fbpx

L’Austria riapre al turismo dal 19 maggio

Mondo

Le riaperture riguarderanno anche i settori della gastronomia, sport e cultura. Il cancelliere Kurz: “Sarà possibile tornare alla normalità entro l’estate”

L’Austria è pronta a riaprire, a partire dal 19 maggio. Lo ha annunciato il cancelliere Sebastian Kurz, affermando che “sarà possibile tornare alla normalità entro l’estate”. Una buona notizia per cittadini e turisti, dopo una chiusura di oltre 5 mesi.

Le riaperture riguarderanno i settori del turismogastronomia, sport e cultura, ma sarà ovviamente ancora obbligatorio osservare le norme di sicurezza imposte dall’emergenza sanitaria, prime fra tutte il distanziamento interpersonale e l’uso della mascherina.

Secondo il primo ministro Kurz, “entro la metà di maggio, tre milioni di persone in Austria avranno ricevuto la prima dose”. Il Governo austriaco sta preparando anche un’introduzione graduale del “Green Pass”, che permetterà l’ingresso nei locali e agli eventi: in una prima fase, l’accesso sarà possibile per le persone che sono state vaccinate, sono risultate negative a un tampone rapido o molecolare oppure sono guarite dal virus.

In questa prima fase, che combacerà con le riaperture del 19 maggio, basterà un referto cartaceo, mentre in un secondo momento è prevista una App con codice QR, fino a che non entrerà in vigore il Pass europeo, previsto per la seconda metà di giugno.

Stando a quanto comunicato dall’agenzia di stampa austriaca “Apa”, ci sono ancora alcuni quesiti da chiarire, ad esempio il lasso di tempo necessario dopo il vaccino per essere considerato immune (per ora, l’ipotesi è di tre settimane dalla prima dose).

Il cancelliere ha anche ribadito che le riaperture saranno fatte “con attenzione”, rispettando regole ben precise. Nei ristoranti, ad esempio, il numero massimo di persone adulte consentito al tavolo sarà di quattro, mentre in ambienti esterni il massimo è portato a dieci. Nei centri fitness lo spazio ritenuto necessario è di 20 metri quadrati per persona. Infine, gli eventi in un luogo chiuso non potranno superare i 1500 partecipanti, che passano a 3000 se organizzati all’aperto.

Vi ricordiamo che, attualmente, tutti coloro che vogliono viaggiare in Austria devono preventivamente compilare l’apposita registrazione online, disponibile sul sito del Ministero della Salute austriaco, entro e non oltre le 72 ore prima dell’ingresso.

Nel frattempo, anche il nostro Paese si sta muovendo velocemente sul fronte della riapertura al turismo, e il Governo è pronto a lanciare il Green Pass italiano, che permetterà maggiore libertà di movimento all’interno del territorio nazionale, nonché di rientrare in Italia senza obbligo di quarantena.

Austria riapre turismo 19 maggio

Splendida veduta di Vienna all’alba


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE