fbpx

La FAST- Federazione delle Associazioni Scientifiche e Tecniche ha un nuovo Consiglio per il triennio 2022-2024

Attualità & Cronaca

Pubblicato da:

alle ore: 20:03

MILANO – “Non credo a un uomo solo al comando”, esordisce Rinaldo Psaro, nominato alla guida della FAST-Federazione delle Associazioni Scientifiche e Tecniche (www.fast.mi.it). “Faccio affidamento su responsabilità e scelte condivise per migliorare ulteriormente quanto la Federazione sta facendo. In particolare si deve rafforzare l’impegno a favore degli studenti con il concorso annuale I giovani e le scienze, selezione per EUCYS-European Union Contest for Young Scientists e per le principali competizioni internazionali delle ragazze e dei ragazzi eccellenti. Vanno intensificati i buoni risultati dei corsi nel settore ambientale.

E’ un obiettivo irrinunciabile ampliare i rapporti con l’Unione europea, accrescendo il ruolo che abbiamo in EEN-Enterprise Europe Network, la più grande rete mondiale a sostegno dell’innovazione. Dobbiamo salvaguardare l’impegno di provider riconosciuto dal CNI-Consiglio nazionale degli ingegneri e dal CNODG-Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti per l’erogazione dei crediti formativi professionali”.

IL NUOVO DIRETTIVO FAST 2022-2024

L’Assemblea della FAST ha scelto i 12 membri del Consiglio per il triennio 2022-2024 con criteri di competenze e di trasparenza e principi di etica e con attenzione alla mission della FAST, ovvero la divulgazione scientifica. Il Direttivo ha nominato presidente per acclamazione Rinaldo Psaro, laurea in chimica, dirigente di ricerca in quiescenza del CNR-Consiglio nazionale delle ricerche, membro della SCI-Società chimica italiana, sezione Lombardia. I vicepresidenti sono Marina Carpineti, socia della SIF-Società italiana di fisica, professore al Dipartimento di fisica della Statale di Milano e Giorgio Gavelli, laurea in chimica e già dirigente Enea, membro di AIM-Associazione italiana di metallurgia.

Oltre a questi tre, fanno parte del Comitato esecutivo Barbara Affaticati, chief operating officer di SIAM 1838 e Michele de Nigris, direttore sostenibilità e fonti energetiche di RSE-Ricerca sistema energetico. Paolo Schgör di AICA viene riconfermato tesoriere.

Completano il consiglio Elena Bauer, direttore comunicazione di IFOM; Paolo Guazzotti, direttore Area industria e innovazione di Assolombarda; Sergio Riva, direttore ricerca CNR; Francesco Santi, consulente industriale e presidente AIAS; Enrico Tironi, Politecnico di Milano; Ferruccio Trombini, direttore industriale Cogne Acciai speciali. Alberto Pieri viene riconfermato segretario generale; mantiene anche l’incarico di vicepresidente UGIS Unione Giornalisti Italiani Scientifici e responsabile del concorso europeo “I giovani e le scienze”.

I concetti chiave della strategia del nuovo presidente sono dunque EUCYS per l’attenzione ai giovani, FAST Ambiente Academy per la formazione, EEN per la ricerca e il supporto alle imprese, rapporti con CNI e ODG come provider. Psaro ricorda anche che a giugno di quest’anno la FAST celebra il 125° compleanno; è una ricorrenza da valorizzare con un programma culturale che coinvolga tutti cercando di consolidare lo spirito federativo.

In allegato foto del neo Presidente FAST Rinaldo Psaro e alcune foto del Consiglio direttivo FAST (2022-2024)

La FAST Fondata a Milano nel 1897, la FAST- Federazione delle Associazioni Scientifiche e Tecniche è un’istituzione indipendente senza fini di lucro legalmente riconosciuta, che opera a livello nazionale ed internazionale per: avvicinare i giovani alla scienza e alla ricerca; offrire servizi qualificati alle imprese; favorire la partecipazione ai programmi europei; progettare e realizzare iniziative di formazione avanzata e aggiornamento professionale; approfondire le conoscenze nei campi della politica della ricerca e dello sviluppo tecnologico; promuovere il dibattito culturale, l’informazione e la divulgazione scientifica.

La Federazione riunisce, integrandone l’azione autonoma, le più qualificate e rappresentative associazioni tecniche che raggruppano circa 35mila soci. Aperta ed interessata a tutte le conoscenze scientifiche e tecnologiche, di fatto la FAST privilegia settori specifici quali: iniziative mirate per gli studenti con “I giovani e le scienze”- selezione italiana del concorso europeo EUCYS-European Union Contest for Young Scientists; attività di ricerca e innovazione anche nell’ambito di EEN-Enterprise Europe Network; sviluppo sostenibile con FAST Ambiente Academy; energia, chimica e materiali, tecnologie dell’informazione e della conoscenza; organizza seminari e corsi di  formazione e di aggiornamento per diversi ordini professionali tra cui quelli degli ingegneri e dei giornalisti.

La FAST si è dotata di Codice etico, come previsto dalla legge 231/2001; ha la certificazione di qualità secondo la norma UNI EN ISO 9001:2015; è iscritta all’albo degli enti di formazione accreditati della Regione Lombardia, dalla quale ha anche il riconoscimento di associazione no profit. 

Il presidente FAST Rinaldo Psaro 

Da sinistra: Marina Carpineti, vicepresidente; Elena Bauer, consigliere; Alberto Pieri, segretario generale; Rinaldo Psaro, presidente; Barbara Affaticati del Comitato esecutivo

FAST: alcuni membri del Consiglio direttivo 2022-24

 

 

 

Traduci

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

Facebook
Twitter
Instagram
YouTube