fbpx

Salone nautico di Venezia: l’aliscafo “volante” elettrico da 250.000 euro (e 5 euro di ricarica)

Attualità & Cronaca

Di Cristiano Tassinari  & Euronews World – Agenzia Ansa 

L'aliscafo "volante" sbarca a Venezia...
L’aliscafo “volante” sbarca a Venezia…   –   Diritti d’autore  Twitter Candela

Le suggestive vie d’acqua di Venezia sono fatte per le gondole, i famosi vaporetti e le barche e, a volte, succede, persino per le navi da crociera.
E, da sabato 29 maggio fino al 6 giugno, ospiteranno le prove di un motoscafo “volante” (in inglese: electric hydrofoil boat) completamente elettrico.

Ci vediamo al Salone Nautico di Venezia!

Sarà una delle star del Salone Nautico di Venezia.

Si chiama “Candela Seven”, è fabbricato a Stoccolma, in Svezia, ed è pronto al decollo.

Perché quando Umberto Amos spinge l’acceleratore, ai 22 nodi, succede proprio questo: si è quasi in volo e l’aliscafo si muove velocemente sul Lago Maggiore, durante altri test realizzati a Laveno-Mombello.

“È una sensazione fantastica! Andare a 22 nodi, parlare con un tono di voce normale, non consumare niente… È una sensazione che auguro a tutti di provare nel prossimo futuro. Senza creare onde, senza disturbare chi ha la casa sul lago, nè gli altri naviganti”.

Umberto Amos 

Proprietario “Candela Seven”

250.000 euro: non per tutte le tasche!

Umberto Amos è il primo cliente italiano della’azienda svedese Candela Speed Boat, che costruisce questa barca elettrica.
250.000 euro il costo, finora ne sono state vendute 31 in tutto, obiettivo venderne 400 all’anno.

AP Photo
Umberto Amos al timone del suo “Candela Seven”.AP Photo

“Non si sarebbe potuto fare tutto questo senza i recenti miglioramenti nei droni e negli smartphone, perché usiamo sensori che sono abbastanza simili a quelli che si trovano in un drone o in uno smartphone: accelerometri, giroscopio, per esempio, e tutta questa tecnologia è diventata più accessibile ed economica grazie alle tecnologie sviluppate proprio per i droni”, commenta Mikael Mahlberg, responsabile della comunicazione di “Candela Speed Boat”.
“Se avessimo fatto questa barca 25 anni fa, probabilmente sarebbe costata 15 milioni di euro”, aggiunge.

Stile “Luna Rossa”

L’imbarcazione utilizza proprio le cosiddette hydrofoil, che funzionano da ali subacquee, in perfetto stile “Luna Rossa”, sollevando lo scafo della barca in aria e riducendo l’attrito dell’acqua di circa l’80%, rendendo possibile navigare per lunghe distanze con la sola energia della batteria.

 

Inventata dall’ingegnere italiano Enrico Forlanini, questa tecnologia è stata poi utilizzata su navi passeggeri, ma mai su barche da diporto.

Il carburante? 5 euro di elettricità

Il costo-carburante di una giornata con il “Candela Seven”?
5 euro di elettricità per 107 km di autonomia.

Screenshot
Segni particolari: “Hydrofoil”.Screenshot

Il futuro della nautica

Mikael Mahlberg crede che il “Candela Seven” sia solo un primo passo verso il futuro della nautica.
“Il nostro obiettivo è quello di fare la prima barca elettrica senza compromessi, ed è per questo che usiamo gli aliscafi, per ottenere la lunga distanza, ottenere l’alta velocità, e anche aggiungere alcuni vantaggi che non si trovano in altre barche, come la scia minima”, spiega.
“Pensiamo che questo sia il futuro della nautica, è così che saranno le barche del futuro”.

Mentre il “Candela Seven” è il primo prodotto sul mercato della start-up svedese, l’azienda mira a utilizzare la sua tecnologia foiling su traghetti e navi fino a 60 metri di lunghezza.

“Candela Speed Boat” prevede di lanciare il “Candela P-30” nel 2022, un traghetto che porta fino a 30 passeggeri, sulle acque di Stoccolma.

Screenshot video
Sfreccia l’aliscafo “volante” sul Lago Maggiore….Screenshot video

Redazione Corriere Nazionale



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE