fbpx

Per l’Ambiente, spettacoli musicali, mostre e altro a Rimini e Pesaro

Marche

Pubblicato da:

alle ore: 16:01

La Giornata Mondiale dell’Ambiente, festività proclamata nel 1972 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite in occasione del suo programma per l’ambiente, viene celebrata ogni anno il 5 giugno a partire dal 1974 con lo slogan Only One Earth (Una Terra Soltanto), che vuole allertare sull’emergenza climatica e ambientale e invitare a prendersi cura del nostro pianeta.

L’ambiente e il nostro pianeta nei giorni passati a Rimini e Pesaro sono stati il tema di eventi culturali, musicali e di arte varia. 

Andando in ordine temporale, giovedì 26 maggio nella Chiesa dei Gerolomini a Saludecio in provincia di Rimini, in occasione del trentennale della processione per la salita al cielo del Francescano Santo Amato Ronconi,  è andato in scena l’emozionante spettacolo inedito “Echi antichi nella voce di Madre Terra”, uno dei quattro spettacoli di Roberta Arduini (https://youtube.com/channel/UCF4fCY0CKK4waOAoYx3kSbQ) con il pesarese Quartetto OASI di Parole e Musica, formato dalla stessa artista, autrice dei testi, della scelta dei brani e voce recitante e dai valenti maestri Paride Battistoni al violino, Jacopo Mariotti al violoncello e Luca Forlani al pianoforte.

Si tratta di un recital musicale unico nel suo genere, orientato alla valorizzazione del nostro pianeta in tutte le sue forme. Una sorta di cura per mente corpo e anima, in cui si ascoltano la voce e i suoni di nostra Madre Terra impersonificata da Roberta Arduini, che con la sua femminile forza ancestrale colma di amore, sprona mente, corpo e anima in connessione profonda con il nostro nucleo, il nostro seme interiore e le nostre radici, attraverso il primordiale rapporto che ci lega a Lei.Lo spettacolo di grande valore umano, sociale e ambientale creato da Roberta Arduini, quantomai attuale in questo momento di grande sofferenza del nostro pianeta, attraverso una visione concreta e poetica dell’Anima Mundi, fotografa intimamente ogni aspetto dell’esistenza umana e di questo momento epico, sotto ogni profilo e sfaccettatura, delineando in maniera artistica poetica e musicale, le problematiche ambientali, tecnologiche e sociali, che ci hanno portato a perdere l’equilibrio con noi stessi, con gli altri e con il meccanismo perfetto che nutre la vita, che chiede rispetto per il nostro pianeta.

Di forte impatto, sia per quanto riguarda i testi inediti, che l’interpretazione e il connubio musicale, si snoda poi, in un percorso sensoriale, educativo e curativo, con un crescendo emotivo che culmina in una struggente invocazione a Madre Terra e al Creato. Nella parte finale dell’opera, l’artista interpreta il Cantico delle Creature di San Francesco, intervallato da invocazioni e suppliche, affinché si ponga fine a tutti i mali che ci affliggono in questo periodo, profondamente commoventi, in un crescendo emotivo di rara bellezza. Come scenografia è stata presente la mostra “Il richiamo della Terra” urlo alla scienza per un’economia ecologica, ideata e diretta da Marisa Russo, che ha richiamato alle gravi problematiche ambientali con il linguaggio immediato ed emotivo che solo l’arte sa usare.

Il Quartetto OASI di Parole e Musica, si è esibito nei palchi di varie province, borghi e città italiane ricevendo gratitudine e commozione del pubblico che si riconosce fortemente nelle tematiche affrontate, e consensi della critica che gli ha dedicato numerosi articoli su testate giornalistiche italiane e oltre oceano, di artisti e produttori che lo sostengono, e di emittenti televisive che gli hanno dedicato servizi anche sulle reti nazionali Mediaset.

I brani musicali che l’autrice ha assemblato minuziosamente con i testi, arrangiati ed eseguiti magistralmente dai Professori d’ Orchestra del quartetto, contribuiscono a rendere coinvolgente il percorso verso la propria interiorità e spaziano dalle più celebri ed intense arie d’opera e famosi brani classici, alle più belle canzoni e colonne sonore di tutti i tempi, rievocando profumi e immagini del nostro importante vissuto, registrato nel profondo dell’anima e mai dimenticato.

Lo spettacolo è stato riproposto il 28 Maggio a Pesaro, nello splendido scenario naturale e paesaggistico dell’Azienda Agricola Aniballi, nell’ambito della rassegna dell’Orchestra Sinfonica G. Rossini “DECANTO”, che ha visto tra gli sponsor la Fondazione OASI OIKOS, alla cui presidenza c’è Claudio Balestri.

La Fondazione, che è una organizzazione per l’Ambiente, la Sostenibilità e l’Innovazione sociale, si è resa artefice di suo di Ecofest Experience, evento di ben quattro giorni, dal 2 al 5 giugno, in cui si è vissuto a contatto con la natura, con esperti che hanno trasmesso le loro esperienze per divulgare una cultura e sensibilizzazione per il rispetto dell’ambiente, della persona per un benessere personale, del nostro sistema ambientale e di vita sociale.

La giornata conclusiva di Ecofest Experience ha coinciso con la Giornata Mondiale per l’Ambiente.

Pace, Arte, Natura sono stati i tre temi scelti per questa prima edizione di Ecofest. La Fondazione Oasi è un paradiso di 250.000 mq sulla Riviera San Bartolo all’interno del Parco Naturale San Bartolo di Pesaro che la Fondazione mette a disposizione del territorio per vivere e non solo raccontare un percorso verso un mondo migliore dove la natura e le arti umane si uniscono per raggiungere il benessere.

La partecipazione è stata gratuita, grazie al Main Sponsor Oikos la pittura ecologica, al fondatore Claudio Balestri che dal 1984 come imprenditore ha creduto in questi valori intraprendendo l’attività all’età di 27 anni nel settore della chimica con una scelta pionieristica: ricercare soluzioni innovative per produrre pitture ecologiche che non inquinassero nel rispetto dell’ambiente e della salute delle persone.

Le attività svolte per Ecofest Experience sono state molteplici e tutte volte a creare piacevoli momenti di aggregazione e condivisione, che hanno accresciuto la consapevolezza su temi quali ecologia, sviluppo etico e innovazione sostenibile in vari modi.
Attività sportive  come yoga, escursioni, passeggiate con i cavalli, picnic e aperitivi, laboratori e workshop per bambini, concerti come quello del 2 giugno per la Pace con la prestigiosa Orchestra Rossini, osservazioni guidate delle stelle…e molto altro, sono state le attività svolte nell’ambito della manifestazione, conclusasi il 5 giugno, Giornata mondiale dell’ambiente, con l’assegnazione di premi (suddivisi per categorie) alle persone che si sono distinte in termini di attività ecologiche.

Vito Piepoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

Facebook
Twitter
Instagram
YouTube