fbpx

Raid della coalizione anti-Huthi su Sana’a dopo l’attacco con i droni

Mondo

Pubblicato da:

alle ore: 07:30

Tre civili hanno perso la vita per un attacco rivendicato dai ribelli yemeniti Huthi. La Farnesina: “Preoccupazione per gli attacchi e una ferma condanna per un gesto che alimenta la spirale della violenza”

© Afp 
– La zona industriale di Musaffah ad Abu Dhabi dove c’è sttao un attacco con un drone da parte dei ribelli yemeniti 

 

AGI – Raid della coalizione araba anti-Huthi contro Sana’a dopo l’attacco con droni dei ribelli yemeniti Huthi ad Abu Dhabi, costato la vita a tre civili. 

“In risposta alla minacca e (per) necessità militare, sono iniziati gli attacchi aerei a Sana’a”, ha riferito su Twitter l’agenzia di stampa ufficiale saudita. Anche la tv degli Huthi, Al-Masirah, ha confermato i raid da parte della coalizione araba, senza riportare al momento vittime.

Farnesina, preoccupazione e condanna per attacco Huthi

 “L’Italia esprime preoccupazione per gli attacchi condotti nella zona industriale di Musaffah nei pressi di Abu Dhabi”. Lo afferma in una nota la Farnesina, esprimendo “solidarietà alle famiglie delle vittime e vicinanza al governo degli Emirati Arabi Uniti e una ferma condanna per un gesto che, alimentando la spirale della violenza, è suscettibile di avere ripercussioni sulla stabilità dell’intera regione”.

“Preso atto della rivendicazione da parte degli Huthi, l’Italia ritiene che simili attacchi, condotti contro obiettivi civili, mettano a rischio la ripresa del processo politico per la pace nello Yemen, che sosteniamo con convinzione confermando la piena fiducia negli sforzi per una soluzione negoziata dell’inviato speciale delle Nazioni Unite, Hans Grundberg”, si legge nella dichiarazione del ministero degli Esteri. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

Facebook
Twitter
Instagram
YouTube