fbpx

Sul ddl Zan il “Senato ha difeso la libertà di tutti»

Politica

Il comunicato di oltre 70 associazioni del laicato cattolico sul voto a Palazzo Madama che ha bloccato il disegno di legge sull’omotransfobia

Polis pro Persona 

Il voto in Senato che ha affossato la discussione sul ddl Zan (foto Ansa)

Ora, a margine del voto di Palazzo Madama che ha bloccato il liberticidio disegno di legge che avrebbe imposto la cultura gender al Paese, osservano che «l’arrogante chiusura al dialogo e il progetto ideologico della fluidità di genere hanno perso».

«Vi è – proseguono le decine di associazioni del laicato cattolico – una maggioranza trasversale in Senato che preferisce la condivisione larga su temi sensibili per l’antropologia. La nota verbale del Vaticano e il seminario al senato del 2 luglio di decine di associazioni con la partecipazione di esponenti cattolici, liberali, progressisti e dell’esperienza femminista hanno evidenziato il carattere divisivo del ddl Zan. La mobilitazione delle 70 associazioni cattoliche si è caratterizzata per la ricerca di un comune denominatore antropologico negli opposti schieramenti quale contributo alla ricomposizione nazionale sui principi». 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE