fbpx

Lo stabilimento Baker Hughes di Bari compie 60 anni

Scienza & Tecnologia

Pubblicato da:

alle ore: 19:06

Il sito, che ha visto investimenti per 50 milioni di euro negli ultimi anni,è il più grande di Baker Hughes in Italia al di fuori della Toscana,e si caratterizza per leadership tecnologica e attenzione alle nuove generazioni. 

BARI –  Compie 60 anni il sito Baker Hughes di Bari, un sito che continua a investire in tecnologia e che offre opportunità di lavoro e formazione specializzata per i giovani del territorio. L’anniversario è stato festeggiato oggi alla presenza – tra gli altri – di Sebastiano Leo, Assessore alla Formazione di Regione Puglia, delle organizzazioni sindacali e Confindustria, di Paolo Noccioni, Presidente di Nuovo Pignone, Baker Hughes TPS, e di Enrico Mangialardo, Direttore Divisione Pompe & Valvole di Baker Hughes.

Anche grazie a continui investimenti, che negli ultimi anni sono ammontati a circa 50 milioni di euro, quello di Bari è il sito produttivo più grande di Baker Hughes in Italia al di fuori della Toscana, e con i suoi circa 300 addetti è oggi un centro di eccellenza globale per la progettazione, la costruzione e la prova di pompe centrifughe per applicazioni nel settore energetico ed industriale, permettendo anche la generazione di un indotto composto da circa 50 aziende in Regione per un valore complessivo di circa 50 milioni di euro. Oggi le tecnologie prodotte e sviluppate a Bari sono esportate in tutto il mondo, e applicate anche al trasporto di acqua, al sequestro di CO2 e alla produzione di idrogeno.

Lo stabilimento di Bari ha inoltre implementato una serie di iniziative di formazione, in collaborazione con gli atenei, l’ITS Cuccovillo e gli istituti superiori del territorio, che hanno permesso l’inserimento di numerosi giovani. Il caso più significativo è la Baker Hughes Academy, un percorso duale di apprendistato di primo livello che ha coinvolto 40 talenti locali con formazione in aula, training on the job ed esperienza operativa. Il progetto è partito a fine 2019, è attualmente alla sua seconda edizione, e ha portato al 100% di collocamento per i partecipanti, all’interno del sito Baker Hughes di Bari, in altri stabilimenti italiani dell’azienda o con opportunità di lavoro in aziende terze.

Infine, è notevole lo spazio dedicato alla ricerca, con l’installazione di un nuovo laboratorio dedicato alle pompe, il Baker Hughes Pump Lab, in collaborazione con il Politecnico di Bari, che vede impegnati 20 talenti, oltre a 40 ingegneri senior, per lo sviluppo di macchine innovative.

“Lo stabilimento di Bari si è caratterizzato negli anni per una grande attenzione alla tecnologia e alle persone. E proprio quest’attenzione, che si è tradotta in investimenti concreti, ha permesso il raggiungimento di risultati tangibili, collocando questo stabilimento al centro della transizione energetica” ha commentato Paolo Noccioni, Presidente di Nuovo Pignone, Baker Hughes TPS. “Lo stabilimento di Bari è uno dei tre impianti di Baker Hughes nel Mezzogiorno, insieme a quelli di Vibo Valentia e Casavatore: a Bari e più in generale in Puglia abbiamo trovato competenze di alto livello, oltre a un’Amministrazione che ha creduto nei nostri progetti, dando vita a una fruttuosa collaborazione tra pubblico e privato in grado di generare benefici per tutte le parti”,

 

Il Sindaco di Bari Antonio Decaro ha inviato per l’occasione un messaggio di ringraziamento, secondo cui “i risultati raggiunti in questi anni dalla Baker Hughes sono rappresentativi di una realtà aziendale sana, capace di innovarsi e innovare l’indotto industriale di riferimento e di produrre valore sul territorio. In questo caso siamo di fronte ad una azienda che ha l’ambizione di coprire l’intero ciclo produttivo, dalla ricerca, alla produzione, fino all’assistenza post vendita, crescendo grazie anche alla sinergia con il territorio e con i suoi attori istituzionali, dalle scuole, alle università e agli enti locali. Siamo felici che la Baker Hughes abbia scelto Bari e la Puglia, ormai tanto tempo fa, e che negli anni abbia voluto investire sulle competenze di questa terra e non soltanto sulla sua forza lavoro. Festeggiare insieme i 60 anni di attività significa promuovere il nostro territorio come sede attrattiva per investimenti industriali a dimostrazione che i risultati di oggi sono frutto di un lavoro costante che rinviene anche da molto lontano”.

Inaugurato nel 1962 ed esteso su una superficie di 220.000 metri quadri, lo stabilimento di Bari è il più grande insediamento di Baker Hughes fuori dalla Toscana. Il sito è dal 2005 centro di eccellenza globale per la produzione di pompe centrifughe, valvole e sistemi di trattamento gas all’interno di Baker Hughes.

Nello stabilimento di Bari viene gestito l’intero ciclo produttivo, dallo studio e dallo sviluppo di nuovi prodotti, alla produzione – realizzata anche con tecnologie di additive manufacturing – alla commercializzazione, fino alla gestione post-vendita, con i relativi servizi di assistenza al cliente.

“Il nostro stabilimento è un fiore all’occhiello della realtà industriale pugliese e nazionale” ha dichiarato Enrico Mangialardo, Direttore Divisione Pompe & Valvole di Baker Hughes. “Siamo oggi una tra le aziende più longeve  nel panorama industriale barese: abbiamo raggiunto quest’obiettivo mantenendo alta la competitività e investendo sui talenti ed in innovazione, come ad esempio l’acquisizione della licenza per produzione di pompe centrifughe per impianti trasporto acqua. Ciò è stato possibile anche grazie al prezioso supporto della Regione Puglia attraverso i Contratti di Programma

Baker Hughes è presente in Italia con otto siti – a Firenze, Massa, Avenza (Carrara), Bari, Talamona (Sondrio), Vibo Valentia, Casavatore (Napoli) e Cepagatti (Pescara) – con circa 5.000 dipendenti.

### 

About Baker Hughes

Baker Hughes (NASDAQ: BKR) è un’azienda di tecnologia al servizio dell’energia che fornisce soluzioni per i clienti dell’energia e dell’industria in tutto il mondo.

Costruiti su un secolo di esperienza e con attività in oltre 120 paesi, le nostre tecnologie e servizi innovativi stanno portando avanti l’energia, rendendola più sicura, più pulita e più efficiente per le persone e per il pianeta. Per maggiori informazioni: bakerhughes.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

Facebook
Twitter
Instagram
YouTube