzeranno i comuni, le provincie, le aree metropolitane e le Associazioni che si occupano di eventi spettacolari  offriranno ai pugliesi ed a quanti sceglieranno la Puglia per le loro vacanze una programma  di spettacoli e manifestazioni in grado di soddisfare anche i palati più raffinati.

In particolare: ritornano a Polignano a mare  Redbull Cliff Diving ( con atleti provenienti da ogni parte del mondo per tuffarsi dalle alte scogliere polignanesi prospicienti Cala Paura, il  Libro possibile, un concerto musicale di livelli internazionale  dedicato al grande “Mimmo” ed una mostra dedicata a Pino Pascali; ritorna a Melpignano  con tutta la forza travolgente della tarantola “La Notte della taranta”  e poi  Medimex, Battiti Live e tanti altri festival musicali e cinematografici

Non basta, la Puglia è terza in Italia, a pari merito con la Toscana, e dopo la Liguria e la Campania, per il numero di bandiere blu 2021 assegnate alle località rivierasche e ai porti turistici dalla ONG internazionale Fee. I vessilli della regione sono 17, con tre nuovi ingressi – Bisceglie, Monopoli e Nardò – e un’uscita (Castro). Ecco dove si trovano le spiagge più belle nella Regione (l’elenco è arricchito con la indicazione di cale e calette poco conosciute ma dalla incomparabile spettacolarità e suggestione).  In provincia di Foggia si trovano le famose Isole Tremiti , con Cala delle Arene; Peschici, con Sfinale, Gusmay, Baia di Calalunga, Baia di Manacora, Baia San Nicola,bProcinisco, e Zapponeta con il Lido omonimo.  In provincia di Barletta-Andria-Trani ci sono invece Margherita di Savoia  e Cannafesca e la novità Bisceglie con La Salata e Salsello. In provincia di Bari troviamo la caratteristica Polignano a Mare ,  con San Vito, Cala Paura, Cala San Giovanni, Ripagnola/Coco Village, e il ritorno di Monopoli con Castello Santo Stefano, Capitolo e Lido Porto Rosso  In provincia di Brindisi vessilli a Fasano, con Egnazia Case Bianche, Savelletri, Torre Canne, a Ostuni (foto) con Creta Rossa, Lido Fontanelle, Pilone Beach, Rosamarina (Rodos-Capanno), Lido Morelli, e infine a Carovigno con Mezzaluna, Pantanagianni, Punta Penna Grossa/Torre Guaceto. In provincia di Taranto troviamo Riva dei Tessali/Pineta Giovinazzi/Castellaneta Marina/Bosco della Marina, poi Maruggio con  Commenda, Campomarino, Acqua Dolce e  Marina di Ginosa.  In provincia di Lecce la riconferma Melendugno  dopo l’ingresso del 2020, con Roca, San Foca Nord/Centro/ Torre Specchia, Torre Sant’Andrea e Torre dell’Orso.

Ci sono anche Otranto, con Alimini/Baia dei Turchi/Santo Stefano, Castellana/Porto Craulo, Madonna dell’Altomare/Idro, Porto Badisco e Salve con Marina di Pescoluse/Posto Vecchio/ Torre Pali. Infine la novità Nardò, che scalza Castro, con Porto Selvaggio, Sant’Isidoro, Santa Caterina, Santa Maria al Bagno e Torre Squillace . Per il 2021 la Puglia vuole confermarsi la prima regione italiana per  presenze turistiche, si punta molto soprattutto sui turisti italiani che già conoscono la nostra regione per averla scoperta e vissuta ma anche di turisti curiosi  che giungono qui da noi sulla base degli spot pubblicitari che la Regione tramite Puglia-promozione ed altre sigle specializzate mandano in onda sulle reti televisive e sui social per farne conoscere le stupende peculiarità turistiche, culturali, paesaggistiche ed enogastronomiche.

Fine 1° parte

Giacomo Marcario

 redazione@corrierenazionale.net


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE