fbpx

Nostra madre Terra e la Divina Provvidenza

Arte, Cultura & Società

“Oggi la nostra madre Terra geme e ci avverte che ci stiamo avvicinando a soglie pericolose. Voi siete forse l’ultima generazione che ci può salvare, non esagero. Alla luce di questa emergenza, la vostra creatività e la vostra resilienza implicano una grande responsabilità.

Spero che possiate usare quei vostri doni per sistemare gli errori del passato e dirigerci verso una nuova economia più solidale, sostenibile ed inclusiva”. Così, papa Francesco ai giovani economisti riuniti ad Assisi. Se ne deduce che se quest’ultima generazione non si darà da fare, nostra madre Terra andrà in rovina.

Non ci sarà salvezza per gli uomini. Ora, è pur vero che giustamente un proverbio recita “aiutati che Dio ti aiuta”, ma non trapela dal discorso del papa, una sorta di sfiducia nella Divina Provvidenza? Nel vangelo si legge: “Due passeri non si vendono forse per un soldo? Eppure neanche uno di essi cadrà a terra senza che il Padre vostro lo voglia. Quanto a voi, perfino i capelli del vostro capo sono tutti contati; non abbiate dunque timore: voi valete più di molti passeri!” (Matteo 10, 29-31).

Renato Pierri


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE