fbpx

Perché l’innalzamento dei mari continuerà in ogni caso per secoli?

Ambiente & Salute

Diritti d’autore  euronews
Di Euronews
 

Il cambiamento climatico significa che il livello del mare si sta alzando in tutto il mondo, e qualunque cosa si decida alla COP26, continuerà a salire in futuro. Le cause principali sono due: il 50% dell’innalzamento delle acque è dovuto al fatto che l’acqua è più calda, quindi il suo volume aumenta, mentre il 42% è dovuto allo scioglimento dei ghiacciai e delle lastre di ghiaccio in luoghi come le Alpi, la Groenlandia e l’Antartide. Poi c’è un 8% dovuto ai cambiamenti nell’immagazzinamento dell’acqua sulla terraferma.

A livello globale, il livello del mare sta aumentando ad una media di circa 4,4 millimetri all’anno, un tasso che sta accelerando. A breve termine preoccupa soprattutto come l’aumento del livello del mare amplificherà eventi meteorologici estremi, sempre più frequenti a causa del cambiamento climatico.

“Dando per scontato che il livello del mare aumenterà bruscamente, anche le mareggiate si accumuleranno più in alto – dice Arne Arns, professore dell’Università di Rostock -. Allo stesso tempo negli ultimi decenni abbiamo avuto piogge sempre più forti. Dobbiamo supporre che questi eventi continueranno ad aumentare fino alla fine del secolo. La sovrapposizione di inondazioni, aumento del livello del mare e altri eventi renderà la catastrofe inevitabile”.

A più lungo termine c’è un’altra certezza con cui dovremo fare i conti. E cioè che il livello del mare continuerà a salire per secoli, poiché l’oceano impiega molto tempo per adattarsi ad un pianeta più caldo. Anche se riuscissimo a limitare il riscaldamento globale a 1,5 gradi Celsius, nei prossimi 2.000 anni il livello del mare aumenterà comunque fino a tre metri.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE