fbpx

Taiwan denuncia: “27 caccia cinesi nella zona difesa aerea” dell’isola

Mondo

Pubblicato da:

alle ore: 04:50

Dal G7 un avvertimento a Pechino: “ingiustificata attività militare aggressiva nello Stretto”.

© TAIWANESE FOREIGN MINISTRY / HANDO / ANADOLU AGENCY / ANADOLU AGENCY VIA AFP – Nancy Pelosi riparte da Taiwan

 

AGI – Ventisette aerei dell’Esercito popolare Cinese di Liberazione sono entrati nella zona di identificazione della difesa aerea di Taiwan (un’area molto più ampia del suo spazio aereo e non esclusiva): lo ha reso noto il ministero della Difesa dell’isola.

In particolare, all’operazione hanno preso parte sei caccia J-11, cinque caccia multiruolo J-16 e 16 caccia multiruolo SU-30.

Taiwan ha inviato una pattuglia aerea per monitorare la situazione e ha anche dispiegato sistemi missilistici antiaerei. Nella notte tra ieri e oggi erano stati segnalati altri 21 aerei cinesi.

“Non vi è alcuna giustificazione per usare una visita come pretesto per un’attività militare aggressiva nello Stretto di Taiwan”: lo affermano in una nota i ministri degli Esteri del G7 riferendosi all’annuncio da parte della Cina di esercitazioni militari nello Stretto di Taiwan sulla scia della visita all’isola della spaeaker della Camera dei Rappresentanti Usa, Nancy Pelosi.

“La risposta consistente in una escalation (da parte della Cina, ndr) rischia di aumentare le tensioni e di destabilizzare la regione”, aggiungono i capi delle diplomazie dei Paesi del G7.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

Facebook
Twitter
Instagram
YouTube