fbpx

L’Associazione Italiana Combattenti Interalleati si espande a Torino

Arte, Cultura & Società

Pubblicato da:

alle ore: 22:49

Nel solco dei propri valori e delle proprie tradizioni, il Sodalizio rafforza la sua presenza e il suo prestigio sul territorio nazionale, compiendo un altro passo avanti nella sua strategia di crescita. 

Sulla base di queste premesse, nella splendida cornice di Corso Statuto a Mondovì (CN), nei pressi del Palazzo comunale, nei giorni scorsi si è tenuto un incontro con il Presidente nazionale dell’Associazione Italiana Combattenti Interalleati (AICI), NH dott. Vittorio Galoppini di Carpendolo.

L’incontro con il Presidente nazionale AICI

Nell’occasione il Cav. Uff. Avv. Fiorenzo Cincotti ha ricevuto la delega per la costituzione della Federazione provinciale AICI di Torino, essendo figura nota e stimata per i suoi molteplici impegni sociali e civili sul territorio rappresentato.

Erano altresì presenti il Cav. Ing. Antonio Rossello, Presidente della Federazione provinciale AICI di Savona, nostro collaboratore di redazione, e la Signora Elisa Gallo, Presidente della sezione AICI “Alto Monferrato e Langhe” avente sede in Bubbio (AT), i quali hanno illustrato al Presidente nazionali nuove iniziative, alcune delle quali nell’ambito della prossima edizione di “Dal Mare alle Langhe”, la tradizionale rassegna multiculturale, prerogativa in continuità dell’AICI, che, all’insegna dei rapporti tra Liguria e Piemonte, dal 2013 ha toccato diversi centri del comprensorio interregionale.

L’A.I.C.I. rientra nell’elenco delle Associazioni con personalità giuridica previsto dal Ministero della Difesa e, conformemente alle leggi vigenti e in assenza di lucro, si ripropone le finalità indicate nello Statuto. Essa si configura quale libera istituzione, apolitica e apartitica, che persegue finalità culturali, morale ed assistenziale, patriottiche ed europeistiche, favorendo ed incentivando, in ogni modo, il dialogo e lo scambio interculturale tra i popoli. Al fine di creare sinergie con il mondo civile, le sue iniziative sono aperte anche a chi non ha avuto modo di servire la Patria in uniforme.

Ulteriori informazioni di carattere generale, per una più completa conoscenza sono disponibili sull’apposita pagina di Wikipedia.

Nel quadro dei programmi in atto, grazie ad opportunità di proficua collaborazione, l’AICI conta di allargare la propria compagine attraverso nuove e qualificate rappresentanze in ulteriori province italiane.

La redazione del Corriere Nazionale.net si congratula con l’AICI per questa brillante iniziativa di aprire una nuova sede nel capoluogo piemontese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

Facebook
Twitter
Instagram
YouTube