fbpx

La Cina pianifica l’attacco agli Stati Uniti chiedendo il supporto alla Russia

Mondo

Pubblicato da:

alle ore: 18:39

Gli strateghi dell’MSS (Intelligence cinese) e del PLA (Esercito di liberazione cinese), stanno elaborando un piano B per colpire gli Stati Uniti, dopo che un audio segreto ha rivelato il precedente.

Per questa nuova operazione la Cina intende avvalersi della collaborazione della Russia. Il piano B è molto raffinato. La Cina prevede di colpire simultaneamente con la Russia, gli Stati Uniti; la prima con intervento dal Pacifico e la seconda dall’Artico.

Ma prima di lanciare l’attacco, Pechino metterà in atto il diversivo di Taiwan per indurre la VII° Flotta Navale USA a lasciare il Pacifico e dirigersi verso Taiwan.

In cambio del supporto militare di Mosca, il PCC cinese sosterrà finanziariamente la campagna militare della Russia in Ucraina, purché Mosca non ricorra nell’area del conflitto all’arsenale bellico di nuova generazione, sconosciuto all’Occidente. È stato chiesto dai vertici militari di Pechino di trasferire il deterrente bellico 4.0 russo, sulla costa del Pacifico.
Disponibili al momento in cui lo Stato Maggiore del PCC (Partito Comunista Cinese), aprirà la campagna militare del nord America.
La Cina prima di intraprendere la Campagna militare negli Stati Uniti, lancerà un messaggio di minaccia verso Taiwan, Corea del Sud e Giappone. Se i due paesi non entreranno nella sfera di influenza di Pechino,

Cina e Russia lanceranno una guerra su vasta scala contro gli Stati Uniti.
I lockdown imposti da Pechino in questi mesi, sono serviti al PLA per dispiegare lontano da occhi indiscreti, missili balistici intercontinentali mobili e altre armi.

Ecco il motivo per cui sono state imposte pesanti restrizioni, chiusure di strade, porti e ferrovie. Bisognava impedire che il movimento di convogli militari, fosse intercettato dagli Spy Sat americani.

I convogli missilistici sono stati camuffati da convogli medici o centri sanitari mobili COVID.

La Cina, secondo l’MSS cinese ha sottoscritto un piano con la Russia per dividersi il territorio degli Stati Uniti.
Il piano dell’MSS è diviso in vari step, non ho contezza se sia stato elaborato con l’FSB russo, (Intelligence di Mosca). Sicuramente funzionari dell’FSB di Mosca sono al corrente dei piani di Pechino.

Questi i punti salienti:

1 – Restrizioni e lockdown falsi per lasciare libere strade, autostrade, ferrovie, porti, per trasferire nella massima riservatezza le batterie missilistiche, attraverso le principali città cinesi e per caricare container militari su navi giganti commerciali
trasformate in navi da guerra.

2 – L’armamentario militare è camuffato da equipaggiamento sanitario, come ambulanze o veicoli per la salute pubblica.
Il PLA per evitare di essere intercettato dagli Spy Sat statunitensi, utilizza le frequenze di comunicazione civili.
Nel primo step Pechino prevede di accerchiare l’isola di Taiwan per impedire che venga rifornita di cibo, carburante, medicine e armi.
Solo quando Taiwan non avrà più la forza di resistere, Pechino penserà ad invadere Taiwan.
Secondo il piano dell’MSS, quando Taiwan avrà certezza che non potrà più contare sull’aiuto militare statunitense, sarà costretta ad arrendersi all’esercito di Pechino.
Bloccata Taiwan, Pechino passerà al ricatto nucleare per isolare gli Stati Uniti, e dopo aver influenzato le alte sfere politiche del Giappone, Taiwan e Corea del Sud, prenderà il controllo delle loro esportazioni strategiche impedendo che raggiungano gli Stati Uniti. Questa strategia tattica, in caso di successo, farebbe crollare l’economia statunitense in pochi giorni.
Franerà la filiera dei pezzi di ricambio, dei componenti elettronici e dei beni di consumo.
Il piano dell’MSS prevede attacchi concentrici sul sistema economico americano. Il reparto hacker dell’MSS cinese lancerà attacchi informatici agli apparati nevralgici dello stato americano. Verranno venduti i titoli di stato americano in possesso della banca di Stato cinese, verranno usate le potenti armi EMP russe, per disabilitare il sistema elettrico ed elettronico, la rete dati e perfino armi e aerei di ultima generazione.

3 – Finanziamenti di Pechino a Mosca nella guerra con l’Ucraina affinché Mosca non ricorra alle armi avanzate nello scenario di guerra europeo. Quelle armi serviranno sul fronte orientale del Pacifico in caso di guerra contro Stati Uniti e Canada.
Di queste armi l’occidente ha solo visto l’aperitivo nel conflitto ucraino, come l’ICBM Kindjal con una velocità di crociera di 12.000 km/h, 10 volte la velocità suono. Le forze spaziali russe lo hanno usato per distruggere un deposito bunker sotterraneo di armi occidentali a 136 mt sotto il suolo.
La Cina sa che Mosca dispone anche dei potenti missili balistici intercontinentali, Sarmat-II, che possono essere armati con testate nucleari e possono eludere gli anti-ICBM statunitensi.

4 – In uno stabilimento cinese della
(China North Industries Corporation) in Cina, Pechino sta assemblando armi su commissione di Mosca per aiutarla finanziariamente senza incorrere in sanzioni.
Il piano dell’MSS contempla anche la perdita di milioni di civili in conseguenza della risposta di Washington.

Dall’audio in possesso del MI6 britannico, si scopre che la Cina si aspetta disordini civili in molte delle sue città che intende sedare ricorrendo alla forze militari delle Unità Speciali dell’EPL. Le prime repressioni saranno indirizzate alla provincia ribelle del Guangdong.

Pechino potrebbe lanciare un ICBM a testata nucleare tattica con cui colpire una zona desertica degli Stati Uniti. Lo stesso accade qualche anno fa nell’Oregon, esplosione fatta passare dai servizi di sicurezza statunitensi come l’impatto con un meteorite. Questa volta, le aree codificate da colpire prescelte, potrebbero ricadere nelle aree desertiche del Nevada o del New Mexico. Credo che conoscendo la gittata dei loro lanciatori, la scelta ricadrà sul lancio di una bomba nucleare tattica dall’Oceano Pacifico. Un messaggio chiaro a Washington e all’Occidente con cui Pechino vuole mostrare la sua deterrenza nucleare.

La Cina ricorrerà ad ICBM tattici ipersonici intercettabili, per annientare la flotta navale dell’USNavy, Portaerei, Cacciatorpedinieri e Fregate.
Nel nuovo piano elaborato dall’MSS cinese, si evince che gli Stati Uniti saranno attaccati da nord, sud, est e ovest. Ora abbiamo contezza delle strategie tattiche.

Andiamo a decriptare cosa significa l’attacco a raggiera.

Da Nord: le forze armate russe dopo aver guadato lo stretto di Bering e attraversato l’Alaska, scenderanno verso il Canada. Il premier Castro Jr. Trudeau, non potendo contare su una resistenza tenace, anche perché il Canada ha sguarnito i suoi depositi militari per sostenere Kiev, non potrà che arrendersi.
Dal sud: le truppe cinesi che hanno stretto un sodalizio con i cartelli della droga, occuperanno gli stati meridionali degli Stati Uniti ricorrendo alle rotte scelte dai “passatori”, trafficanti di droga e esseri umani.
Da ovest: le truppe cinesi bombarderanno le basi della Guardia Nazionale della California con artiglieria offshore o armi nucleari tattiche. Servirà per distogliere il nemico durante lo sbarco sulla spiaggia. Giunti a terra, le forze armate del PLA, prenderanno il controllo dei porti per agevolare lo sbarco di armi e uomini alle grandi navi commerciali armate.
Da est: la Russia colpirà con i micidiali droni sottomarini Poseidon. Si alzeranno onde radioattive anomali, che inondando l’intera costa orientale e distruggendo le infrastrutture portuali di Norfolk, renderanno inabitabile Washington DC. Sarà colpita dallo tsunami provocato dall’onda, anche la città di New York e la sua storica borsa di Wall Street.
Anche gli abitanti della Florida risentiranno dell’innalzamento del mare. L’Intelligence cinese, pianifica e modifica i piani di guerra in modo maniacale, finché tutto non sia perfetto.

La Cina taglierà tutte le esportazioni verso gli Stati Uniti da Giappone, Taiwan e Corea del Sud. Si verificherà un crollo istantaneo dell’economia e la fine del settore industriale statunitense. Successivamente una squadra di droni kamikaze decollati dal Messico, colpiranno infrastrutture e reti elettriche. Il colpo decisivo arriverà dagli Hacker dell’MSS manderanno in down la rete dati e i sistemi di comunicazione terrestri e satellitari.

Infine, “risveglierà” gli agenti “telephone”, coperti all’interno del CDC, della FDA, delle università, delle società e degli enti governativi, che colpiranno gli Stati Uniti dall’interno con operazioni di sabotaggio di massa per abbattere l’America.

Altri agenti cinesi si attiveranno in tutto il Paese, armandosi di mortai, missili terra-aria e armi da fuoco con cui distruggeranno le principali infrastrutture, raffinerie, sottostazioni elettriche, stazioni di polizia, basi militari, aeroporti e porti marittimi.
La Russia probabilmente ricorrerà alle potentissime armi EMP in grado di fermare l’attività di uno stato. Approfittando del blocco totale dell’Europa, la Russia con una guerra lampo conquisterà i paesi ad ovest facenti parte dell’ex blocco sovietico.
Biden ha fatto un grave errore, spedendo armi anticarro, missili Stinger e altre attrezzature in Ucraina, ha lasciato gli Stati Uniti continentali altamente vulnerabili. La guerra della Russia contro l’Ucraina potrebbe essere un grande bluff per gli Stati Uniti, sarà facile occupare le limitate risorse militari americane in Europa e dare il tempo alla Cina di invadere dal Pacifico gli Stati Uniti.
Gli americani sono ignari e i leader sono all’oscuro di ciò che sta arrivando. Se Cina e Russia realizzano questo piano, l’America è finita. L’impero americano, un tempo grande, cadrà in poche settimane e le truppe cinesi minacceranno rapidamente la maggior parte della metà occidentale degli Stati Uniti.
Gli Stati Uniti saranno sopraffatti dalle truppe cinesi e russe, con tutte le catene di approvvigionamento globali completamente interrotte e la popolazione che dovrà affrontare la fame di massa, il collasso economico e il tradimento dei funzionari Democratici, per lo più agenti del PCC, incluso il figlio di Biden, Hunter,

 

Il dollaro crollerà istantaneamente e tutti i risparmi del popolo americano diventeranno carta straccia. Salteranno le pensioni, il welfare svanirà, il mercato azionario subirà un tracollo, la borsa di Wall Street sospenderà le negoziazioni e dopo 230 anni potrebbe chiudere per sempre. La popolazione, soprattutto la più debole, morirà di stenti nei primi sei mesi di guerra, le città e gli stati disarmati saranno facilmente conquistati.

Finalmente i leaders di sinistra che hanno implorato il comunismo, avranno modo di conoscerlo sulla pelle del popolo americano

Gli unici stati dove le forze armate cinesi potranno trovare una resistenza dura, saranno quelle aree più conservatrici e pesantemente armate come Texas, Idaho, Wyoming, Nevada, Arizona, Utah e aree rurali del Colorado, Montana e New Mexico. Se la Cina dovesse fare l’errore di occupare terre come Idaho, Texas o altre aree rurali dove la popolazione è fortemente armata, si farebbe travolgere da una guerriglia urbana di difficile soluzione. La Cina non può non tener conto delle immense risorse agricole americane necessarie per sfamare la sua numerosa popolazione. Ma tenere il Midwest potrebbe rivelarsi un compito impossibile vista la diffusa presenza in tutta la regione di armi AR-15, fucili Barrett calibro 50 e fucili da caccia a lungo raggio.
La politica di Biden di questi mesi di spogliare il popolo americano di armi aiuterà Pechino nell’invasione.
Prevedo scontri da guerriglia urbana nelle città rurali americane. L’America si può salvare solo se, ci sarà l’Impeachment per il presidente Biden e se, i democratici criminali che hanno truccato le elezioni vengano arrestati e rimossi immediatamente da ogni incarico di governo – se, tutti i generali traditori del Pentagono, saranno giudicati da una Corte Marziale per aver deliberatamente reso vulnerabile l’America con l’invio di armi a Kiev – se, verranno azzerate tutte le Agenzie americane come si proponeva di fare J.F. Kennedy prima di essere ucciso. Allora sì che si può avere una possibilità ripristinando la legge costituzionale in America.

Maurizio Compagnone
Analista

Foto di Jessica Murphy da Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

Facebook
Twitter
Instagram
YouTube