fbpx

Torna la “Caccia ai tesori arancioni” del Touring Club Italiano

Ambiente & Salute

Written by:

Domenica 2 ottobre

Sulle tracce dei tesori di un’italia nascosta 

MILANO – Sono aperte le iscrizioni per la Caccia ai Tesori Arancioni del Touring Club Italiano, la più grande caccia al tesoro in contemporanea mai vista in Italia, in programma domenica 2 ottobre in 100 Comuni Bandiera Arancione, che nell’edizione 2021 ha contato oltre 15.000 partecipanti.

L’evento è aperto a tutti, fino a esaurimento posti. Per partecipare basta scegliere il borgo e iscriversi con la propria squadra sul sito tesori.bandierearancioni.it.

La Caccia ai Tesori Arancioni rappresenta un modo divertente per conoscere storie, persone, monumenti e curiosità custodite nei luoghi meno noti del nostro Paese, quelle piccole eccellenze dell’entroterra certificate con la Bandiera Arancione.

Attraverso un percorso in 6 tappe i partecipanti potranno scoprire la più profonda e autentica identità della comunità e del suo territorio. Non solo luoghi: i tesori da scovare saranno personaggi del passato, mestieri antichi, tradizioni e sapori delle tipicità enogastronomiche, in un viaggio ispirato dai valori che da sempre contraddistinguono il Touring Club Italiano: riscoprire e valorizzare un’Italia nascosta intrisa di un patrimonio inestimabile da tutelare, promuovere e del quale prendersi cura.

100 i Comuni coinvolti in tutta Italia, 1000 i tesori da scoprire: arti e mestieri antichi, sapori di una volta, tradizioni secolari e molto altro. A Usseglio, in provincia di Torino, la caccia è dedicata ai lavori di ieri e di oggi, a Borgo Valbelluna (BL) e a Valsinni (MT) ogni tappa prevede assaggi e degustazioni di prodotti tipici – nel piccolo borgo della Basilicata, ad esempio, si potrà assaggiare la Pera Signora, presidio slow food.

A Dozza, suggestivo borgo in provincia di Bologna, storie e curiosità saranno svelate e animate da alcuni abitanti, posizionati in prossimità dei tesori. Programma tutto naturale a Revello (CN), con attività dedicate ai fiori, ai frutti, alle verdure tipiche e ai funghi commestibili, con spiegazioni sulla flora autoctona.

Caccia al tesoro d’antan, infine, per alcuni Comuni, come Alberona (FG), Sant’Agata de’ Goti (BN), Soave (VR), Monterubbiano (FM) e Barberino Tavarnelle (FI) che prevedono la presenza di figuranti in costumi d’epoca che raccontano il territorio.

EVENTI COLLATERALI 

Ricchissimo anche il palinsesto degli eventi collaterali che accompagneranno la sfida da Nord a Sud: a Usseglio (TO), nel primo weekend di ottobre, si terrà la “Festa della transumanza e della patata di montagna”, a Rosignano Monferrato (AL) “Vendemmia in arte” che si articolerà tra arte, musica, intrattenimento, enogastronomia e folklore, a Montecassiano (MC) torna la tradizionale “Sagra dei Sughitti”, dolce autunnale tipico del territorio, mentre a Chiavenna (SO) si potrà degustare il salume tipico valtellinese in occasione del “Dì de la Brisaola”.

Una gara aperta a tutti, adulti e bambini, per scoprire la bellezza, spesso inaspettata, dei luoghi meno noti del nostro Paese, per lasciarsi coinvolgere dall’entusiasmo delle comunità locali e per aiutare il Touring Club Italiano a mantenere vivo e attrattivo l’entroterra della nostra Penisola. Partecipando si sostiene il Touring Club Italiano, che da oltre 125 anni si prende cura dell’Italia come bene comune, anche tutelando e valorizzando le bellezze del nostro Paese e, attraverso l’iniziativa Bandiere Arancioni, dedica ai piccoli centri dell’entroterra un’attenzione speciale.

Appuntamento domenica 2 ottobre con la più grande caccia al tesoro mai vista!

Affrettati a iscriverti su tesori.bandierearancioni.it, i posti sono limitati!

Touring Club Italiano è una libera associazione senza scopo di lucro che propone ai suoi soci – destinatari e attori della missione – di essere protagonisti di un grande compito: prendersi cura dell’Italia come bene comune perché sia più conosciuta, attrattiva, competitiva e accogliente. Per questo il Touring Club Italiano contribuisce a produrre conoscenza, tutelare e valorizzare il paesaggio, il patrimonio artistico e culturale e le eccellenze economico produttive dei territori, attraverso il volontariato diffuso e una pratica turistica del viaggio etica, responsabile e sostenibile. 

Tra le tante attività a favore del patrimonio culturale e storico italiano, il Touring dal 1998 seleziona, certifica e promuove con la Bandiera Arancione i piccoli centri (con meno di 15.000 abitanti) eccellenti dell’entroterra. La Bandiera Arancione Touring, marchio di qualità turistico-ambientale, è stata pensata dal punto di vista del viaggiatore e della sua esperienza di visita: viene assegnata alle località che non solo godono di un patrimonio storico, culturale e ambientale di pregio, ma sanno offrire al turista un’accoglienza di qualità. Le località certificate oggi sono 270 e rappresentano l’8% delle oltre 3.200 candidature analizzate. Nei borghi “arancioni” si registra in media, dall’anno di assegnazione del marchio, un incremento del 83% del numero di esercizi ricettivi e in media l’apertura di tre nuovi ristoranti per Comune. Si registra, inoltre, in media un aumento del 45% degli arrivi e del 38% delle presenze, dall’anno precedente all’assegnazione del marchio ad oggi. 

#tesoriarancioni #touringclubitaliano #bandierearancioni 

Per maggiori informazioni

www.tesori.bandierearancioni.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube