fbpx

In Russia 1.300 arrestati nelle proteste contro la guerra

Mondo

Written by:

Sono state le manifestazioni più imponenti da quelle dello scorso febbraio, dopo l’inizio dell’intervento russo in Ucraina.

© OLGA MALTSEVA / AFP –

 

AGI –  Sono oltre 1.300 gli arresti effettuati in tutta la Russia fra i manifestanti contro la guerra in Ucraina.

Le proteste sono partite dopo l’annuncio, da parte del presidente Vladimir Putin, di una “mobilitazione parziale” dei civili per combattere in Ucraina.

 

 

Video diffusi sui social network mostrano le strade di Mosca percorse da numerosi manifestanti. Le stime sugli arresti sono del gruppo di monitoraggio OVD-Info e documentano 1.332 persone arrestate in 38 città diverse attraverso il Paese dopo il discorso alla nazione che il presidente ha diffuso stamattina.

Si tratta delle manifestazioni più imponenti da quelle dello scorso febbraio, dopo l’inizio dell’intervento russo in Ucraina.

Secondo i giornalisti di AFP a Mosca, almeno 50 persone sono state fermate dalla polizia in assetto anti-sommossa nella principale strada dello shopping.

A San Pietroburgo i reporter hanno visto la polizia circondare un piccolo gruppo di manifestanti e arrestarli uno per volta trasportandoli in un bus. I manifestanti gridano “no alla mobilitazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube