fbpx

Notte di bombardamenti su Gaza: almeno 69 finora le vittime palestinesi

Mondo

Di Euronews

Diritti d’autore  ANAS BABA/AFP or licensors

Un’altra notte di esplosioni nella striscia di Gaza, dove sono continuati i bombardamenti dell’esercito israeliano. Al momento, stando al ministero della Salute di Gaza, sono 69 le vittime tra i palestinesi, tra cui 16 bambini e sei donne.

I militanti di Hamas hanno risposto con un lancio incessante di razzi sui centri israeliani, almeno 1.500 dall’inizio della settimana. Per la prima volta le sirene d’allarme hanno risuonato anche nel nord del paese. Sette finora le vittime israeliane: tra loro un soldato ucciso da un missile anticarro e un bambino di 6 anni colpito da un’esplosione a Sderot, città vicina al confine settentrionale della striscia di Gaza.

Situazione sempre più tesa anche nelle aree israeliane con popolazione mista. A Lod il governo ha dichiarato lo stato di emergenza dopo i saccheggi delle ultime ore, con sinagohe, negozi e auto dati alle fiamme. La polizia ha arrestato più di 150 persone.

Stando a un portavoce dell’esercito israeliano sono almeno 14 i militanti di Hamas morti mercoledì. Di questi almeno una decina facevano parte dei vertici dell’organizzazione. In un colloquio telefonico il segretario di Stato americano Tony Blinken ha chiesto ad Abu Mazen di fermare il lancio di razzi verso Israele. In giornata è in programma una nuova riunione del Consiglio di sicurezza Onu.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE