fbpx

Oscar amari per l’Italia. Trionfa Nomadland

Cinema, Musica & Spettacolo

Delusione per l’Italia alla serata degli Oscar 2021. Né Laura Pausini, candidata per la migliore canzone originale con “Io Si”, nè “Pinocchio” di Matteo Garrone, che aveva ottenuto due nomination per il trucco e i costumi, sono riusciti a portare a casa le ambite statuette.

Domina, invece, la serata “Nomadland”, già Leone d’oro a Venezia, che ha vinto tre Oscar: miglior film, miglior regia e miglior attrice (Frances McDormand).

La regista, la cinese Chloe Zhao, entra nella storia del cinema, essendo la prima non bianca e seconda donna a vincere il premio per la regia.

L’Oscar come miglior attore è stato assegnato ad Anthony Hopkins, alla sua seconda statuetta dopo l’interpretazione ne il “Silenzio degli innocenti” del 1994, per “The Father”.

Tra gli altri vincitori della serata: Daniel Kaluuya di “Judas and the Black Messiah” e Yuh-jung Youn di “Minari” come migliori attori non protagonisti; “Un altro giro” di Thomas Vinterberg come miglior film internazionale; “Soul” come miglior film d’animazione; “Il mio amico in fondo al mare” come miglior documentario.

Nell’anno del Covid va segnalato che 15 delle 23 statuette sono andate a film distribuiti quanto meno simultaneamente su piattaforme di streaming.

“Torno in Italia felice di aver vissuto un’esperienza irripetibile nata per un messaggio importante che condivido completamente e per la grande passione che dopo ventotto anni ho ancora per la musica che non è solo il mio lavoro, ma è la mia vita. Torno in Italia felice di riabbracciare la mia bimba che mi aspetta e con la quale festeggeremo di ritrovarci dopo la prima settimana di lontananza della nostra vita. Ma le racconterò il sogno di una notte….incredibile!”. Questo il commento di Laura Pausini.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE