fbpx

«La Vacinata»  diventa più virale di Covid 19

Cronaca

Helen Mirren e Checco Zalone a ritmo di bachata invitano a vaccinarsi

Di Riccardo Guglielmi

La divertente irriverenza del dott. Luca Medici, in arte Checco Zalone, è scesa in campo nella guerra contro Covid 19. Nessuna arma letale ma un sensuale ritmo di “bachata” per incoraggiare gli italiani alla vaccinazione. Sono ancora tanti  gli stupidotti che la temono e ignorano l’invito di autorità e scienziati che, evidenze alla mano, dimostrano che tanti sono i benefici e pochissimi i rischi. Il tanto proclamato rischio di trombosi è di 1 caso su un milione, molto inferiore a quello dopo un normale viaggio aereo. Helen Mirren, 1 premio Oscar, 3 Golden Globe, artista splendida e ironica, gioca e si diverte con Checco Zalone. Il braccio scoperto diventa richiamo sessuale superiore a quello del seno procace o di turgide cosce. I capelli, raccolti nel fazzoletto contadino si aprono al sole e al vento, l’abito da nero diventa bianco, il volto da anonimo sprizza felicità e l’innaturale distanziamento sociale si trasforma in un abbraccio a ritmo di musica latina. La rosa, la sensualità del ballo, i colori della nostra Puglia, gli sguardi ammiccanti dei protagonisti, cancellano gli oltre 14 mesi di lockdown che hanno impedito cura della persona, incontri, socializzazioni, allegria, gioia di vivere e di godere della sana sessualità relegata alla poco fantasia delle mura di casa.

VIDEO CLIP La Vacinada  —– >  https://www.youtube.com/watch?v=qE9kZFHvWFk

Il testo di Checco è irriverente, non fa sconti alle donne anziane, ma c’entra l’obiettivo.  Helen perdona e si lascia andare. Il video è virale, le visualizzazioni superano i contagi e una sig.ra di oltre 75 anni, ancora bella però vaccinata, torna a nuova vita, inizia una storia d’amore e diventa regina per un amante più giovane incurante del “sorriso della immunizzata sul comodino”.   

Il “Cantattore” pugliese, sdogana Astra Zenèca, accento sbagliato per esigenze di metrica, l’ industria produttrice del vaccino che è  somministrato a chi ha più di 65 anni.  I produttori sono oggetto di immeritate critiche, “colpevoli” di distribuire le fiale al prezzo di costo, operazione non certo gradita alle industrie concorrenti.  Gratitudine e  riconoscenza mondiale hanno ceduto il passo a pretestuosi sospetti negativi.  Il detto latino “quid non paghitur non valitur” – non costa non è buono – ha fatto breccia in chi si lascia influenzare e non ragiona con la propria testa. Il messaggio della sessualità appaga anche l’industria concorrente che come tutti sanno ha prodotto e commercializzato il Viagra.  Ben vengano le comunicazioni sociali di uomini come Fedez e Checco Zalone vista la mancanza di leader carismatici di riferimento e le contraddittorie dichiarazioni di quanti salgono sui palcoscenici televisivi. La vaccinazione di massa è l’unico muro per fermare l’avanzata e le conseguenti mutazioni del nemico.  E se la vaccinazione facesse veramente aumentare il desiderio sessuale ? Ai ricercatori l’ardua sentenza.

Redazione Corriere nazionale.net – Corriere Puglia e Lucania


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE