fbpx

“Platinum Party at the Palace”, il concerto per il Giubileo della Regina Elisabetta II

Eventi, Musica & SpettacoloMondo

Pubblicato da:

alle ore: 21:55

Il prossimo 4 giugno 2022 a Londra (UK) si celebrerà il Giubileo di Platino, ossia i 70 anni di regno della Regina Elisabetta II. Tra i tanti attesissimi eventi esclusivi e collaterali a quelli istituzionali, come parate e mostre, è stato organizzato dalla BBC un concerto in grande stile, presso la residenza ufficiale di Buckingham Palace, intitolato “Platinum Party at the Palace” con alcune delle più importanti star britanniche e artisti di fama internazionale. 

Lo show, della durata di 2 ore e mezza circa, prevede le esibizioni di oltre 30 performer che spazieranno dal pop al rock, alla musica classica, fino al musical. Sarà possibile seguire il live senza interruzioni direttamente in tv al canale 109 di Sky, e in simultanea su Sky Arte, a partire dalle ore 21:00. Le tematiche attorno a cui ruoterà l’intero evento saranno di respiro globale e tra le più care alla Regina in persona: moda, sport, ambiente e musica.

Nella location saranno allestiti per la prima volta nella storia tre palchi collegati fra loro da passerelle e settanta colonne – come i 70 anni di regno elisabettiano – che, invece, uniranno i palchi creando un’unica struttura. Tali colonne prenderanno luce progressivamente, spostando così l’attenzione verso il palco centrale. Sulla facciata di Buckingham Palace sarà proiettato un video-mapping; alla sua sinistra prenderà posto l’Orchestra of the Household Division formata da 75 musicisti, mentre a destra sarà costruito il palco “Pop” dotato di schermi LED.

È prevista la partecipazione in piazza di 22mila persone: di questi, 10mila selezionati mediante un’estrazione pubblica e 7.500, invece, saranno lavoratori, membri di forze armate, associazioni di volontariato ed enti di beneficenza.

La line up dello spettacolo ha colto tutti di sorpresa, una sorpresa positiva si intende. Possiamo affermare che la Royal Family non ha lasciato nulla al caso. Apriranno il concerto i Queen + Adam Lambert, con un’esibizione ad hoc che richiamerà la storica apparizione di Brian May – il chitarrista e leader storico della band inglese dopo la scomparsa di Freddie Mercury – sul tetto del Palazzo al Concerto del Giubileo d’Oro nel 2002. A seguire saliranno sul palco Alicia Keys, Hans Zimmer, Ella Eyre, Craig David, Mabel, Elbow, George Ezra, Duran Duran, Mimi Webb, Sam Ryder (il cantante con cui il Regno Unito ha ottenuto il 2° posto all’Eurovision Song Contest di quest’anno), Jax Jones, Celeste, Nile Rodgers, Sigala e Diversity. Comparirà con un’esibizione registrata appositamente per l’evento anche l’amatissimo e grande amico di famiglia Elton John e chiuderà la serata Diana Ross dopo 15 anni di assenza dai palchi.

Ma sicuramente l’ospite che, all’annuncio dei protagonisti del concertone, ha destato maggiore interesse in noi italiani è lui, l’artista italiano per eccellenza, nostro orgoglio, maggiore esponente della musica lirica e soprattutto una delle voci più belle del mondo: Andrea Bocelli. Per quanto la notizia possa sbalordire, è bene ricordare che il tenore è ormai “di casa” a Buckingham Palace, essendosi esibito già in altre occasioni in onore della Regina e dinnanzi alla famiglia reale tutta, che l’ha sempre apprezzato per le sue abilità artistiche. Nel 2019, durante una puntata del programma televisivo Che tempo che fa, condotto da Fabio Fazio, Bocelli ha raccontato anche un aneddoto simpatico a riguardo, dichiarando che una delle volte in cui è stato invitato a Palazzo si ritrovò a percorrere un lungo corridoio in cerca di silenzio e tranquillità, ma ad un certo punto venne praticamente placcato dalla sicurezza perché per sbaglio stava entrando nella stanza della Regina.

Dal mondo del musical, invece, ci sarà l’apparizione speciale del celebre compositore, Andrew Lloyd Webber insieme a Lin-Manuel Miranda, oltre ai cast di opere famose quali The Phantom of the Opera, Hamilton, Six, The Lion King e Joseph and the Amazing Technicolor Dreamcoat.

Infine, in rappresentanza del settore spettacolo e dello sport ci saranno il divulgatore scientifico David Attenborough, la tennista Emma Raducanu, l’ex calciatore David Beckham, l’attore Stephen Fry, l’attrice e cantante Julie Andrews, il Royal Ballet e la nuotatrice Ellie Simmonds.

Sarà un evento straordinario in cui si potrà onorare con l’Arte il settantennio di una Regina iconica, simbolo di una monarchia longeva, adorata non solo dai britannici ma anche a livello internazionale, perché Queen Elizabeth II è stata, è e sarà sempre d’ispirazione per tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

Facebook
Twitter
Instagram
YouTube