fbpx

L’importanza della digitalizzazione. Ne parliamo con i Co-Founders della Muga ICT

Attualità & Cronaca

I dati sono diventati una parte fondamentale della vita quotidiana di tutto il mondo e le aziende stanno cambiando il modo in cui operano per essere compatibili digitalmente.
Il comportamento dei consumatori è cambiato e di conseguenza anche i loro desideri e bisogna saper individuare le opportunità di crescita, affrontando e allo stesso tempo andando incontro al cambiamento.
L’industria è salvaguardata da questa transizione grazie alla digitalizzazione, che sfrutta e che permette di automatizzare i processi aziendali, dove ritroviamo la trasformazione digitale come effetto sociale della digitalizzazione che modifica le abitudini e influenza le relazioni umane.
Per le aziende l’aspetto digitale è importante in quanto offre alle imprese la tecnologia del vantaggio competitivo che finirà per rivoluzionare i prodotti e di conseguenza la loro digitalizzazione si sta evolvendo e diffondendo ovunque.
“In questo momento di incertezza e interruzione, la progettazione e l’esecuzione della strategia non sono mai state così importanti. La sfida non è semplicemente dedicare del tempo alla strategia, ma iniettare veramente coraggio nella strategia, impegnandosi in conversazioni coraggiose, innescando considerazioni coraggiose e, infine, facendo e agendo in base a scelte coraggiose”. – Jonathan Goodman
Decidiamo di incontrare i Co-Founders della Muga ICT, Alessio Zollo e Umberto Russo, che al di là del servizio offerto, mantengono un rapporto con le altre organizzazioni presenti sul territorio nazionale e internazionale, creando una nuova realtà sannita.

D. Quali sono gli obiettivi della Muga ICT?
R. MUGA ICT nasce come web agency, un’azienda orientata allo sviluppo di software per il web, con gli anni abbiamo introdotto sempre nuovi prodotti e servizi, attualmente ci occupiamo della realizzazione di siti web, e-commerce, gestionali aziendali, app mobile, grafica e creazione di campagne marketing. Ultimamente per soddisfare altre necessità dei nostri clienti ci siamo anche specializzati nella produzione foto e video con tecniche moderne e con l’utilizzo di droni. Oltre a questi servizi negli ultimi anni stiamo aiutando le aziende a digitalizzarsi, affianchiamo piccoli e grandi imprenditori nel processo di digitalizzazione e favoriamo la crescita aziendale in ottica di ottimizzazione e controllo dei processi interni.
D. Quando avete cominciato a svolgere questo lavoro e qual è stato il vostro percorso di studi? Qual è il vostro ruolo all’interno della Muga ICT?
R. MUGA ICT nasce quasi 10 anni fa, io (Umberto Russo) e il mio socio (Alessio Zollo) venivamo da percorsi di studio differenti, io ho studiato Ingegneria Informatica e Alessio Economia e Management. Dopo l’università ci siamo resi conto che il futuro del lavoro sarebbe stato sempre più legato alle nuove tecnologie e che materie come l’informatica e il marketing sarebbero state sempre più unite e legate fra loro. Abbiamo cosi deciso di unire le nostre conoscenze ed esperienze lavorative passate, creando un’azienda capace di soddisfare le moderne necessità degli imprenditori, impegnati sia a far conoscere i loro prodotti/servizi ma allo stesso tempo ad ottimizzare i processi interni alle loro aziende. Attualmente all’interno di MUGA ICT Alessio è il CEO ed io sono il CTO.
D. All’inizio del percorso avete fatto affidamento esclusivamente su voi stessi oppure c’era qualcuno che vi supportava e vi motivava nel proseguire con l’idea?
R. Quando abbiamo avviato la nostra azienda purtroppo non c’erano, o comunque non erano molto diffuse, strutture capaci di accelerare la crescita di un’azienda, sto parlando di acceleratori, hub per startup e tutti gli strumenti che oggi aiutano molto i giovani imprenditori. Per questo motivo il nostro percorso è stato più “classico” abbiamo avviato la nostra attività con le nostre forze e grazie anche al networking, che abbiamo sempre coltivato con le realtà locali e non, siamo riusciti ad emergere e far crescere la nostra attività.

D. Che impatto ha avuto la pandemia sulla vostra azienda?
R. Purtroppo il covid-19 ha colpito tutti, sia in modo diretto che indiretto, nel nostro caso per fortuna il colpo non è stato durissimo ma sicuramente anche noi abbiamo subito e subiamo ancora gli effetti della pandemia. Fortunatamente noi non abbiamo vissuto il “trauma” dell’utilizzo massivo di strumenti di collaborazione e comunicazione a distanza (video call, webinar, didattica a distanza, ecc.) perché da anni lavoriamo con questi utili strumenti, anzi molte aziende hanno deciso di adottare questi strumenti in modo sempre più integrato migliorando cosi anche i processi aziendali. Non dico che la pandemia sia stata positiva, assolutamente, però ha accelerato il processo di digitalizzazione che da tanto tempo è in atto, con la speranza che quando questo incubo sarà finalmente passato ci sarà una considerazione diversa della tecnologia e dei benefici che essa porta.
D. Cosa suggerireste ad un neo-diplomato/neo-laureato che si introduce per la prima volta nel vostro settore lavorativo? Quali sono i primi passi che dovrebbe compiere?
R. Sulla base della mia esperienza personale consiglio di affiancare il più possibile allo studio periodi di formazione in azienda, questo è molto importante perché tra il mondo universitario e il mondo del lavoro c’è un grande gap. Allo stato attuale l’unico modo di essere consapevoli del mondo del lavoro è frequentare le aziende e imparare come funzionano e soprattutto cosa cercano in termini di risorse umane, in questo modo si potrà serenamente decidere cosa fare una volta terminati gli studi, se cercare lavoro presso aziende specifiche, avviarsi all’attività imprenditoriale oppure proseguire gli studi con master ecc. Consiglio anche, se possibile, un periodo di formazione all’estero in modo da avere una visione più profonda di un settore come il nostro altamente dinamico e frastagliato.
D. Qual è la parte che preferite di più del vostro lavoro?
R. Il nostro lavoro è legato principalmente ai concetti di problem solving e creatività, in sostanza cerchiamo soluzioni valide e innovative per favorire la crescita delle aziende aiutandole a trovare nuovi clienti e opportunità di mercato. La parte del nostro lavoro che più ci piace è vedere le nostre soluzioni prendere vita e produrre risultati validi, non c’è niente di più bello che validare le proprie idee ed essere apprezzati dai clienti che si sono affidati a noi.
D. Quale aspetto digitale promuove di più la vostra azienda?
R. Tra le tante attività digitali su cui un’azienda può focalizzarsi oggi sicuramente la comunicazione è fondamentale. Non intendo solo l’utilizzo dei social per una semplice promozione aziendale, ma anche la produzione di contenuti validi che abbiamo un valore vero per gli spettatori. Prima di convertire gli spettatori in clienti bisogna informarli ed educarli sul valore che un’azienda può trasmettere. Noi ad esempio abbiamo ideato un format dove i nostri clienti raccontano il loro percorso di digitalizzazione e come questo abbia portato loro tanti benefici. Sul nostro canale youtube potete trovare questo format che abbiamo chiamato “Rivoluzione Digitale”, la cosa interessante è che questi video sono incentrati interamente sull’esperienza degli imprenditori e da ciò si può imparare come le esigenze di uno non sempre coincidano con quelle di un altro, cosi come per gli obiettivi, mostrando ogni volta un percorso diverso che può ispirare altri imprenditori. Insomma con questo format abbiamo voluto raccontare il tessuto imprenditoriale delle PMI e capire come la digitalizzazione spesso ha portato a risultati molto positivi e inaspettati.
D. Secondo voi, quali sono gli ostacoli della trasformazione digitale delle imprese?
R. La verità è che tutte le aziende possono essere digitalizzate, chi più chi meno, il vero problema è nell’atteggiamento mentale degli imprenditori. Spesso evitano di digitalizzarsi o rimandano la cosa all’infinito, a volte perché i costi li spaventano e a volte perché l’impegno da dedicare è molto. Ciò che non bisogna perdere di vista sono i benefici che questa trasformazione comporta, di gran lunga superiori ad ogni sforzo. Il punto è che se non intraprendi una strada per la digitalizzazione tra non molto sarai escluso da tante opportunità di mercato e allora sarà ancor più difficile emergere ed essere competitivo. La digitalizzazione può avvenire anche per step non bisogna necessariamente rivoluzionare un’azienda, si può cominciare a piccoli passi ma sicuramente è necessario farlo il prima possibile.

Enza Cappabianca


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE