fbpx

Sicilia rientro a scuola, il governo Musumeci ha inviato alle scuole siciliane le istruzioni per l’inizio del nuovo anno scolastico

Sicilia

Il governo Musumeci ha inviato istruzioni operative alla scuola siciliana all’inizio del nuovo anno scolastico. L’avviso firmato dall’assessore all’Istruzione e alla Formazione professionale Roberto Lagalla e dall’assessore alla Salute Ruggero Razza ha previsto una serie di novità, tra cui la gestione dei campioni per il test salivare degli studenti delle scuole elementari e medie per il monitoraggio delle infezioni epidemiologiche. Restano invece confermate le norme nazionali di contenimento del virus: indossare le mascherine, mantenere le distanze e avere l’obbligo di esibire il certificato di vaccinazione Covid-19 per il personale scolastico.

Vediamo quali sono le modalitá di accesso

Sono state quindi confermate le norme nazionali sulle modalità di accesso alla scuola, riferite al controllo delle vaccinazioni attraverso l’applicazione fornita dal Ministero dell’Istruzione, fino ad ora non sono state riscontrate particolari difficoltà. Utilizzo, grazie alle attività predisposte dai responsabili della scuola di formazione alla prevenzione. Le procedure di controllo devono essere estese anche al personale esterno e ai genitori degli studenti, e gli studenti non hanno obbligo di vaccinazione e nessuna relativa certificazione; secondo le direttive nazionali, chiunque abbia una temperatura corporea superiore a 37,5°C deve rimanere a casa.

Fatta eccezione per i minori  tra 0 e 6 anni e le persone con disabilità, il personale della scuola, tutti gli operatori, le identità varie, la scuola e gli studenti devono utilizzare le mascherine.

Tuttavia, una classe composta da studenti che hanno completato il ciclo vaccinale può essere esentata dall’uso dei dispositivi di sicurezza personale, ma la distanza interpersonale è di un metro.

In caso di specifica emergenza pandemica o di focolaio a livello regionale, secondo le disposizioni del presidente regionale, se il rischio è classificato come arancione o rosso, l’area di attività educativa può essere sospesa in tutto o in parte. In caso di specifica emergenza locale, dopo aver ottenuto i pareri positivi e obbligatori dell’ASP della giurisdizione regionale, il sindaco può decidere direttamente di sospendere e classificare sempre in zona rossa o arancione. Non prendere in considerazione l’utilizzo di Dad (didattica a distanza) a meno che il dirigente scolastico non fornisca raccomandazioni di fronte a una situazione particolarmente critica. Pertanto, tutti i tipi e livelli di istituzioni possono frequentare la scuola normalmente durante l’anno scolastico.

Troviamo la circolare  dalla Regione Siciliana con tutte le regole e disposizioni

https://gdsit.cdn-immedia.net/2021/09/Circolare-avvio-anno-scolastico-2021-22.pdf

Silvia Pastorello


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE