fbpx

L’Italia si candida ad ospitare la X Forum Mondiale acqua. Di Maio, la tutela del nostro Pianeta è una priorità

Politica

Pubblicato da:

alle ore: 21:32

Il  X Forum Mondiale dell’acqua del 2024, che l’Italia si candida oggi ad ospitare, “rappresenterà (per l’Italia) un’opportunità e un riconoscimento dell’azione sinora condotta per: incoraggiare una maggiore consapevolezza internazionale sull’accesso all’acqua potabile e ai servizi igienico-sanitari; favorire misure concrete per una gestione ottimale delle risorse idriche a livello nazionale e globale; sviluppare la collaborazione tra attori pubblici, privati e società civile nella ricerca di soluzioni efficaci e innovative”.

Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio presentando la candidatura italiana ad ospitare a Firenze, Assisi e Roma il X Forum Mondiale dell’acqua.-

“La tutela del nostro Pianeta è una priorità a cui l’Italia intende continuare a dare un contributo in termini di risorse finanziarie, umane e di investimenti in scienza e ricerca”.

“Il progetto di candidatura si basa sul concetto di “Rinascimento dell’Acqua”, prefiggendosi l’obiettivo di restituire centralità all’acqua tra crisi pandemica e crisi climatica, puntando su inclusione, valorizzazione delle tematiche di genere, sostenibilità e sull’opportunità di intensificare l’azione internazionale per il rispetto del diritto umano all’acqua”.

 “Le tematiche del decimo Forum, come proposto da parte italiana saranno perciò: cambiamento climatico e piani di adattamento, estremi idrici (cioè alluvioni e siccità), gestione della risorsa e del rischio idrico, transizioni digitale e ecologica, crisi post-pandemica e acqua, diritto umano all’acqua, ruoli uomo-donna nella gestione delle risorse idriche, lavoro, sviluppo sostenibile e acqua, portualità e infrastrutture blu, valore spirituale dell’acqua, nesso tra acqua e cibo nonché tra acqua ed energia, salute e benessere e, infine, arte, cultura, bellezza e acqua”.- Advertisement –

Per il ministro, il Forum è “un evento che offre anche l’opportunità per riaffermare l’attenzione della Farnesina per la questione del libero ed equo accesso e della gestione sostenibile delle risorse idriche, temi di cui è sempre più evidente la connessione con il mantenimento della pace e della sicurezza internazionali e con la promozione di uno sviluppo inclusivo”.

“L’Italia è da tempo attiva nella promozione della cooperazione internazionale sul tema della gestione efficiente ed inclusiva delle risorse idriche. È un obiettivo che riteniamo strategico e che perseguiamo con un approccio integrato, scientifico e multidimensionale, assicurando così il nostro contributo agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e in particolare dell’Obiettivo numero 6, dedicato all’accesso universale all’acqua potabile e ai servizi igienici di base”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

Facebook
Twitter
Instagram
YouTube