fbpx

Scuola Mosaicisti di Spilimbergo & Consorzio NIP una collaborazione a favore delle imprese

Cronaca

Si delinea una nuova opportunità per le aziende dell’asse Spilimbergo-Maniago, ovvero la possibilità di essere coinvolte nel progetto di Cross Fertilization che vede protagonisti da una parte il Consorzio NIP- Nucleo di Industrializzazione della Provincia di Pordenone e dall’altra la Scuola Mosaicisti del Friuli di Spilimbergo. Si tratta di una collaborazione volta a favorire l’innovazione e il trasferimento tecnologico, attraverso la possibilità per i team di lavoro delle imprese manifatturiere del territorio di beneficiare dell’impulso creativo derivante da un contesto socio-culturale dinamico com’è quello della Scuola Mosaicisti del Friuli.

La prima azienda che ha già colto questa opportunità è la SIAP Spa insediata proprio in Zona industriale NIP di Maniago, che rappresenta il centro d’eccellenza del Gruppo Carraro per la componentistica e l’ingranaggeria di qualità. Il Vicepresidente del Gruppo e Presidente di SIAP, Tomaso Carraro, ha infatti visitato la sede della Scuola Mosaicisti insieme a Paolo De Col, che non solo è Direttore Generale e Consigliere d’amministrazione di SIAP ma è anche consigliere del CDA proprio del Consorzio NIP. Un incontro stimolante che ha messo in luce come sia possibile combinare l’arte con lo sviluppo imprenditoriale del territorio.

“ll mosaico rappresenta la nostra cultura artistica oltre che un’applicazione delle tecniche proprie: lo studio, la ricerca, la sperimentazione e l’utilizzo delle più innovative tecnologie sono segni di adattamento a un contesto economico in continua evoluzione –  ha dichiarato Stefano Lovison, Presidente della Scuola Mosaicisti del Friuli – aprendo la possibilità di un sodalizio tra realtà culturali, artistiche e produttive vogliamo trasmettere il messaggio che la tradizione e l’evoluzione possono coesistere in un percorso di crescita collettiva”.

“La vision del Consorzio NIP include il coinvolgimento attivo degli stakeholder che possono apportare un grande valore ai progetti e alle iniziative messe in campo dalle imprese locali.

– Ha affermato Renato Piazza, Presidente del Consorzio NIP – Una strategia che definisce un innovativo modello organizzativo per la gestione del territorio volta ad affrontare le sfide future superando gli ormai obsoleti campanilismi e facendo squadra in un’ottica win-win. In particolare riteniamo che possa essere particolarmente stimolante la contaminazione dei due mondi in una nuova ottica e visione di fare impresa. E anche in questa stimolante sfida il NIP ci vuole essere”.

“L’incontro con la Scuola Mosaicisti di Spilimbergo è stata per noi un’occasione di entrare in contatto con l’ennesima eccellenza italiana. Un’eccellenza di valore che attrae giovani talenti da tutto il mondo. – ha commentato Tomaso Carraro, Vice Presidente del Gruppo Carraro – Un ottimo esempio anche per il nostro mondo industriale che auspichiamo possa diventare fucina e catalizzatore per il capitale umano”.

“Ci siamo trovati di fronte ad una reale espressione di tecnica nel senso originario del termine greco téchne. Un’arte che mette assieme perizia, estetica e senso della progettualità. – Ha aggiunto Andrea Conchetto, Direttore Generale del Gruppo Carraro – Inevitabili i parallelismi tra queste competenze e quelle presenti all’interno dell’impresa. Perché ogni nostro progetto e processo ben eseguito segue esattamente lo stesso metodo”. 

In foto da destra: Stefano Lovison, Presidente Scuola Mosaicisti di Spilimbergo; Paolo De Col, Direttore SIAP spa e Consigliere CDA NIP; Tomaso Carraro, Vicepresidente del Gruppo Carraro; Andrea Conchetto, Direttore Generale del Gruppo Carraro.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE