fbpx

L’esperto spiega perché in certi casi il Mose può anche non funzionare

Attualità & Cronaca

L’esperto Ispra, Maurizio Ferla, fa il punto sugli eventi che si sono succeduti a Venezia a causa dell’alta marea

“Quanto accaduto nel corso dell’ultima marea a Venezia può essere ritenuto il risultato di un insieme di fattori concatenati, che erano stati considerati e condivisi con il Comune di Venezia e il Consiglio nazionale delle ricerche (CNR) da diversi giorni, ma l’operatività del Mose dipende dai criteri che l’attuale gestore si è dato”. Lo ha spiegato all’AGI Maurizio Ferla, responsabile del Centro nazionale per la caratterizzazione ambientale e la protezione della fascia costiera e l’oceanografia operativa dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA), commentando gli eventi che si sono succeduti a Venezia a causa dell’alta marea.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE