fbpx

Marras (Fir): “Molti ristoratori cercano personale ma vogliono pagarlo poco

Attualità & Cronaca

 Questa è una situazione che va affrontata a livello governativo, serve un abbassamento del costo del lavoro, ma finora il governo non ci è venuto incontro. Continuando così ci ritroveremo a far lavorare solo extracomunitari che costano meno e non hanno interesse ad essere messi in regola”

Glauco Marras, presidente Fir (Federazione italiana della ristorazione) è intervenuto ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta”, condotta dal direttore Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus.

Secondo lo chef di Frascati Jacopo Ricci non si trovano lavoratori perché si offrono paghe basse. “Concordo pienamente con Ricci –ha affermato Marras-. Io ho tantissime richieste di ristoratori che chiedono personale, ma tutti dicono: in un momento di crisi bisognerebbe che i lavoratori ci venissero incontro. Io invece dico di no perché il lavoratore va pagato il giusto. E’ una situazione che deve finire, è vero che l’Italia è spaccata dalle tasse, ma il giusto deve essere dato a tutti, soprattutto a chi se lo merita.

Questa è una situazione che va affrontata a livello governativo, insieme ai ristoratori, il governo finora non ci è venuto incontro. Abbiamo parlato con i vari ministri chiedendo l’abbassamento del costo del lavoro sia per l’azienda che sui dipendenti, se vogliamo rimettere in moto l’economia dobbiamo necessariamente fare questo.

Altrimenti ci ritroveremo sempre a far lavorare solo stranieri che accettano di non essere messi in regola con i contributi pagati perché dopo qualche anno andranno via dall’Italia e non gli interessa la pensione. Il costo del lavoro di un extracomunitario è minore rispetto a quello di un italiano, per assumere un italiano a 1500 euro devo pagare il 110% allo Stato, se assumo un extracomunitario mi costa il 30%. E’ qui che bisogna intervenire”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE