fbpx

Panoramica sui vini bianchi italiani, dai più venduti agli assaggi ideali per l’estate

Attualità & Cronaca

Pubblicato da:

alle ore: 00:54

L’Italia gode di un’ampia varietà di climi, dalle regioni settentrionali con le loro fresche vette alpine, sino alla soleggiata Sicilia nel cuore del Mediterraneo. La produzione vinicola combinata di queste regioni fornisce una cornucopia di esperienze quando si parla di vino bianco: dal Gavi piemontese al Verdicchio salino e agrumato delle Marche sino ad arrivare ai bianchi minerali che nascono da vitigni coltivati alle pendici dell’Etna. L’estate è la stagione ideale per andare a riscoprire i vini bianchi italiani.

In alcune regioni, come l’Alto Adige, quando si tratta di fare vino la qualità viene preferita alla quantità. Le rese ridotte in vigna ed i virtuosismi dei vignaioli altoatesini fanno sì che alcuni dei migliori vini bianchi italiani provengano da questa regione di montagna relativamente piccola, ma in grado di conquistare il cuore di critici ed appassionati. Si tratta di vini freschi e croccanti, radiosi per la loro acidità ricca di minerali e dagli aromi intensi. Tra i tanti possiamo menzionare Riesling, Gewurztraminer, Pinot Grigio e Muller Thurgau.

Il Friuli è un’altra destinazione imperdibile per gli amanti dei vini bianchi di qualità e all’avanguardia. Le cantine delle denominazioni Collio e Colli Orientali sono infatti note per essere tra le più innovative e tecnologicamente avanzate d’Italia. I longevi blend di vitigni autoctoni italiani e internazionali sono in grado di stupire, ed il Friuli è in prima linea anche nel movimento del “vino naturale”. Ad esempio, i vini “arancioni” della regione sono un must per chi è curioso di sapere cosa succede quando i vini bianchi vengono prodotti con un contatto più lungo con la buccia dell’uva.

L’Italia possiede centinaia di vitigni autoctoni, uno degli aspetti che rende i vini italiani così speciali. La classica acidità delle varietà a bacca bianca rende questi vini perfetti per essere abbinati al cibo. Il Vermentino di Gallura prodotto in Sardegna è considerato tra le migliori espressioni dell’omonimo vitigno: questa varietà ama gli accostamenti con i piatti di mare. Assieme al Lugana veneto, il Vermentino di Gallura è uno dei vini bianchi le cui vendite sono cresciute maggiormente negli ultimi anni anche grazie all’e-commerce.

La Vernaccia di San Gimignano è invece il gioiello della Toscana: questi vini bianchi delicati caratterizzati da splendidi aromi floreali e fruttati si abbinano splendidamente ai ravioli di zucca ed a piatti a base di zafferano, come uno sformatino di formaggio e pecorino allo zafferano. È la classica bottiglia di vino che i turisti acquistano durante le loro vacanze in Toscana, spesso ad un prezzo superiore rispetto a quello che si può trovare online presso enoteche specializzate come DiemmeVini, che propone un catalogo fatto di centinaia di bottiglie di vini bianchi tra cui scegliere.

I migliori vini bianchi delle Marche sono prodotti dalla versatile uva Verdicchio nelle zone vinicole di Castelli di Jesi e Matelica. Nel caso dei primi si tratta vini strutturati, corposi e con un’eccellente capacità di invecchiamento. Il Soave è invece tra i vini veneti più conosciuti e per una buona ragione. Creato a base di uva Garganega, questo vino è molto versatile negli abbinamenti che spaziano da spuntini leggeri per i vini più fruttati, sino a piatti a base di pesce e carni bianche per le versioni più intensamente aromatiche e riccamente strutturate.

I giorni più caldi dell’estate confermano la passione degli italiani per i vini bianchi. Quando il termostato si alza, poche cose rinfrescano e rilassano così bene come un vino bianco italiano agrumato e minerale. Un’ottima scelta in queste occasioni è il Pecorino, originario delle Marche e recentemente riscoperto, sta rapidamente salendo alla ribalta come uno dei vini bianchi più interessanti d’Italia grazie a vini strutturati con elevata acidità, con note erbacee-agrumate che ricordano il Sauvignon Blanc. Altri vini interessanti del centro Italia sono il Frascati, vino bianco leggero e dissetante prodotto appena a sud di Roma, e l’Orvieto DOC, il vino bianco più conosciuto dell’Umbria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

Facebook
Twitter
Instagram
YouTube