fbpx

La neve si abbatte al centro-sud, scuole chiuse e disagi alla circolazione

Attualità & Cronaca

Precipitazioni a carattere nevoso che insistono sia a bassa quota e sia sull’Appennino centro-meridionale. Campania, Puglia, Abruzzo e le zone interne del Lazio sono tra le aree più colpite-

La neve si abbatte al centro-sud, scuole chiuse e disagi alla circolazione

© ZUMAPRESS.com / AGF 
– Neve nel centro Italia 

AGI – Neve al centro sud, brusco calo delle temperature, scuole chiuse e disagi alla circolazione: il maltempo sferza l’Italia con precipitazioni a carattere nevoso che insistono sia a bassa quota e sia sull’Appennino centro-meridionale.
Campania, Puglia, Abruzzo e le zone interne del Lazio sono tra le areee più colpite.

Molti sindaci, viste le nevicate iniziate già dalla scorsa notte, hanno deciso di tenere chiuse le aule nel primo giorno di scuola come avvenuto nel Viterbese, in Irpinia, o all’Aquila e in altri 6 Comuni della provincia abruzzese. 

Intense nevicate in montagna e brusco calo delle temperature anche in Calabria. La prevista ondata di freddo gelido ha investito la regione durante la notte, portando leggere nevicate anche fino agli 800 metri. La neve è caduta copiosa, invece, sulle cime più alte.

Sul resto della regione le temperature sono tornate ad essere prettamente invernali, dopo un periodo di tempo mite, con pioggia e grandine che ha interessato diverse zone della Calabria.

Le previsioni meteo indicano un nuovo peggioramento, con un’ulteriore riduzione delle temperature, nelle prossime ore, con una quota neve ancora più bassa. 

Neve e temperature polari anche in gran parte della provincia di Foggia colpita, ieri notte, da un’ondata di maltempo che si è abbattuta soprattutto sui Monti Dauni. Coltre bianca a Monteleone, ad Accadia, Anzano di Puglia, Deliceto e Castelluccio Valmaggiore dove i sindaci hanno chiuso gli istituti scolastici.

Situazione difficile ad Orsara dove si registra qualche disagio alla circolazione stradale: in molti tratti si circola solo con i mezzi 4X4.

In Toscana, la protezione civile ha prorogato il codice giallo per ghiaccio e neve.

A pagare il prezzo del maltempo è anche l’agricoltura

L’allarme lo lancia Coldiretti: “l’arrivo del grande freddo colpisce le coltivazioni invernali in campo come cavoli, verze, cicorie, e broccoli”.

Intanto, secondo il team del Centro Meteo Italiano, le precipitazioni a carattere nevoso nel corso della giornata insisteranno a centro-sud. 

Piogge abbondanti previste sulla Sicilia, specie in serata, e neve sui rilievi dai 900-1000 metri.

Le condizioni meteo in Italia avranno un progressivo miglioramento da mercoledì grazie all’espansione di un vasto campo d’alta pressione che potrebbe regalare qualche giornata più soleggiata, fino al prossimo fine settimana.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YouTube