fbpx

La più grande borsa di criptovalute al mondo ora può operare in Italia

Economia & Finanza

Pubblicato da:

alle ore: 09:52

Binance è diventato da qualche giorno uno dei 14 Cryptocurrency Service Provider, operatori in valute virtuali, che risultano iscritti all’Organismo degli agenti e mediatori, l’autorità che si occupa delle criptovalute in Italia

La più grande borsa di criptovalute al mondo, Binance, è diventato da qualche giorno uno dei 14 Cryptocurrency Service Provider, operatori in valute virtuali, che risultano iscritti all’Organismo degli Agenti e Mediatori, l’autorità che si occupa delle criptovalute in Italia. Altri 28 avrebbero effettuato la pre-registrazione necessaria per la domanda di iscrizione e tra questi ultimi potrebbe esserci anche Coinbase.

Dopo la visita del CEO Changpeng Zhao di qualche settimana fa a Roma, Binance ha fatto un altro passo per operare nel nostro Paese e aprire una sede in Italia. Che è già stata scelta. A quanto risulta dal registro, Binance Italy ha sede a Lecce. Non è passato neanche un anno dalla nota della Consob in cui spiegava che le società del Gruppo Binance non erano “autorizzate a prestare servizi e attività di investimento in Italia”, invitando “a prestare la massima cautela nell’effettuare operazioni su strumenti correlati a cripto-attività (crypto-asset) che possono comportare la perdita integrale delle somme di denaro utilizzate”.

La registrazione consente a Binance di offrire prodotti crypto ai propri clienti in Italia nel rispetto delle normative locali. Dopo la registrazione il fondatore e CEO di Binance Changpeng Zhao ha ringraziato il Ministero dell’Economia e delle Finanze italiano e l’OAM. “Una regolamentazione chiara ed efficace – ha detto – è essenziale per l’adozione mainstream delle criptovalute. Pertanto, ringraziamo il Ministero dell’Economia e delle Finanze e l’OAM per l’impegno profuso nel definire e controllare i requisiti necessari per operare in Italia nella piena trasparenza. Sin dal primo giorno, Binance ha sempre messo i propri utenti al primo posto e, grazie ad interventi come l’istituzione del registro, essi potranno nutrire ancora più fiducia in una piattaforma leader e affidabile come Binance”.

L’Italia, aveva detto Zhao a Roma, “per noi è un mercato importante e intendiamo offrire più servizi alla nostra community di utenti. Inoltre vogliamo lavorare a stretto contatto con la vostra legislazione, per regolamentare il mercato, ma per farlo abbiamo bisogno delle licenze”.

All’inizio di maggio, lo stesso Zhao aveva dichiarato che la società si era anche registrata presso l’autorità di regolamentazione del mercato francese, come già in Bahrain, Abu Dhabi e Dubai. Binance sta anche cercando di registrarsi in Svizzera, Svezia, Spagna, Paesi Bassi, Portogallo e Austria. Nel novembre 2021, CZ ha annunciato il lancio di un’iniziativa da 115 milioni di dollari (100 milioni di euro) chiamata “Objective Moon”  per supportare lo sviluppo dell’ecosistema blockchain e criptovaluta francese ed europeo.

Binance, che permette scambi in oltre 600 tipi di criptovalute diverse, conta 90 milioni gli utenti registrati e dichiara 76 miliardi in volume di contrattazioni, è una piattaforma di scambio di criptovalute fondata nel 2017. A maggio 2021 è l’exchange di asset digitali più grande del mondo in termini di volume di scambi. Il fondatore della compagnia è Changpeng Zhao, anche noto come “CZ”, uno sviluppatore cinese. Inizialmente, la sede di Binance si trovava in Cina, ma in seguito è stata spostata a causa dell’incremento delle restrizioni sulle criptovalute. agi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

Facebook
Twitter
Instagram
YouTube