fbpx

Taranto – Al Salone degli specchi grandi virtuosismi tra voce e pianoforte

Eventi

Continua il programma di concerti proposti dall’Associazione ArmoniE in  questa rassegna che mostra sul proscenio il pianoforte e i virtuosi di questo strumento completo. 
 
Ne abbiamo parlato nell’annuncio dato qui 
 
Siamo uditori privilegiati, nel senso che abbiamo sensibilità culturale, pur non essendo esperti di musica, tuttavia ci piace pensare che forse grazie al pianoforte è che abbiamo avuto Brahms, Mozart, Mendelssohn, Beethoven e altri nel nostro patrimonio musicale mondiale. 
 
Parlando di virtuosismi dobbiamo applaudire Alessandro Cesaro che in assolo e con la bella voce del mezzosoprano Katja Markotić, ha mostrato grande talento e padronanza dello strumento. 
 
Una perla, questo secondo appuntamento tarantino per la settima edizione del programma ArmoniE in Bianco e Nero che stavolta sbarca anche nel favoloso mondo della Fotografia, grazie agli scatti sulla città bimare di Sergio Malfatti.
 
 
La mezzosoprano Katja Markotić, che ci ha donato anche uno caloroso brano della sua terra, la Croazia, dopo un finale tra Valses poeticos andaluse, è diplomata in canto all’Accademia di Musica di Graz e si è perfezionata a Vienna con Lukasowski.
 
Cantante da concerto versatile ha interpretato autori di varie epoche e stili, dal barocco ai giorni nostri, esibendosi nei più importanti Festival in Croazia, passando da Venezia fino in Corea e spaziando pure in ambito internazionale (Austria, Germania, Slovenia, Italia, Francia, Gran Bretagna e Messico). 
 
Il padovano Alessandro Cesaro come si evidenzia nella sua biografia, parte dalla tenera età il suo interesse alla composizione, segno inequivocabile di una profonda e completa comprensione del linguaggio musicale. Concorsi vinti e innumerevoli recitals in tutta Italia e all’Estero: Germania, Svizzera, Belgio e Argentina, dove ha effettuato ben cinque tournées, in Messico.
 
 
Un programma musicale, ArmoniE in bianco e Nero,  che vede in primo piano l’Amministrazione Comunale, rappresentata dalla sempre presente Carmen Galluzzo Motolese, che offre il suo Salone degli Specchi per questa ripartenza tra green pass e mascherine, unico orpello estraneo alla bellezza, anche se unica modalità, nell’attuale situazione, di tornare a godere una serata di grande cultura. (rdg)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE