fbpx

Il vertice del centrodestra per sciogliere il nodo del Quirinale

Politica

A Villa Grande, residenza romana di Silvio Berlusconi, si ritrovano il leader di forza Italia con Matteo Salvini e Giorgia Meloni. Sul tavolo la discussione sul nome sul quale far convergere i voti per l’elezione del capo dello Stato 

© Vincenzo PINTO / AFP
 
– La pagina pagata da Berlusconi per presentarsi in vista dell’elezione del capo dello Stato

È iniziato, a Villa Grande, residenza romana di Silvio Berlusconi, il vertice dei leader di centrodestra. Alla riunione – secondo round di confronto, dopo il primo del 23 dicembre, in vista dell’elezione del presidente della Repubblica – partecipano Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni, oltre a Ignazio La Russa, Antonio Tajani e Gianni Letta, Luigi Brugnaro (CI), Lorenzo Cesa (Udc) e Maurizio Lupi (NcI). 

“Mi auguro proprio che sia oggi la riunione del centrodestra a offrire a Silvio Berlusconi pieno sostegno per l’elezione al Quirinale. Se il centrodestra, come tutti ci auguriamo, sarà compatto e coeso c’è una base di voti decisiva per poi raggiungere il quorum indicato dalle norme”. Ma a quanti continuano a parlare di candidati che possono essere condivisi o di candidati divisivi vorremmo ricordare alcuni passaggi nella storia italiana”. Ed è Maurizio Gasparri ad aggiungere allora che “è stato Silvio Berlusconi a garantire sul piano internazionale i migliori rapporti per l’Italia. Con i russi come con gli americani, nella vicenda storica del vertice di Pratica di Mare e anche nell’interlocuzione con il Nord Africa, che, se fosse proseguita secondo le sue impostazioni, avrebbe esposto l’Italia e la comunità internazionale a rischi molto minori di quelli che corrono da un decennio”.

“Anche sul piano delle scelte interne – riprende il senatore FI – Silvio Berlusconi ha dimostrato in occasioni cruciali un elevato senso delle istituzioni e un immenso senso di responsabilità. Quando, in un contesto tumultuoso, ha appoggiato il governo Monti, nonostante una serie di eventi che avevano segnato un’ostilita’ nei suoi confronti”. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE