fbpx

‘Invecchiare è un privilegio’. Intervista esclusiva a Maria Grazia Cucinotta

Cinema, Musica & Spettacolo

Donne italiane nel mondo rubrica a cura di Daniela Piesco

Può accadere qualunque cosa quando la femminilità cesserà di essere un’occupazione protetta, pensavo […].( V. WOOLF, Una stanza tutta per sé, cit., p. 59.)

di Daniela Piesco

Attraverso la politica, l’arte, lo sport,la scienza, il cinema sono migliaia le donne che ogni giorno tentano di cambiare il mondo. Molte di loro non le conosceremo mai, ma di tante altre conosciamo il nome e il volto .

Scienziate, attiviste, politiche,first lady,attrici, artiste,giornaliste e sportive: queste sono le donne italiane del 2021,donne che rappresentano uno stile di vita vincente e che, attraverso le loro storie personali, raccontano diversi modi di raggiungere l’obiettivo con intelligenza, tenacia e professionalità.

Per “Donne italiane nel mondo”(https://www.progetto-radici.it/2021/07/08/donne-italiane-nel-mondola-nuova-rubrica-di-radici/) ho avuto il piacere e la gioia di incontrare Maria Grazia Cucinotta e, assieme a lei, abbiamo cercato di disegnare quel mondo femminile popolato di regni e regine ,ma anche di donne vere che vivono l’ attualità .

Alla fine dell’intervista scoprirete che quel paziente labirinto di linee tracciato è l’immagine del volto di ogni donna nel quale tutte voi potrete riconoscervi.

L’intervista

1)Il 2 ottobre scorso lei ha partecipato,a Bari, ad un evento di solidarietà in favore dei bambini pugliesi affetti da SMA. Dopo la sua disponibilità dimostrata si è “scatenata” una vera e propria gara di concreta solidarietà, alla quale ha personalmente aderito anche il nostro direttore ,il dott. Antonio Peragine con l’Associazione Nazionale Italiani nel Mondo “ANIM” . Occasione nella quale, tra l’altro,vi siete conosciuti .

Potrebbe rilasciarmi qualche commento sulla serata?

La serata è stata una serata molto emozionante e soprattutto bella perché i pugliesi sono famosi per la loro generosità e per la loro capacità di far fronte comune quando c’è bisogno di aiutare . Ringrazio in particolar modo Nicola de Bartolo e Giorgio ( cfr PEPE, APULIA FOOD EVENTS,) per aver messo a disposizione tutto il loro staff in quanto l’organizzazione della serata è stata perfetta in tutti i dettagli .Del resto sono un’eccellenza nel settore ‘organizzazione eventi e catering’.Tra l’altro il mio compleanno è sempre stato coordinato da loro ed ero perfettamente a conoscenza della qualità del servizio offerto,del cibo e di tutto ma,sono meravigliosi anche nella vita .Le svelo una curiosità di questo evento:loro erano ,una sera,a cena,a casa mia ed hanno assistito ad una telefonata che ho ricevuto.Hanno sentito che stavo lottando con tutte le mie forze per far ottenere il farmaco a questi bambini e subito si sono attivati offrendomi il loro aiuto. Così è nata la cena e la raccolta fondi per questi bambini . Sento il dovere,ancora una volta e in questa sede, di ringraziarli .Da soli non si va da nessuna parte, c’è sempre bisogno della collaborazione di tutti .

2)In realtà é giusto darle atto della costante presenza nel sociale: oggi è accanto alle famiglie dei bambini malati di SMA,ma sappiamo che lei non è indifferente alla sofferenza altrui.

Ecco potrebbe parlarci delle cause che segue maggiormente?Se non può elencarle tutte ne indichi qualcuna..

Sono da 21anni portavoce della Susan Komen, l’associazione che si occupa della lotta ai tumori del seno,sono Ambasciatore delle Nazioni Unite per il programma alimentare mondiale,seguo questi bambini affetti dalla SMA ma sono tante le associazioni di cui sono felice di far parte come quella sulla violenza’ di genere .

3)Il recente black-out che ha investito WhatsApp, Facebook e Instagram per il Codacons ha rappresentato una cura disintossicante per gli utenti, soprattutto per quelli iper-connessi e che hanno difficoltà a staccarsi dallo smartphone.Al di là degli innegabili disagi, il down di Instagram e di Facebook pare ,sempre secondo il Codacons, abbia rappresentato una liberazione dallo strapotere degli influencer che in Italia dettano legge sui social network e bersagliano i propri follower di pubblicità martellanti .Cito testualmente “gli Influencer finalmente sono stati silenziati e, almeno per qualche ora, dovranno tacere e non potranno dire la loro su tutto e spesso a sproposito, o sponsorizzare i propri prodotti commerciali”.

Lei cosa ne pensa?

Da un lato credo che, in parte,quanto affermato dal Codacons corrisponda a verità perché le persone vivono e vengono valutate in base al fatidico ‘like’ a discapito ,spesso, di un background carrieristico molto importante.D’altro canto mi viene da fare anche l’esempio di Chiara Ferragni e Fedez che hanno raccolto tanti soldi per i bambini bisognosi e non solo per quelli affetti da SMA,ma anche per gli ospedali e altro . Dunque gli Influencer come loro,che si mettono a disposizione e al servizio di chi soffre, servono.Badi che in brevissimo tempo hanno raccolto milioni di euro, risultato da record .Onore e merito a loro.Ovviamente ciò non toglie che un artista deve essere rispettato per la sua carriera e non per il numero di followers .Io ad esempio quando ero agli inizi del mio percorso artistico non potevo contare sul supporto dei social.

4)Maria Grazia come mai desta ancora così tanto scalpore il compimento del 50esimo anno di età in una donna? È notorio che oggi sia un traguardo di poco conto visto e considerato il miglioramento delle condizioni di vita,di salute,di lavoro e non solo.

Lei cosa ne pensa?

Penso che in primis dobbiamo essere noi donne a non avere pregiudizi, dobbiamo essere noi donne a non aver paura dell’età che avanza ,a non aver paura delle rughe,a non aver paura di non essere più apprezzate, ad abbandonare la paura di essere rottamate .Ecco vede,se ci liberiamo da tutto questo evitiamo che la paura si trasformi in realtà e faremo in modo che tutti i commenti relativi all’età di una donna diventino solo parole disperse nel vento . È bene ribadire che il tempo che passa deve essere considerato come un privilegio perché è un privilegio .Forse noi lo dimentichiamo troppo spesso .Noi dimentichiamo che invecchiare è quel qualcosa per cui la gente lotta . Le persone lottano contro i tumori o malattie incurabili,quindi l’età che avanza è la felicità di svegliarsi al mattino perché si ha un giorno in più da vivere .

5)Domanda di routine:come fa a conciliare lavoro,famiglia,impegno sociale e sport? Quali consigli si sente di dare?

Si corre,si corre tanto,si ha poco tempo per se stessi,ti metti lo smalto quando sei in macchina perché è l’unico modo per farlo asciugare, perché a casa magari non hai tempo .
E anche se è tutta una corsa,ho sempre tanta energia perché è talmente piacevole fare ciò che si ama . Ed è questo il segreto in fondo fare un lavoro che ci piace . Ringrazio sempre il cielo per riuscire a fare tutto e sinceramente non rinuncerei a questi ritmi serrati perché mi piace vivere intensamente ogni minuto della vita .Sono felice quando vedo le persone felici intorno a me, sono felice quando riesco a vincere le mie battaglie .Sono felice, più della felicità degli altri,che della mia .Aiutare gli altri è un salvare se stessi .

6)Passiamo al suo libro che affronta argomenti davvero importanti.In ‘Vite senza paura. Storie di donne che si ribellano alla violenza’lei rivela, purtroppo,di essere stata, vittima di violenza . Aveva 20 anni, faceva la modella e si era appena trasferita a Parigi.Decidere di raccontare la sua esperienza è chiaramente un messaggio contro la violenza e contro i pregiudizi.Ma soprattutto affinché non si chieda più a una vittima «com’era vestita».Cito testualmente una sua frase :”Per «casa» non intendo quattro pareti sicure, ma la stretta di un abbraccio, il silenzio di chi mi ascolterà e conforterà senza dubitare di me e senza chiedermi com’ero vestita”

Ecco perché, Maria Grazia, si pone ancora questa domanda?

Guardi la risposta è semplice :la gente pensa sempre che sia la donna a provocare e che qualora succeda un episodio di violenza la colpa sia della donna .Noi subiamo la colpa di avere delle belle gambe e di metterci una minigonna.La soluzione per gli haters seriali sarebbe quella di vestire le donne con il burka in modo tale da negare la sembianza femminile.Ma la donna giocoforza ha un corpo bello che non può costituire un prezzo da pagare.La donna non è una preda alla mercé del viandante che passa .Io lotto ancora oggi contro tutto questo.La donna non se l’è andata a cercare perché magari è uscita di notte e ha bevuto un drink in più .

7) Lei,come sottolineavo prima, è sempre stata in prima linea nella lotta alla violenza di genere, tanto da aver fondato nel 2019 la onlus Vite senza paura. Che progetti ha in cantiere?

Premesso che l’associazione nasce da un progetto, importante ed ambizioso, di amiche ed amici Illustri, uomini e donne impegnati nel sociale.E che al centro di questo progetto c’è l’essere umano, il rispetto della vita e della persona sopra ogni cosa e quindi la lotta contro tutte le forme di abuso, morale e fisico e contro ogni sopraffazione, grazie a Solveig Cogliani,magistrato, Mariastella Giorlandino, imprenditrice e presidente di Artemisia Onlus che si è associata alla nostra, Francesca Malatacca, psichiatra e psicologa e a tanti altri avvocati stiamo cercando di cambiare le leggi. Attraverso un lavoro di approfondimento, cerchiamo di capire perché quelle esistenti non funzionano; cerchiamo di migliorarle confrontandole con i casi concreti che affrontiamo e ne proponiamo altre. Inoltre offriamo assistenza psicologica e legale a tutte le donne che si rivolgono a noi e soprattutto abbiamo firmato un protocollo d’intesa con i carabinieri proprio per assistere le donne che intraprendono il difficile, ma necessario, percorso della denuncia.

8)Passiamo alla TV. È arrivata la nuova edizione de ‘L’ingrediente Perfetto’, il programma settimanale di cucina,che lei conduce, in onda tutte le domeniche alle 11:00 su la 7. La location è nella sua cucina sulle rive del Tevere.Leit motiv :la scelta degli ingredienti giusti anzi “perfetti”, possono creare piatti semplici, gustosi e naturalmente sani.


Ma qual’e’ il piatto che ama cucinare maggiormente per amici, marito e figlia?

Innanzitutto mi diverto moltissimo perché, come lei ha detto,è come se fossi nella cucina di casa mia,e quindi cucino e parlo con le amiche,ci scambiamo consigli, loro mi scrivono e a volte cucino le ricette che mi danno. Il piatto che amo maggiormente cucinare è senza dubbio la pizza e lo faccio sia in trasmissione che a casa .

9)Quando la rivedremo in teatro?

In teatro sarò presente a partire da novembre con la nuova stagione de le ‘ Figlie di Eva’.Riprendiamo finalmente la tournée dopo il lungo fermo dovuto alla pandemia e questo mi riempie di gioia perché significa ritornare alla normalità .

10)Sulle battute finali,Maria Grazia,le chiedo un accenno al cinema :qual è il suo regista preferito? E
qual è,da produttrice , il suo punto di vista sul cinema di oggi?

Il mio registra preferito ,oggi , è Emanuele Crialese .Amo molto il cinema ma questo è notorio .In particolare amo il lavoro dei più giovani.Trovo formidabili i ragazzi e soprattutto la loro creatività . C’è da dire,anche, che la tecnologia odierna ci permette di girare con pochissimi soldi.Ma soprattutto,preferisco di gran lunga i giovani perché sanno affrontare la realtà con più sincerità e meno ipocrisia.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE