fbpx

Quale futuro ci attende ?

Arte, Cultura & Società

Ma come abbiamo fatto? Come siamo arrivati fino a qui? Il pianeta è in emergenza globale, ossia economica, sociale, epidemiologica, climatica, e da inquinamento.

Quale futuro ci attende ? in tutto questo, e’ gia’ iniziata la deflagrazione del nucleo familiare e la disgregazione di ogni forma sociale, educativa, millenaria. Oggi si tende a trasgredire in ogni direzione. E più’ sei alternativo alle convenzioni, e piu’ sei apprezzato e osannato. Più sei anticonvenzionale, volgare e diseducativo, e più’ sei trend.

Dove porta tutto questo? E’ forse un progetto che mira al controllo totale delle masse? tutto ciò’ ricorda il paese dei balocchi di collodi, dove i ragazzi erano senza regole in una società’ alternativa e senza alcun freno. Si viaggia alla velocità della luce verso un destino ignoto che non costruisce, non pianifica, non insegna e con regole sociali sempre meno definite ed efficaci. Persino le trasmissioni televisive inneggiano all’altare dell’ignoranza, della trasgressione, osannano la diseducazione e il reato persino. osannare alla droga fa trend, ubriacarsi nei fine settimana fino al coma
etilico, fa trend, e il povero extracomunitario col machete in mano, appare come la vittima di un sistema distratto e latitante, e ci si ostina a voler civilizzare popoli distanti anni luce dalle democrazie occidentali. Non si considera nemmeno che le democrazie occidentali, sono state frutto di conquiste, di morti di eroi, di rivoluzioni e di
sacrifici di intere generazioni. Le BABYGANG, fioriscono come i funghi in autunno, e i reati contro genitori, non fanno più notizia.

I telegiornali, sono pieni di efferati delitti che ci mostrano che la vita di un essere umano vale sempre meno. Che futuro ci attende, forse ai nostri figli, che sono nati in questi tempi, tutto sommato va bene così, ma per noi che abbiamo vissuto tempi migliori, forse viviamo troppo spesso di rimpianti. Rimpianti di quando la legge e il diritto erano ancora un baluardo della democrazia, un rimpianto di quando, chi rubava, lo faceva di nascosto senza ostentare soverchierie e soprusi palesi; rimpianto di quelle regole di educazione e di rispetto, verso genitori e nonni, oggi relegati in spazzi familiari sempre più’ stretti e tacciati come giurassici…. in una società’ complice del degrado, che sembra remare contro di te, che vorresti educare, che vorresti gradare il tuo disagio, il tuo disappunto a quanto accade, tutto intorno. Oggi si insegna che il futuro non si deve conquistare, messaggi subliminali, arrivano forti e chiari alle giovani menti.. La
meritocrazia non paga più da tempo oramai, e basta essere un opinioner, o un YouTuber con un po” di fortuna, quattro parolacce e tre sorregge in diretta, per accumulare i followers necessari per diventare milionari o anche solo per guadagnare abbastanza per vivere agiatamente e più sarai trasgressivo, e diseducativo, e più numerosi saranno i tuoi seguaci..

A CHI GIOVA TUTTO QUESTO? Perché’ i potenti si preoccupano di mandare i loro figli in scuole estere esclusive, e
rigorose? Di chi è il futuro del mondo? Certamente il popolo ignorante è facile da governare, e più è ignorante, e più sarà facile sottometterlo ai voleri di chi si è formato una coscienza ed ha acquisito consapevolezza. La legge e’ sempre più lontana dalla gente e le città si riempiono di delinquenti, spacciatori; diventa sempre meno difficile prendersi una coltellata per strada. Dove stiamo andando? in quale direzione? prima o poi tutto questo marasma, sfocerà nella
anarchia sociale, prima o poi tutto questo effetto improduttivo, sarà causa di collasso sociale. Le società del futuro saranno composte di una grandissima fetta di straccioni e clochard, e una piccola fetta di élite che avrà in mano le sorti e la intera economia del pianeta. Oggi si attuano politiche commerciali distruttive, implosive, che favoriscono il commercio sul web, che alimentano mostri sempre più grandi e famelici che distruggono eccellenze, piccole imprenditorie e iniziative commerciali dell’uomo comune. Si affamano famiglie e intere generazioni di imprenditori, che sono costretti a chiudere e subire procedure esecutive che li spianano completamente. Questa pandemia ci ha trovato impreparati, poiché il processo di smantellamento del servizio sanitario, era già iniziato, grazie ai costi esorbitanti che
una gestione BENGODI, aveva creato in tanti anni, trasformando l’intero comparto sanità in una bella e prosperosa mucca da mungere.

E’ giunto e anche superato, il punto di non ritorno, se i popoli non prenderanno coscienza della condizione di annichilimento sociale, che si sta delineando, se non saranno ripristinate le REGOLE SOCIALI UNIVERSALI, QUALI, LEGGE E DIRITTO CERTI, SACRE E INVIOLABILI, SICUREZZA, ISTRUZIONE UNIVERSALE, MERITOCRAZIA E PROFESIONALITA’ PREMIATE, SE INSOMMA NON SI RISTABILIRANNO LE CERTEZZE, CHE CREANO I PILASTRI CERTI DI OGNI SOCIETA’ CIVILE, PRESTO LE MURA CROLLERANNO, IL PIANETA SI AMMALERA’ E SI ARRIVERA’ ALLA ANARCHIA SOCIALE DOVE PREVARRANNO LA VIOLENZA, LA DELINQUENZA, IL NIENTISMO. FURTI, STUPRI, VIOLENZE, OMICIDI, DIVENTERANNO LE REGOLE DI SOPRAVVIVENZA SU QUESTO PIANETA. E LA ESTINZIONE SARA’ ALLE PORTE.

Dr. Sergio Incerrano


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE