fbpx

Per Ettore Gambaretto e il suo entourage: Arte, Sociurgia…

Liguria

Pubblicato da:

alle ore: 10:15

ALBISOLA – Come anticipato nell’articolo pubblicato on line lo scorso Marzo, diamo conto di alcune iniziative in pectore da parte del maestro Ettore Gambaretto (nella foto d’anteprima con il compianto Philippe Daverio– noto propugnatore artistico del movimento della «Sociurgia» (un termine ibrido, latino e greco, che da societas, ossia «società», + ἔργον, ossia «opera», letteralmente significa «opera sociale», recentemente recensito dallo studioso statunitense John Fordham nell’ambito delle discussioni del think tankSociatry – for societal health”) , in quanto idea e metodo per comprendere tutte «le cose della vita» (dall’arte alla società al mondo …) e degli ambienti artistici a lui affini.

Gambaretto e la Sociurgia

Significativa è stata la presenza ad ArteGenova 2022 dell’eclettico promoter albisolese, il quale presso lo stand editoriale del prestigioso magazine Expoart ha incontrato esponenti affermati ed emergenti del panorama artistico nazionale.

Ettore Gambaretto ad ArteGenova

ArteGenova 2022

Tra di essi, Giovanni Gronchi e Luca Sturolo, realizzatori del ciclo di dipinti che verranno esposti nella mostra “La Molteplicità del Sacro – Voci e figure dal Libro dell’Apocalisse”, in svolgimento dal 18 al 26 aprile 2022, presso la Chiesa di Sant’Ambrogio a Varazze (SV), che inaugurerà lunedì 18 aprile alle 17 con una conversazione del parroco don Claudio Doglio, insigne biblista.

Locandina della Mostra a Varazze

Nell’occasione, anche il redattore di Expoart Roberto Garbarino, critico e storico dell’arte, curatore di mostre, poeta, saggista di studi filosofici e pittore, si è intrattenuto con i due artisti, rendendosi disponibile per sviluppare con quest’ultimi opportunità di future esposizioni in Centro Italia e, con Antonio Rossello, una più profonda formulazione del termine «Sociurgia».

Ricordiamo, inoltre, il forte impegno profuso da Ettore Gambaretto relativamente al Museo a Cielo Aperto «Gambaretto» di Celle Ligure (SV), di cui ha diffusamente scritto la giornalista Laura Sergi sul giornale diocesano savonese «Il Letimbro». In memoria del padre Giuseppe che ne fu l’ideatore, il suo allestimento sarà completato con opere di pittura su ceramica, pannelli in maiolica, sculture in ceramica, bronzo e resina realizzate da artisti di fama internazionale, non tutti citabili qui per ragioni di spazio.

Infine, nel suo atelier, il maestro sta finalizzando gli inviti di una rosa di affermati esponenti delle Arti Visive in vista di un evento appositamente dedicato alla «Sociurgia» e del Premio Città di Barcellona, il quale, in una sala espositiva del MEAM (Museo Europeo d’Arte Moderna) di Barcellona, si svolgerà dal 18 al 20 novembre 2022.

Premio Città di Barcellona

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

Facebook
Twitter
Instagram
YouTube