fbpx

Tempi futuri

Ambiente & Salute

Leggo che la velocità di rotazione terrestre sta rallentando.

C’è da pensare che un giorno lontanissimo la terra mostrerà al sole sempe la stessa faccia? (esattamente come fa la luna con la terra).

 Questo significherebbe che una faccia della terra sarebbe perennemente in luce, mentre l’altra faccia sarebbe perennemente al buio.

Questo significherebbe anche che la parte oscura sarebbe fredda e inospitale anche se i mari ne mitigherebbero comunque le asperità climatiche.

Tuttavia c’è da dire che il movimento di rivoluzione intanto rimarrebbe costante nel tempo, poiché contrariamente al movimento inerziale di rotazione, che viene alimentato dalla massa terrestre in se stessa,  il movimento di rivoluzione si alimenta dal gioco di forze risultanti tra la forza centrifuga e la forza centripeta intono al sole. 

Quest’ultimo equilibrio risulta quindi auto alimentato, e quindi teoricamente eterno e immutabile, visto che avviene, in ambiente senza alcun attrito, appunto il vuoto assoluto.

C’è da considerare che il venti solare e la stessa pioggia di meteoriti e la polvere spaziale che incontriamo su un percorso veloce  a 107.000 km orari, potrebbero teoricamente rallentare anche questo movimento di rivoluzione intorno al sole.

Ma state sereni, per quei tempi noi non ci saremo più da milioni di anni.

Dr. Sergio Incerrano 

Redazione Corriere Nazionale


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE