fbpx

Mattarella da Macron, nuovo asse tra Italia e Francia

Politica

La visita di Stato di Sergio Mattarella a Parigi segna il superamento delle tensioni del 2019. Il Capo dello Stato e’ stato accolto da diversi articoli sulla stampa francese che lo definiscono il “garante dell’amicizia” tra Italia e Francia. Una visita a cui le Figaro ha attribuito “un rilievo particolare”: il 2021 “sara’ l’anno della convergenza franco-italiana e si dovra’ concludere con la firma di un trattato di cooperazione rafforzata”. Si tratta del primo viaggio all’estero dopo la pausa forzata causata dalla pandemia.

 “La perdurante vitalita’ dei legami transatlantici, rinvigoriti dalla sua recente visita in Europa, merita di essere costantemente alimentata e sostenuta” ha scritto Mattarella al presidente Usa in occasione dell’Independence day, “l’Italia aderisce con convinzione a tale compito, nella consapevolezza che Stati Uniti e Unione Europea sono chiamati a lavorare sempre piu’ strettamente insieme e nei molteplici ambiti di comune interesse”. Una visione che Mattarella condivide con Macron, supportata dalla linea del governo Draghi. La visita e’ cominciata al Muse’e National de la Ce’ramique de Se’vres, accompagnato dalla ministra della Transizione ecologica Barbara Pompili, dopodiche’ Mattarella ha incontrato lo stilista Giorgio Armani, a Parigi per la settimana della moda.

Mattarella viene accolto da Macron all’Hotel des Invalides con una cerimonia di benvenuto tra onori militari, bandiera italiana lungo il percorso fino all’Eliseo e scorta ufficiale di 120 corazzieri francesi in moto e a cavallo. Al centro del colloquio il rafforzamento della cooperazione tra Italia e Francia. Poi gli appuntamenti all’Assemble’e Nationale per un colloquio con il presidente Richard Ferrand e all’Universite’ La Sorbonne per una lectio magistralis di fronte agli studenti dell’universita’, dal titolo ‘Francia, Italia, Europa. Il nostro futuro’. Fitto il programma: la visita all’Unesco, quella all’Arc de Triomphe e i colloqui all’Hotel de Ville con il sindaco di Parigi, Anne Hidalgo e all’Hotel de Matignon con il primo ministro, Jean Castex. Infine l’incontro con il presidente del Senato, Ge’rard Larcher.

Redazione Corriere Nazionale

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE