fbpx

Mes. 6 deputati del M5S votano contro. “Questa riforma è una spada di Damocle”

Politica

 

I deputati M5S Andrea Colletti, Pino Cabras, Fabio Berardini, Alvise Maniero, Maria Lapia, Francesco Forciniti hanno votato contro la risoluzione della maggioranza.  “Votare sì vuol dire votare contro Conte e contro il Paese, la nostra è una scelta di coerenza”, è uno dei concetti che, ognuno di loro, sottolinea nel proprio intervento.

“Il problema è che autorizzando politicamente il Mes autorizziamo la Bce a ridurre i titoli del debito pubblico nel 2022 e allora un governo tecnico sarà obbligato a attivare il MES.I congiurati, presidente, non sono quelli che prendono posizione ma sono i commensali. Ed è per questo che non darò voto favorevole”, dice il deputato M5S Andrea Colletti .

“Non è un voto contro Conte, è totalmente falso. Crimi e Di Maio ci spieghino perché vogliono tradire il programma M5S”, spiega Fabio Berardini del M5S annunciando voto contrario. “Questa riforma è un errore, voterò contro la risoluzione”, aggiunge Forciniti. “Non si può votare sì ad una risoluzione dicendo che posi vota no, il Mes va smantellato”, sottolinea Cabras. “Non stiamo sfiduciando il nostro presidente, noi portiamo avanti il nostro programma elettorale”, ribadisce Lapia. E Maniero a sua volta sottolinea: “Io non indebolirò lei, presidente non voterò mai contro il mio Paese, questa riforma è una spada di Damocle”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE