fbpx

Mollicone (FDI): “Speranza ha nascosto la verità sulla pandemia, si dimetta”

Politica

“Dal gennaio 2020 abbiamo subito restrizioni di libertà da parte di un Governo che ha tenuto sotto scacco un’intera nazione. Adesso, la misura del Green Pass – inizialmente istituita come uno strumento transitorio per una fase della pandemia – sta diventando un dispositivo di controllo che i cittadini si trovano costretti ad accettare.
Fino a che punto i cittadini sono disposti ad accettare che questo controllo si spinga? Il Green pass come lasciapassare per il lavoro lede la libertà dei cittadini e devasta ulteriormente la nostra economia imponendo l’obbligo vaccinale per poter accedere – ma anche svolgere – a molte attività lavorative e sociali.

La salute e la libertà non possono essere appannaggio di una certificazione che non è data da evidenza medica ma dall’autorità come una casa farmaceutica, un ministero governativo, di un codice a barre o un QR scaricabile sul telefono: questa è biopolitica, un governo della vita, è biocrazia.

Inoltre, sappiamo che il ministro Speranza, sia direttamente che tramite l’aiuto del suo capo di Gabinetto, ha mentito sulla situazione della Pandemia in Italia. Non solo è intervenuto sui vertici Oms riguardo al documento in cui veniva criticata la condotta sulla pandemia, ma ne ha anche condizionato il contenuto.

Il Ministro ha ottenuto quel documento e ha fatto in modo che le critiche a suo carico non venissero pubblicate e rese note ai cittadini. Abbiamo sempre pensato che Speranza avesse una naturale propensione a nascondere la verità dei fatti, e ora sappiamo che oltre alle menzogne sulla pandemia, stava nascondendo anche le prove. Speranza ha mentito al Parlamento e agli italiani e pertanto, deve essere rimosso dall’incarico, ora e adesso.”

Lo dichiara Federico Mollicone, deputato responsabile Cultura di Fratelli d’Italia, in discussione generale sul DL Green Pass 4.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE