fbpx

Prodi : PNRR è fatto bene adesso il maggioritario

Politica

“Il piano italiano dal punto di vista tecnico è fatto bene, il problema adesso è metterlo in atto: il problema è far funzionare le nostre amministrazioni, portare i progetti nel territorio, renderli vivi. Nel futuro vedo un Sistema Paese che trascini le imprese. Abbiamo bisogno di uno spirito unitario, se c’è una nuova spinta il Paese si rianima, anche perché ci sono 1800 miliardi nelle banche, vi immaginate cosa succede se questi soldi si mettono a circolare?”.

Lo dice l’ex premier Romano Prodi, nel corso dell’evento ‘L’esperienza del futuro’ al Festival dell’Economia di Trento. Secondo Prodi, è vero che “il costo del lavoro va controllato, ma abbiamo un costo del lavoro bassissimo rispetto all’estero: il fatto che molti giovani vadano fuori in parte è perché non trovano lavoro, ma la maggior parte è perché vedono che altrove i salari sono molto più alti. Dobbiamo dare più potere d’acquisto alla gente, per far riprendere la domanda interna”.

Necessario sarebbe, per l’Italia, avere un Sistema Paese coeso, e soprattutto governi duraturi e stabili:  “Occorre un sistema maggioritario – ripete- con coalizioni da dichiarare prima, e poi chi vince governa 5 anni. Un paese non è fatto per fotografare un paese ma per governarlo. Se la Francia non avesse avuto il maggioritario dopo De Gaulle, oggi sarebbe un paese molto più debole dell’Italia, invece è molto più forte”.  © 9Colonne –


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE