fbpx

Le grandi occasione per far conoscere la tua musica : Sanremo Discovery e Television Song Contest 2022

Eventi, Musica & Spettacolo

Intervista a Viola Krainz

A cura di Daniela Piesco

Non è mai troppo tardi per essere apprezzati. Dopo il successo dell’anno scorso ritornano le vetrine promozionali discografiche e televisive per emergenti, ideate dal chitarrista Mario Greco, che hanno come scopo quello di sostenere la cultura musicale dei giovani impossibilitati ad emergere per mancanza di spazi e strutture.

Il Corriere Nazionale(www.corrierenazionale.net) è lieto di inaugurare un ciclo di interviste a tutti gli emergenti che saranno presenti agli Eventi E.D.M. ‘Sanremo Discovery ‘ e ‘Television Song Contest 2022 sotto la direzione artistica di Mario Greco al fine di dare spazio e voce ai giovani talenti italiani che hanno il coraggio di mettersi in gioco .

L’intervista

1)Partiamo dalla scintilla: quando nasce la tua passione per la musica?Se dovessi descrivere te stesso, cosa diresti?Quando hai cominciato a percepire te stessa come Artista?

Salve a tutti, sono Viola Krainz in arte Vio, ho 15 anni e sono di Genova.
Sin da bambina ho sempre avuto la grande passione per il palcoscenico e già all’età di 6 anni recitavo al Carlo Felice.
Studio canto da quasi due anni ma la passione per questo nasce molto prima.
Esibendomi su molti palchi ho preso coscienza del mio essere artista, cantando mi emoziono e cerco di trasmettere al pubblico ciò che sento.

2)Qual è il tuo sogno o aspirazione, cosa vuoi veramente?

Il mio sogno è quello di diventare una cantante e cantautrice.

3)Come nasce una tua opera? Cos’è per te l’ispirazione?Qual è il messaggio implicito nelle tue canzoni, cosa vuoi trasmettere?

Scrivo la notte, l’unico momento in cui i miei pensieri sono liberi, purtroppo dalle sofferenze nascono sempre le cose migliori. In fondo qual è l’artista che non è un po’ tormentato?

4)Qual’é secondo te una band emergente che faremmo bene ad ascoltare?

Non vorrei essere banale… direi i Maneskin.

5)Come descriveresti la piazza musicale italiana?

In questo momento va per la maggiore la musica Trap, sfortunatamente non ci sono più gli artisti di una volta… a mio avviso servirebbe qualcosa di innovativo.

6) Qual’é il tuo Cavallo di battaglia o meglio che genere di musica fai?

Adoro spaziare… canto soprattutto pop, rock e jazz.Uno dei miei cavalli di battaglia è She used to be mine di Sara Bareilles.

7)Qual’é Il libro più bello che hai letto o quello che ti ha cambiato la vita o almeno modo di pensare?

Il mio libro preferito è “Io sono zero” di Luigi Ballerini, ciò che ti circonda non è sempre quello che tu vedi.

8)Chi ti ha ispirato nella tua carriera?Quali sono i riferimenti artistici e culturali che ti hanno maggiormente influenzato nel corso del tempo?

I cantanti a cui mi ispiro e che non smetterei mai di ascoltare sono Elisa, Billie Eilish, Arisa, Amy Winehouse, Tosca, Ella Fitzgerald, Queen Latifah… l’elenco non finirebbe mai.

9)Come pensi che un giovane artista possa oggi “districarsi” un all’interno del panorama musicale contemporaneo?Cosa pensi dei talent?

Dal mio punto di vista non bisogna perdere mai la propria identità, bisogna portare avanti la propria personalità anche se può risultare poco commerciale.
L’importante è non perdere di vista i propri obbiettivi e cercare di non scendere mai a compromessi.
Per quanto riguarda i talent credo che siano un buon trampolino di lancio.

10)Progetti in cantiere?

Ho iniziato da poco a scrivere pezzi miei, spero di riuscire in poco tempo a pubblicare i miei inediti.

Daniela Piesco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YouTube